Crea sito

Tajarin con sugo di salsiccia

tajarin (o tagliolini o taglierini) sono una pasta fresca all’uovo tipica della cucina piemontese. Sono lunghi, sottili e di un colore giallo acceso data l’elevata quantità di tuorli tra gli ingredienti; si consumano con condimenti ricchi a base di carne oppure insaporiti con burro, formaggio e qualche scaglia di tartufo d’Alba.
I tajarin nascono nelle cucine delle cascine delle Langhe e del Monferrato e si diffondono in tutto il Piemonte fin dal quattrocento; in origine si consumavano soprattutto nei giorni di festa anche perché il numero elevato di tuorli previsti dalla ricetta ne fanno un piatto tutt’altro che leggero 😉
Scopriamo insieme come prepararli…e se cercate un altro primo piatto piemontese cliccate qui, e troverete i RAVIOLI DEL PLIN CON SUGO D’ARROSTO 🙂

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Per i tajarin:

  • 400 gFarina 00
  • 5Tuorli
  • 1Uovo intero
  • 2 cucchiaiOlio evo
  • 4 pizzichiSale fino

Per il sugo:

  • 200 gSalsiccia di Bra
  • 100 gcarne magra di vitello tritata
  • 100 gPassata di pomodoro rustica
  • 1Scalogno
  • 1/2Carota
  • 1/2costa di sedano
  • 1 ramettoRosmarino
  • 1 ciuffoSalvia
  • 1 fogliaAlloro
  • 1 bicchiereVino rosso o rosato
  • q.b.Olio extra vergine di oliva

Preparazione

  1. Iniziate preparando i tajarin.

    Sulla spianatoia disponete la farina a fontana; unite il sale fino, l’olio, i tuorli e le uova leggermente sbattute con una forchetta.

    Impastate a mano fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Coprire il panetto con della pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 20 minuti.

  2. Spolverate il piano di lavoro con della farina e stendete sottilmente la pasta con il mattarello (o con la macchinetta per la pasta).

    La sfoglia deve essere di circa 2 millimetri 🙂 Piegate la sfoglia su se stessa: iniziate dai bordi e ripiegateli fino a ottenere una striscia. Poi con un coltello molto affilato tagliate questa striscia arrotolata in fette sottilissime e realizzate i tagliolini.

    Se, invece, usate la macchina per la pasta, tirate la sfoglia fino al penultimo spessore. Quindi, con l’apposito strumento, ricavate i tagliolini 🙂

  3. Passate alla preparazione del condimento.

    Preparate un trito di scalogno, carota e sedano e fatelo appassire in un tegame con tre cucchiai di olio extra vergine di oliva. Unite la carne di vitello tritata e fatela rosolare per qualche minuto, bagnate con il vino e lasciate evaporare.

    Aggiungete la foglia di alloro ed un trito di salvia e rosmarino , quindi salate e pepate. Sbriciolate la salsiccia, unitela alla preparazione e fatela saltare brevemente.

  4. Aggiungete la passata di pomodoro rustica e continuate la cottura a fuoco moderato.

    Se il sugo dovesse restringersi troppo, aggiungete poco brodo alla volta oppure del vino bollente :-).

    Cuocete i tajarin in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con il sugo di salsiccia di Bra 😉

Consigli:

I tajarin cuociono davvero in pochissimi secondi quindi, non appena salgono in superficie, scolateli immediatamente 🙂 Inoltre vi consiglio di aggiungere nell’acqua di cottura un goccio d’olio per evitare che i tajarin si attacchino fra loro 🙂

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.