Crea sito

Crostata al limone, ricetta semplice

crostata limone

Pochi giorni fa in una delle serre di mio papà ho trovato una pianta piena zeppa di limoni. La crostata al limone è stato il mio primo pensiero vedendo quei fantastici frutti gialli e soprattutto sentendone il profumo inebriante. Ne  ho raccolti tre dei più maturi e grossi e il giorno dopo mi sono data da fare. la ricetta è vegan e perfetta per la merenda dei bambini.

Vedi anche:

Limone: mille proprietà, mille usi

Il limone è magico. Allevia i sintomi di mal di gola, raffreddore e influenza: per le loro proprietà antivirali e antibatteriche gli oli essenziali del limone sono efficaci nel contrastare le malattie infettive. Per stroncare un raffreddore sul nascere, ai primi sintomi, quando la gola inizia a pizzicare, si consiglia di mangiare un limone intero, buccia e semi compresi (di produzione biologica); in caso di mal di gola, si consiglia di fare gargarismi con il succo di limone. Se il naso è otturato, instillate alcune gocce di succo di limone direttamente nel naso.

Aiuta a digerire i grassi: il limone si è dimostrato utile a chi ha tendenza a formare calcoli alla cistifellea. Uno dei sintomi più frequenti è la difficoltà a digerire i grassi, dovuta alla presenza di piccoli calcoli. A digiuno o lontano dai pasti, bevete il succo di almeno tre limoni nell’arco della giornata.

Cura le affezioni della pelle: per le sue proprietà antivirali e antisettiche, il succo di limone favorisce la guarigione in caso di verruche, foruncoli, vescicole, afte, pustole, ferite e piaghe. Si consiglia di mettere sulla zona interessata qualche goccia di limone, due o tre volte il giorno.

Disinfetta: in caso di punture d’insetti (zanzare, pulci o altro) strofinate sulla zona interessata una fettina di limone.

Nello svezzamento: come tutti gli agrumi, il limone può essere introdotto nell’alimentazione del bambino all’ottavo mese. Una o due gocce di questo frutto possono però essere offerte anche nei mesi precedenti, in caso di singhiozzo. Si fa tuttavia eccezione a tali indicazioni se in famiglia vi sono predisposizioni alle allergie: in questi casi per offrire gli agrumi è bene aspettare dopo l’anno, anche qualora il bambino abbia il singhiozzo e comunque, sentire prima il proprio pediatra.

Grazie alle sue mucillagini, il succo di limone ammorbidisce la pelle e la nutre con gli oligoelementi di cui è ricco. Inoltre, grazie al suo contenuto di vitamina C, di acidi citrico e malico, la tonifica, riduce la secrezione di sebo e mantiene la giusta acidità.

 

INGREDIENTI:

  • 350 g di farina
  • 100 g di margarina
  • 100 g di zucchero
  • scorza di un limone
  • pizzico di sale

 

 Crema al limone (all’acqua):

1/2 litro di acqua bollita, 250 g di zucchero di canna, 50 g di margarina, 100 g di fecola, scorza e succo di 3 limoni.

  1. Preparate la pasta frolla. Lasciate riposare in frigo per una mezzora, avvolgendola nella pellicola.
  2. Nel frattempo preparate la crema al limone. Mettete a bollire 1/2 litro d’acqua  lasciatela raffreddare. Sciogliete la margarina, grattugiate la scorza dei limoni e spremeteli.
  3. Unite gradatamente tutti gli ingredienti in una ciotola (o nella planetaria come me). Infine versate il tutto nella pentola con l’acqua. Mettete sul fuoco a fiamma moderata e mescolate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema densa.
  4. A questo punto prendete 3/4 della pasta e stendetela in una teglia imburrata ed infarinata per crostata del diametro di 23-25 cm, o se preferite potete usare gli stampini singoli (ne escono 8-9, anche 10 in base alla forma), bucherellate il fondo e il bordo con una forchetta e riponetela in frigo ancora 10 minuti.
  5. A questo punto versate la crema all’interno e con l’altra parte della frolla ricavate delle strisce e decorate la crostata formando un reticolo o quello che più vi piace.
  6. Mettete in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.
  7. Lasciare raffreddare bene la crostata al limone prima di sfornare.

Mara Toscani

 

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.