Crea sito

Calamari fritti con panatura semplice

I calamari fritti con panatura semplice sono un secondo piatto di pesce gustoso e veloce da preparare, una ricetta apprezzata da tutti anche dai più piccoli.
E’ un piatto molto sfizioso perfetto per ogni stagione, d’altronde a chi non piace la frittura e questi anelli sono davvero molto invitanti e fanno gola a tutti.
Una ricetta semplicissima, che si realizza in pochi minuti, bastano solo due ingredienti e gli accorgimenti giusti, la temperatura dell’olio non deve essere molto alta in modo che non si bruciano e diventano collosi e serve anche una buona panatura per darle un buon aspetto dorato e croccante.
Adesso seguite la ricetta e i consigli e realizzate così anche un buon piatto di anelli fritti di calamari!

Calamari fritti con panatura semplice
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni1
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per i calamari fritti con panatura semplice

  • 2Calamari
  • 40 gFarina di mais
  • 10 gPangrattato (secco)
  • q.b.Olio di semi di arachide

Strumenti

  • Padella

Preparazione per i calamari fritti con panatura semplice

  1. Iniziate con la pulitura dei calamari, potete farlo fare al vostro pescivendolo di fiducia, ma se lo fate a casa togliete la parte interna, il becco e la pellicola esterna. Fatto questo poi tagliateli ad anelli.

  2. Lavateli bene sotto l’acqua corrente togliendo ogni residuo, fate sgocciolare con un cola pasta poi tamponatele ed asciugatele bene con della carta assorbente o un canovaccio.
    In una ciotolina versate la farina di mais e il pangrattato, mescolate bene il tutto.

  3. Calamari fritti con panatura semplice

    Passate e rotolate ogni anello dentro il mix della farina di mais e pangrattato, rotolatele bene per fare aderire la panatura e appoggiate su carta assorbente.
    Prendete un padellino o una pentola piccola e alta e versate dell’olio di semi.

  4. Io ho usato l’olio di semi di arachide perchè è perfetto per le fritture ed l’unico olio che si avvicina a quello di oliva come punto di fumo, rendendo la frittura leggera.
    Portate a temperatura l’olio, non deve essere molto caldo altrimenti i calamari sanno di bruciato e l’alta temperatura li rende stopposi.

  5. Immergete i calamari nell’olio caldo ma un poco alla volta, altrimenti l’olio scende di temperatura, giratele e fatele dorare per pochissimi minuti dopo sgocciolate su carta assorbente e cospargete con del sale appena caldi. Il colore dei calamari deve essere chiaro e dorato.

  6. Una volta che i calamari fritti sono e pronti serviteli nel piatto di portata accompagnate da fette di limone in modo chi lo gradisce possa condirli a piacimento.

  7. Calamari fritti con panatura semplice

    Per le altre ricette sui calamari cliccate qui.
    Per ricette varie sul pesce cliccate qui.

Anna consiglia…

Per una versione light potete cuocere i calamari in forno preriscaldato a 200° per 15-20 minuti, fino a quando non assumeranno un aspetto dorato.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da annaelasuacucina

Cuoca per passione... le mie ricette dal dolce al salato sono quelle che preparo giornalmente per la mia famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.