le tette delle monache, la mia versione

Aiutami a condividere....
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

Difficile riproporre questo dolce che qui in Abruzzo esiste nella versione a tre punte ed è chiamato ” le sise delle monache” nativo della zona di Guardiagrele.

Lette diverse ricette e recensioni pare non sia un dolce di facile esecuzione, io ne ho realizzato una mia comunque uscita abbastanza bene, per cui ve la propongo…..

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20 circa minuti
  • Porzioni:
    8 pirottini grandi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

CREMA PASTICCERA

  • 5 tuorli
  • 70 g Farina 00
  • scorza di limone non trattato
  • 250 g Zucchero
  • 1 l Latte
  • q.b. Burro

Preparazione

preparare la crema pasticcera

  1.  

    1. Mettere a riscaldare il latte con la scorza del limone.

      Lavorare i tuorli con lo zucchero ed aggiungere la farina setacciata.

  2. Far assorbire bene e versare il latte tiepido con un colino per trattenere la buccia del limone.

    Mescolare.

    Rimettere sul fuoco a fiamma bassa e rimestare continuamente per evitare la formazione di grumi con una spatola in legno.

  3. Quando la crema si è addensata e sta per prendere il bollore, togliere dal fuoco ed aggiungere una noce di burro, mescolando fino a che non si scioglierà.

    Attendere il completo raffreddamento prima di utilizzarla, girando di tanto in tanto.Tenere da parte.

preparare le tette delle monache

  1. In una ciotola unire le farine allo zucchero a velo, aggiungere le uova e lavorare fino ad ottenere un composto spumoso e gonfio.

  2. Sistemare i pirottini nel loro stampo o sulla teglia da forno rivestita di carta, distribuire il composto con una sac-a-poche a bocchetta media cercando di creare la punta al centro del dolce.

  3. Infornare in forno caldo a 180° per circa 20 minuti o fino a quando saranno ben dorati.

    Occhio a non aprire il forno durante la cottura per non far sgonfiare i dolci.

    A fine cottura estrarne solo uno per controllare che non si sgonfi.

     

  4. Far raffreddare e farcire con la crema pasticcera tagliando le paste a metà oppure con una sac-a-poche, inserendola dal fondo.

    Servire spolverizzate con zucchero a velo e buon appetito!

1,181 Visite totali, 4 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Parmigiana di pollo Successivo I PRODOTTI DEL TERRITORIO: LA ZUPPA DI LENTICCHIE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.