Crea sito

CREMA PASTICCERA per crostate

 

La crema pasticcera è una preparazione fondamentale per la pasticceria italiana, ma non tutte le creme sono uguali. Per esempio variando la quantità di tuorli si ottiene una crema più o meno ricca e corposa; la variabili sono davvero tante anche perchè al posto del latte è possibile utilizzare altri liquidi: dai succhi di frutta ai liquori e persino l’acqua.

Nella versione che vi propongo oggi la crema pasticcera che otterrete è perfetta per farcire crostate, crostatine o tartellette da decorare poi con una cascata di frutta fresca oppure anche con delle gocce di cioccolato o del crumble al cacao.

La crema pasticcera per crostate è una crema morbida e vellutata, con una consistenza fluida e setosa, ideale per creare il contrasto ottimale con la friabilità della pasta frolla.

Come base per la crostata potete utilizzare la frolla che preferite; provate a dare una sbirciata alla RACCOLTA DI RICETTA DI PASTA FROLLA in cui trovate varianti al cacao, light, integrali, senza glutine, ecc.

Cosa fare con gli albumi avanzati?

Basta scegliere una delle tante ricette, suddivise in base al numero di albumi da utilizzare, che trovate in QUESTO ARTICOLO: come USARE GLI ALBUMI AVANZATI?

CREMA PASTICCERA per crostate
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 250 g Latte
  • 85 g Zucchero
  • 40 g Tuorli (circa 2)
  • 15 g Amido di mais (maizena)
  • 10 g Farina
  • Scorza di limone
  • Vanillina

Preparazione

  1. Fate scaldare il latte con metà dello zucchero, la scorza di circa 1/4 di limone e la vanillina. Mantenete la fiamma bassa, mescolate per far sciogliere lo zucchero e, non appena il latte arriva a bollore spegnete il fuoco. Lasciate riposare circa 15 minuti.

    se usate la bacca di vaniglia invece della vanillina:

    Incidete la bacca di vaniglia (per questa dose di crema pasticcera ne basta mezza) ed estraete i semi raschiandoli con un coltello a lama liscia; mettete i semi nel latte e lasciate in infusione anche la bacca.

  2. In una ciotola a parte setacciate la farina con l’amido e mescolatela con il restante zucchero.

    questo passaggio e’ importante per evitare la formazione di grumi.

    Aggiungete i tuorli e lavorate il composto con una frusta in modo da renderlo cremoso.

  3. Eliminate dal latte la scorza di limone e l’eventuale bacca di vaniglia; valutate se è necessario filtrarlo in modo da evitare che nella crema finiscano pezzetti di scorza di limone o i filamenti della vaniglia.

    Versate il latte a filo sulla crema e mescolate. Rimettete il composto sul fuoco e, sempre a fuoco dolce, fate addensare continuando a mescolare.

    se non si mescola o se il fuoco e’ troppo alto la crema attacca alla pentola e brucia.

  4. Quando la crema raggiunge la consistenza di uno yogurt versatela in una ciotola pulita, meglio se di alluminio o di vetro.

    tenete conto che, raffreddando, la crema si rassoda ulteriormente

  5. CREMA PASTICCERA per crostate

    Coprite subito la crema pasticcera con della pellicola a contatto; dovete fare in modo che non restino bolle d’aria tra la pellicola e la crema. Fate raffreddare il più velocemente possibile, fuori dalla finestra se è inverno o in frigorifero, e utilizzatela per farcire il guscio della crostata o delle tartellette solo quando è ben fredda.

Ti piace Profumo di Vaniglia?

Se volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: FacebookInstagramTwitterPinterest

Cibo per la mente

Il maestro offrì una soluzione perfetta a una coppia di sposi che non faceva che litigare.

Disse: “Smettete di reclamare come un diritto ciò che potete chiedere come un favore”.

Un minuto di saggezza, Anthony de Mello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.