Liquore di mirto fatto in casa

Il Liquore di mirto fatto in casa è ormai a tutti gli effetti una ricetta entrata a far parte delle tradizioni di famiglia. Quest’anno ho preferito rinunciare ai benefici del miele, che trovate descritti nella ricetta del liquore di mirto con miele, perché crea un deposito nel fondo della bottiglia, perciò non mi sembra adatto da offrire agli ospiti e tanto meno da regalare. Etichetta liquore di Mirto fatto in casa

Ho aumentato la quantità di bacche, rispetto alla ricetta del Liquore di mirto  del 2013, dal momento che il cespuglio del mirto ne ha prodotte molte, addirittura in esubero rispetto al nostro fabbisogno!

Sono giunta al settimo anno e stabilito il record massimo di liquore realizzato fino ad ora e cioè con due litri di alcool, penso di fermarmi a questo livello per motivi organizzativi e logistici: tante pentole e bottiglie con lo spazio per conservarle, soprattutto durante la preparazione perché poi dopo il liquore di mirto fatto in casa, di solito, si consuma in fretta, anche troppo!

La procedura in effetti è piuttosto laboriosa, la raccolta delle bacche in particolare richiede parecchio tempo, fortunatamente se ne occupa mio marito, le bacche poi vanno maneggiate con cura, lavate, asciugate e poi, dopo essere state messe sotto alcool per 20 giorni, schiacciate ripetutamente, con uno schiacciapatate, facendo attenzione a non tingersi le mani e tutto quanto capita nei dintorni.

Il risultato è sicuramente appagante e merita tutta la fatica impiegata. Riscuote sempre un grande successo e lo regalo con orgoglio, completo con la sua etichetta che trovate qui, ma potete anche scaricare nel post Etichette per regali home made per ricordarsi l’anno e il mese di produzione.

Quest’anno la raccolta è avvenuta la prima settimana di gennaio, circa un mese dopo rispetto agli anni scorsi e ho messo le bacche nell’alcool il 9 gennaio.
Liquore di mirto fatto in casa
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo20 Giorni
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni10 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Liquore di mirto fatto in casa

  • 600 gBacche di mirto
  • 1 lAlcool (95°)
  • 400 gZucchero
  • 1 lAcqua
  • 20Foglie di Mirto ((facoltative))

Preparazione

  1. Lavate e asciugate bene le bacche di mirto, e le foglie se le aggiungete, (io utilizzo i cestelli di una vaporiera elettrica che sono forati, ci metto un foglio di carta cucina per accelerare l’operazione.

    Inserite in un contenitore di vetro e versate l’alcool in modo che copra le bacche. Chiudete non ermeticamente e lasciate in infusione per 20 giorni in un luogo buio o coprendo il contenitore con carta domopak, mescolando ogni tanto.

    Passati i 20 giorni preparate uno sciroppo sciogliendo lo zucchero in un litro di acqua a fiamma bassa. Lasciate raffreddare.

    Passate l’alcool attraverso un colino e trasferite le bacche in uno schiacciapatate. Tenete premuto fino a che esce il liquido poi muovete con un cucchiaio e ripetete l’operazione per due o tre volte. Filtrate il liquido attraverso una garza o un tulle e poi mescolate con lo sciroppo e imbottigliate.

    Lasciate riposare 1 mese o anche 2 per apprezzare meglio e servite ben freddo o anche a temperatura ambiente, nelle giornate fredde è ugualmente gradevole.

Note

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Raffa

Le ricette sono come la vita che scorre e si trasforma. Prendono vita nell'istante in cui le prepari: mai uguali, basta variare semplicemente il sale o le quantità, seguendo l'istinto del momento... Insomma un mondo affascinante e ricco di scoperte continue...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.