Pane fritto

Pane fritto..o cotolette di pane..o frittelle di pane…chi di noi non lo ha mai mangiato, preparato dalle nostre mamme o dalle nostre nonne? Il pane fritto, si può dire, è la ricetta di recupero per eccellenza del pane raffermo, una di quelle ricette, che con la sua semplicità e i suoi pochi ingredienti, ci riporta indietro nel tempo!
Io lo adoro e lo faccio spesso e volentieri, anche perchè, gira e rigira, a casa mia avanza sempre pane e ci sono periodi che mi ritrovo sacchetti interi di pane raffermo da consumare! A volte ne faccio pangrattato, un po’ lo metto da parte per quando devo preparare le polpette, altre volte mi concedo queste buonissime frittelle di pane, sia in versione salata che in versione dolce.
Preparare il pane fritto è davvero semplicissimo: vi occorreranno pochi ingredienti e in men che non si dica otterrete delle frittelle morbide e saporite..e vi assicuro che difficilmente riuscirete a fermarvi al primo assaggio!
Per questa ricetta, l’ideale è utilizzare il pane raffermo, intendo proprio quello ormai duro e secco, ma se non lo avete e volete comunque provare la ricetta, potete anche utilizzare il pane fresco, ma dovrete avere l’accortezza di passarlo giusto un attimo nel latte, perchè altrimenti diventerebbe troppo morbido e difficile da friggere.
Bene, adesso passiamo subito alla ricetta e vediamo insieme come si preparano!

Seguimi anche su FacebookInstagram – Twitter –  Pinterest 
TORNA ALLA HOME.

pane fritto
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il pane fritto

  • 200 gpane raffermo
  • 2uova
  • 200 mllatte
  • 3 cucchiaiparmigiano Reggiano DOP
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.olio di semi di girasole (per friggere)

Strumenti

  • Ciotola
  • Padella
  • Carta assorbente

Preparazione del pane fritto

Vediamo insieme come si prepara questo buonissimo pane fritto, una ricetta perfetta per recuperare il pane avanzato, che veniva preparata già dalle nostre nonne!
  1. Preparate due piatti fondi: in uno mettete il latte, nell’altro rompete le uova, mettete il formaggio grattugiato, sale, pepe e prezzemolo tritato.

    Un piccolo trucchetto per “rompere” i legami delle uova e facilitare la panatura è quello di aggiungere 2-3 cucchiaiate di acqua prima di sbatterle..vedrete che in questo modo il pane verrà rivestito meglio e in maniera più uniforme (questo trucchetto potete usarlo per qualsiasi impanatura, anche per esempio quando preparate le cotolette)

  2. Mettete a scaldare abbondante olio di semi di girasole.

    Per controllare la temperatura dell’olio ottimale, vi basterà tuffare nell’olio, una goccia di uovo: se risale subito a galla formando delle bollicine, l’olio è pronto.

  3. Mettete le fettine di pane raffermo nel latte, girandolo da entrambi i lati.

    Se il pane è molto duro, lasciatelo per qualche secondo in più in modo che si ammorbidisca leggermente.

  4. Passate poi le fettine di pane nell’uovo, scolate l’eccesso e friggetele subito.

    Se volete, invece, un effetto esterno più croccante, dopo averle passate nell’uovo, potete passare le fettine di pane anche nel pangrattato.

  5. Fatele dorare da entrambi i lati, poi scolatele bene e mettetele su carta assorbente.

    Salate leggermente il pane fritto…e gustatelo caldissime, appena fritto, o tiepido!

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.