Tarallini pugliesi, ricetta classica: irresistibili!

Sono forse uno degli snacks piú famosi d’Italia: i Tarallini pugliesi! Croccanti e friabili, sono immancabili durante un tipico aperitivo del sud!

Esistono tante versioni: classici all’olio, aromatizzati con finocchietto o peperoncino, fino ad arrivare a versioni piú particolari!

Io qui vi propongo la ricetta base, da cui potrete partire per sperimentare nuovi gusti e sapori! Sono molto semplici da realizzare, ci vuole solo un po’ di pazienza per la cottura 🙂 Pochissimi ingredienti per uno dei prodotti piú tipici d’Italia!

Pronti ad avere i tarallini pugliesi sempre a portata di mano? Iniziamo 🙂

tarallini pugliesi
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Porzioni:
    25 pezzi
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Farina 00 250 g
  • Vino bianco 100 ml
  • Olio di oliva 70 ml
  • Sale 1 cucchiaino

Preparazione

  1. Iniziate versando la farina ed il sale in una ciotola e mescolando per bene.

    Aggiungete l’olio e lavorate fino ad ottenere tante “briciole”.

  2. Aggiungete ora il vino e impastate per una decina di minuti fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico.

  3. Ricavate dei pezzettini di impasto da circa 15 g l’uno, fatene un cilindro lungo circa 10-12 cm e chiudetelo a ciambellina.

  4. Procedete così fino a finire tutto l’impasto. Con queste dosi io ho ottenuto 25 tarallini.

  5. Portate a bollore abbondante acqua, quindi tuffateci dentro pochi tarallini per volta (io ne ho messi 5) e fate cuocere finchè non vengono a galla, ci vorranno un paio di minuti.

     

  6. Scolateli con l’aiuto di una schiumarola e adagiateli su un panno pulito e asciutto.

    Fate asciugare per bene, anche per qualche ora se avete tempo, o magari tamponandoli molto delicatamente, quindi trasferiteli su una teglia ricoperta di carta forno.

  7. Cuocete in forno giá caldo a 170 gradi per 45 minuti.

    Io ho fatto cuocere con lo sportello del forno leggermente aperto, aiutandomi con della stagnola, in modo da far uscire tutta l’umiditá dell’impasto ed essere sicura che venissero croccanti anche dentro 😉

  8. tarallini pugliesi

    Eccoli qua! Tarallini pugliesi pronti per essere divorati 😛

    Ovviamente fateli raffreddare per bene prima di mangiarli! Una volta freddi potete conservarli tranquillamente in un sacchetto per alimenti. Preparatevi a triplicare le dosi perchè 25 tarallini finiscono in un attimo 😛

    Alla prossima ricetta!

    Dania

     

Note

Precedente Funghi ripieni con cuore filante...versione fritta! Successivo Pancakes senza uova e senza lievito

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.