Ravioli del plin fatti in casa

Oggi vi ingolosisco con i ravioli del plin: la loro preparazione richiede un po’ di tempo ed un po’ di manualità ma il risultato vi ripagherà di tutti gli sforzi 😉

Il termine plin, in dialetto, significa “pizzicotto” e indica il caratteristico gesto del pizzicare la pasta con le dita per ottenere questo tipico formato di pasta fresca piemontese 😉

Scopriamo insieme come realizzare i ravioli del plin!

Ravioli del plin fatti in casa, cucina con sara
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:2 ore
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

Per la sfoglia:

  • Farina 00 300 g
  • tuorli 3
  • uova intero 1
  • semola di grano duro rimacinata q.b.

Per il ripieno:

  • lonza di maiale 200 g
  • polpa di vitello 250 g
  • cosce di coniglio 200 g
  • sedano 100 g
  • spinaci 30 g
  • carote 300 g
  • uovo 1
  • cipolla grande 1
  • parmigiano 20 g
  • sale fino e pepe nero q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • brodo vegetale q.b.

Preparazione

  1. Iniziate preparando la pasta fresca all’uovo. Su una spianatoia disponete a fontana la farina setacciata; fate un buchino al centro ed unite i tuorli e l’uovo intero. Cominciando dall’interno, sbattete leggermente le uova con una forchetta; quindi lavorate gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

  2. Nel caso l’impasto dovesse risultare leggermente duro, aggiungete uno o due cucchiai di acqua tiepida e continuate a impastare fino a quando non risulterà liscio e compatto 😉

    Coprite la pasta fresca con la pellicola e fatela riposare in un luogo fresco per circa 1 ora.

  3. Nel frattempo passate alla preparazione del ripieno. Tritate grossolanamente le carote, il sedano, la cipolla e tenetele da parte.

    Eliminate la parte grassa dei vari tipi di carne. In una padella scaldate qualche cucchiaio d’olio e lasciate rosolare la lonza di maiale e la polpa di vitello fino a quando non risulteranno ben dorate.

    In un’altra padella rosolate le cosce di coniglio in due cucchiai di olio, fino a quando saranno ben dorate. Unite poi tutti i tipi di carne in un’unica e capiente pentola.

  4. Unite anche le carote, il sedano e la cipolla. Regolate di sale e pepe; aggiungete un mestolo di brodo, coprite con un coperchio e fate cuocere (a fuoco basso) per circa 1 ora.

    Se necessario, aggiungete brodo durante la cottura. Quando le carni saranno cotte toglietele dalla pentola e fatele raffreddare.

  5. Nel frattempo cuocete gli spinaci in una padella con un filo d’olio finchè saranno appassiti (ci vorranno circa 5 minuti).

    Disossate il coniglio e tagliate a pezzi la lonza di maiale e la polpa di vitello; mettete le carni in un mixer e tritatele; unite poi l’uovo, le verdure ed il formaggio. Aggiustate di sale e di pepe e, se necessario aggiungete un po’ di brodo.

    Frullate tutte gli ingredienti fino ad ottenere un ripieno molto denso e compatto.

  6. Ora passate alla preparazione dei ravioli del plin; stendete la pasta in sfoglia molto sottili. Sulla metà inferiore di ogni sfoglia disponete una pallina di ripieno da circa 20 grammi, lasciando uno spazio di 2 centimetri tra ogni pallina.

    Ripiegate la pasta su se stessa dal verso lungo e pizzicate con le dita i lembi di pasta ai lati delle palline di ripieno.

    Con una rotella tagliate la pasta nel senso della lunghezza a pochi millimetri dal ripieno.

  7. Disponete i ravioli del plin su un vassoio spolverizzato con la semola, quindi cuoceteli in abbondante acqua salata per pochi minuti.

Note

Se volete potete surgelare i ravioli del plin; disponeteli su un vassoio, ben distanziati gli uni dagli altri e ben spolverizzati con la semola di grano duro. Copriteli con la pellicola e metteteli in congelatore. Quando saranno congelati trasferiteli in sacchetti per alimenti 😉

Precedente Pane in cassetta, ricetta con lievito di birra Successivo Ricetta focaccine con mortadella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.