Crea sito

Frittelle lievitate di zucca e speck

Le frittelle di zucca e speck sono delle frittelle lievitate che hanno la zucca nell’impasto e sono arricchite da filetti di speck..uno sfizio davvero irresistibile per gli amanti delle ricette con la zucca e soprattutto per gli amanti del salato!

Le frittelle alla zucca sono molto semplici da preparare, ma per rendere ancora più morbide vi consiglio di far fare loro una lievitazione lenta: in questo modo, oltre ad essere più soffici, saranno anche molto più digeribili!

Come per tutti i fritti, è necessario friggerle in abbondante olio di semi (di girasole o di arachide), mantenendo la temperatura di quest’ultimo costante (intorno ai 170°-180°) per evitare che si cuociano troppo velocemente e rimangano crude all’interno. L’idea sarebbe avere un termometro da cucina o una friggitrice (ultimamente ho acquistato questa piccola friggitrice, economica, consuma poco olio ed è comodissima), ma se non l’avete vi consiglio di utilizzare una pentola dal fondo pesante (che conduce meglio il calore) e di friggere a fuoco medio. Se vi rendete conto che le frittelle si scuriscono troppo velocemente, vuol dire che la temperatura dell’olio è troppo alta, per cui abbassate la fiamma e attendete qualche minuto.

Bene, adesso passiamo subito alla ricetta e vediamo insieme come si preparano queste buonissime frittelle di zucca e speck!

Seguimi anche su FacebookInstagram – Twitter –  Pinterest 
TORNA ALLA HOME.

frittelle di zucca
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
1.042,64 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 1.042,64 (Kcal)
  • Carboidrati 38,14 (g) di cui Zuccheri 3,30 (g)
  • Proteine 10,04 (g)
  • Grassi 97,08 (g) di cui saturi 10,64 (g)di cui insaturi 80,17 (g)
  • Fibre 1,37 (g)
  • Sodio 820,00 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per preparare le frittelle di zucca e speck

  • 250 gfarina 00
  • 90 gzucca
  • 130 gacqua
  • 8 gsale
  • 5 glievito di birra fresco
  • 1 cucchiainozucchero
  • 10 golio extravergine d’oliva
  • 70 gspeck
  • 500 mlolio di semi di girasole

Strumenti per preparare le frittelle di zucca salate

  • Planetaria
  • Vaporiera
  • Tegame
  • Schiumarola

Preparazione delle frittelle di zucca e speck

Vediamo insieme come preparare le frittelle di zucca e speck.
  1. Pulite la zucca, tagliatela a dadini e cuocetela a vapore per circa 20 minuti.

    In alternativa, potete lessarla per circa 15 minuti e poi farla scolare bene.

    Lasciatela raffreddare, poi frullatela per qualche secondo e mettetela nella ciotola della planetaria.

  2. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero e versatela nella planetaria insieme alla zucca.

    Unite anche l’olio e azionate il gancio della planetaria a velocità minima.

  3. Versate poco alla volta, con il gancio in movimento, la farina e, per ultimo il sale.

    Lavorate l’impasto per circa 10 minuti o, comunque, fino a che l’impasto non sarà ben incordato (cioè quando si sarà attaccato al gancio e si staccherà dalle pareti della ciotola).

    Negli ultimi minuti, unite anche lo speck a cubetti o listarelle e fatelo incorporare all’impasto.

    Otterrete un impasto molto morbido e un po’ appiccicoso.

  4. Mettete l’impasto in una ciotola leggermente oliata, coprite con la pellicola trasparente e fate lievitare fino al raddoppio.

    Trascorso il tempo della prima lievitazione, sgonfiate l’impasto, lavorandolo delicatamente e procedete con la seconda lievitazione.

  5. Quando l’impasto delle frittelle lievitate di zucca sarà nuovamente raddoppiato, preparate un tegame dal fondo pesante e versatevi abbondante olio di semi di girasole.

    Fatelo scaldare per qualche minuto (se avete il termometro da cucina, potete controllare che arrivi a 170°). Per controllare se l’olio è pronto, mettete una piccola quantità di impasto: quando risalirà a galla velocemente facendo bollicine, vuol dire che l’olio ha raggiunto la giusta temperatura.

  6. Con un cucchiaio o con le mani leggermente unte di olio, prendete delle piccole quantità di impasto (non fatele troppo grosse, perchè si gonfiano molto in cottura) e tuffatele nell’olio.

    Friggete poche frittelle di zucca per volta, rigirandole spesso fino a che non saranno gonfie e ben dorate.

    Come già detto sopra, se vi rendete conto che si scuriscono troppo velocemente, abbassate la fiamma e fate scendere un po’ la temperatura dell’olio, altrimenti rischiate di avere delle frittelle crude all’interno.

  7. Man mano che sono pronte, poggiatele su un vassoio coperto di carta assorbente o, ancora meglio su una gratella (in questo modo saranno più croccanti).

    Proseguite così fino all’esaurimento degli ingredienti.

  8. Mangiate le vostre frittelle di zucca e speck calde o tiepide..vedrete che bontà!

Varianti:

  1. – Se volete accentuare il colore “dorato” delle frittelle di zucchine, potete aggiungere all’impasto un mezzo cucchiaino di curcuna o una bustina di zafferano (sciolto in qualche cucchiaio di acqua calda).

    – Potete sostituire lo speck con pancetta, prosciutto crudo o cotto.

    – Come tutti i fritti, le frittelle di zucca sono buonissime appena fatte, calde e fumanti. Il giorno dopo tendono ad essere meno soffici, ma vi basterà metterle qualche minuto nel microonde o nel forno 10 minuti a 100° e torneranno ad essere fragranti!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.