Feta fritta

Ogni volta che parlo della Grecia inizio a perdermi tra i ricordi. Un tuffo nostalgico di un posto che sento incredibilmente come casa mia. E una delle cose che apprezzo di più dei paesi ellenici, indovina, è la cucina! Stravedo per i loro sapori, profumi e ingredienti che ritroviamo molto spesso nella nostra tradizione. Una delle caratteristiche che mi ha colpito, non poco, è che anche i greci friggono il formaggio! Se noi siamo figli della mozzarella in carrozza campana, degli sciat valtellinesi per non parlare delle mozzarelline fritte che sono diffuse ovunque.

La scorsa estate, a Corfù, ho mangiato il saganaki un formaggio fritto sfumato al limone molto molto gustoso! Nell’attesa che io mi sbrighi a provare a fare in casa questa ricetta, ho pensato di sopperire alla mancanza friggendo il più famoso dei loro formaggi! Ecco allora la ricetta della feta fritta. Per comodità ho deciso di tagliarla a cubi, così da farli risultare uno sfizioso antipasto che conquista gli ospiti boccone dopo boccone. La variante perciò sarebbe nel friggere l’intera fetta di formaggio greco. A te la scelta 😉
Per accompagnare ho deciso di aggiungere il mio amato pesto di pomodori secchi, un ingrediente che nella mia cucina mediterranea non manca mai. Varrà la pena provarli? 😀

Intanto ti ho parlato della mia ricetta della feta fritta, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram e utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!

Gio’

ricetta feta fritta, peccato di gola di giovanni
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    Dosi per 24 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Ingredienti per 24 pezzi

  • Feta 400 g
  • Uova 2
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

Preparazione della feta fritta

  1. Per preparare la feta frita la prima cosa da fare è tagliare il formaggio in cubi di circa 2 – 3 cm. Quindi basterà dividere il panetto in 4 strisce e da ognuna di queste ottenere 3 cubetti: in totale dovresti ottenere 24 pezzi. Man mano che li ricavi passa i pezzi di feta nella farina, successivamente nelle uova sbattute e regolate di sale e pepe e infine nel pangrattato. Metti a scaldare una pentola con abbondante olio e, non appena raggiunge i 170°, meglio se verifichi la temperatura aiutandoti con un termometro da cucina, friggi i pezzi. Immergi pochi pezzi alla volta così non si abbasserà troppo la temperatura. Una volta dorati scolali su carta assorbente e continua così con tutti gli altri.

    feta fritta, peccato di gola di giovanni 1
  2. Ecco pronti i tuoi cubi di feta fritta, non ti resta che accompagnarli, se preferisci, con del pesto di pomodori secchi!

    ricetta feta fritta, peccato di gola di giovanni 2

I consigli di Giovanni

  • Aggiungi alle uova delle spezie oppure delle erbe aromatiche tritate, come per esempio la menta, esalteranno il sapore della feta;
  • Al posto del pesto di pomodori puoi accompagnare come preferisci i cubi fritti;
  • Puoi provare anche una doppia panatura per avere un risultato ancora più croccante, basterà ripassare i cubi impanati di nuovo nelle uova e nel pagrattato;
  • Puoi passare i cubi anche nella farina di mais, la migliore è la fumetto, così avrai una golosa crosticina e una versione senza glutine;
  • Passarli nella farina serve ad evitare che durante la cottura, la feta fritti faccia staccare la panatura.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.