Torta Pasticciotto Salentina

La torta pasticciotto altro non è che la versione BIG famosissimo pasticciotto leccese, nominato recentemente “dolce d’Italia”.

Il pasticciotto nasce a Galatina, un paese poco distante da quello dove sono nata io. Ogni pasticceria ha la sua versione e tutte cercano di aggiudicarsi il primato di “miglior pasticciotto”.

La versione classica prevede lo strutto nell’impasto della frolla, che racchiuderá della semplice crema pasticcera. Da qui sono poi nate numerose varianti: crema e nutella, crema al limone, crema e amarene, crema con pasta di mandorle ecc…Pensate che, quando Obama fu eletto presidente degli stati Uniti, è stato creato un pasticciotto in suo onore, chiamato appunto “pasticciotto Obama”, che prevede, come immaginerete, frolla al cacao ripiena di crema al cioccolato. Lo sapevate? 😀

Nella versione che vi propongo in formato torta non uso lo strutto, bensì un mix di burro e olio di semi, per renderla, se così si puó definire, piú “light”. Inoltre, nel tempo di preparazione che trovate  in basso, non è conteggiato il tempo di riposo della frolla, di cui ho parlato in questa ricetta.

Se non avete mai assaggiato la torta pasticciotto è ora di farlo, vi assicuro che vi innamorerete di questo guscio ripieno di crema. Non ci credete? Provare per credere! 🙂

 

torta pasticciotto
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    35-40 minuti
  • Porzioni:
    Tortiera 26 cm
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

PER LA FROLLA

  • Zucchero 250 g
  • Sale 1 pizzico
  • Farina 500 g
  • Uova 1
  • Burro 125 g
  • Olio di semi 125 ml

PER LA CREMA

  • Latte 480 ml
  • Tuorli 6
  • Amido di mais (maizena) 45 g
  • Panna fresca liquida 240 ml
  • Zucchero 210 g
  • Bacca di vaniglia o Bustina di vanillina 1

PER LA FINITURA

  • Tuorlo 1
  • Latte q.b.

PER LA TORTIERA

  • Burro + Farina q.b.

Preparazione

PER LA FROLLA

  1. Iniziate con la preparazione della frolla.

    Lavorate il burro a pezzetti (temperatura ambiente) con lo zucchero, molto delicatamente.

    Incorporate l’uovo e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Aggiungete un pizzico di sale, la farina setacciata e l’olio a filo.

    Impastate fino ad ottenere un panetto bello liscio e lasciate riposare in frigo avvolto da pellicola/carta forno per almeno 30 minuti. Io preparo sempre la frolla il giorno prima e la lascio riposare 12 ore.

PER LA CREMA

  1. Mettete a scaldare latte e panna. Se usate la bacca di vaniglia, svuotatela dei semi (che terrete da parte) e fate scaldare anche il baccello.

    In una ciotola, lavorate tuorli e zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

    Quindi unite la maizena setacciata e la vanillina/semi di vaniglia e mescolate fino ad amalgamare tutto per bene.

    Stemperate il composto di tuorli con un mestolo di latte e panna caldi, per renderlo piú liquido.

    Quando il latte e la panna iniziano a sobbollire, portate a fiamma media e aggiungeteci i tuorli.

    Mescolate con una frusta per circa 5 minuti, finchè la crema non si sará addensata.

    Trasferite il tutto in una ciotola e lasciate raffreddare un po’ con pellicola a contatto.

  2. torta pasticciotto

COMPOSIZIONE E COTTURA

  1. Ora siete pronti ad assemblare la vostra torta pasticciotto!

    Prendete la frolla che avete fatto riposare e ridatele un po’ di calore re-impastandola per qualche minuto.

    Quindi stendetene poco piú di metá con un mattarello, aiutandovi con un po’ di farina, fino ad uno spessore di circa 3 mm. Cercate di ottenere un disco 2-3 cm piú grande della vostra tortiera, in modo da avere impasto sufficiente per i bordi.

  2. Imburrate e infarinate la teglia, quindi capovolgeteci dentro il disco di pasta frolla, facendolo aderire per bene alle pareti.

    Versateci dentro la crema e livellate i bordi di frolla.

  3. torta pasticciotto

    Stendete l’impasto restante e copriteci la crema, quindi togliete la frolla in eccesso e passate la punta di un coltello lungo tutto il perimetro della torta, cercando di unire le due parti di frolla.

    Come tocco finale, spennellate la superficie con un tuorlo mischiato ad un po’ di latte. Questo servirá a creare la “laccatura” scura tipica di questo dolce.

    Se, coprendo la crema, dovesse rompersi la frolla, non temete: potete “rattoppare” con dei pezzettini di frolla avanzata, la spennellata di tuorlo e latte servirá anche a sanare eventuali crepe e ad unire le “toppe” con il resto 😉

  4. A questo punto, non vi resta che infornare a 200 gradi per 35-40 minuti.

    Quando sará finita la cottura, lasciate intiepidire per bene prima di capovolgerla, altrimenti la crema bollente potrebbe far rompere tutto! 🙁

  5. Che meraviglia la torta pasticciotto! Provate a farla anche voi, non ve ne pentirete 🙂 E vi svelo un segreto… il giorno dopo è ancora piú buona!

    Alla prossima ricetta!

    Dania

Note

Precedente Pasta con crema di melanzane: facile e veloce! Successivo Sfoglia con melanzane in crema e cotto

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.