Pasta con colatura di alici di Cetara

La pasta con colatura di alici è un primo piatto veloce e facilissimo, forse il modo migliore – sicuramente il più semplice – per gustare la colatura di alici di Cetara, un prodotto d’eccellenza della costiera amalfitana. Dal bel colore ambrato e dal sapore salino e leggermente affumicato, la colatura di alici è un ingrediente molto pregiato e pertanto va esaltato accostandolo a sapori non eccessivamente coprenti: una semplice pasta aglio, olio e peperoncino è una delle scelte più indicate.


I segreti per un’ottima pasta con la colatura di alici sono pochi: un bel soffritto di aglio e peperoncino (magari fresco, se ne avete, che è più profumato), pasta scolata molto al dente, in modo che termini la cottura in padella, e un po’ della sua acqua di cottura per mantecarla, che favorirà la formazione di un sughetto quasi cremoso. La colatura di alici non deve cuocere, per cui la cosa migliore è aggiungerla dopo aver impiattato la pasta. Altro accorgimento importantissimo per preparare la pasta con colatura di alici è non salare l’acqua di bollitura della pasta, o salarla pochissimo, poiché la colatura di alici è già sufficientemente salata. Una bella manciata di prezzemolo fresco tritato e la pasta con colatura di alici è pronta!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 360 gSpaghetti (o linguine (per me senza glutine))
  • 6 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1 spicchioAglio
  • 1Peperoncino (piccante)
  • q.b.Prezzemolo

Strumenti

  • 1 Pentola
  • 1 Padella
  • 1 Coltello
  • 1 Colino / Scolapasta
  • 1 Cucchiaio

Come preparare la pasta con colatura di alici di Cetara

  1. Per preparare la pasta con colatura di alici di Cetara iniziate lessando la pasta in abbonante acqua non salata; nel frattempo sbucciate l’aglio e tritate il peperoncino. Metteteli in un’ampia padella con l’olio (1). Fateli soffriggere per un minuto circa, inclinando la padella in modo da farli dorare bene (2). Scolate la pasta molto al dente, tenendo da parte un po’ della sua acqua di cottura, e trasferitela nella padella (3).

  2. Fate terminare la cottura della pasta con colatura di alici in padella a fiamma vivace, aggiungendo un po’ di acqua di cottura per mantenerla sempre molto umida (4). Quando la pasta sarà cotta e il condimento si sarà ben amalgamato agli spaghetti, spegnete il fuoco e unite il prezzemolo tritato (5). Trasferite la pasta con la colatura di alici in una zuppiera o nei singoli piatti e unitevi un cucchiaio di colatura di alici a persona (6).

  3. Servite la pasta con colatura di alici di Cetara subito.

Note

Cos’è la colatura di alici

La colatura di alici di Cetara, presidio slow food, è un prodotto molto antico: veniva preparato come oggi già dal XIII secolo, ma un prodotto analogo pare fosse diffusa già nell’antica Roma. Come detto si tratta di un ingrediente molto pregiato e anche abbastanza costoso, proprio per il fatto che la sua preparazione è lunga e laboriosa: le alici, private della testa, vengono disposte a strati con il sale grosso in ampi barili e con un peso a schiacciarle, per un periodo di tempo che può andare anche maggio a ottobre. Il liquido di macerazione delle alici è la famosa colatura.

colatura di alici di Cetara delfino Se non vi trovate nella zona di produzione, potete acquistarla online, ad esempio su Amazon. Io uso quella della Delfino, ottima per ogni preparazione. Si conserva a lungo a temperatura ambiente e ne bastano poche gocce per dare sapore ai vostri piatti.

In questo articolo sono presenti link di affiliazione

4,1 / 5
Grazie per aver votato!

3 Risposte a “Pasta con colatura di alici di Cetara”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.