Cilento Blogtour

Eccomi qua!! Di nuovo a cercare di raccontare e farvi rivivere la mia esperienza che ho vissuto grazie all’ Associazione Italiana Food Blogger e a Dieta del Cilento,nel mese di ottobre nel paradiso..il paradiso ha il nome di Cilento. A pochi chilometri dalla splendida Costiera Amalfitana , si estende la Costiera Cilentana..ho vissuto questa splendida esperienza molto costruttiva con altre compagne foodbloggher: Stefania,Sara,Leyla,Marina e Anna Laura.La prima tappa è stata Paestum, un’antica città della Magna Grecia chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone. Racchiusa da mura greche, ricostruite nell’arco della storia..Paestum è sempre stato uno dei siti archeologici che avrei voluto visitare e quando mi si è posta l’occasione,non c’ho visto più..stare in quel luogo evocava strane sensazioni..l’idea di camminare su un mondo appartenuto in un’epoca lontana ma sentirlo così vicino..davvero indescrivibile!! La nostra guida Joseph Valentino,ci ha dato la possibilità di immergerci nella storia grazie ai suoi racconti ricchi di minuziosi particolari e emozioni che riusciva a trasmetterci. Il sito archeologico conserva i meravigliosi e ben tenuti resti dei tre meravigliosi templi : il Tempio di Atena, il Tempio di Nettuno e il Tempio di Era. Con noi c’erano anche Giulia e Gladys nostre compagne per tutta la durata del tour nonchè la figlia e la nipote di Marinella Schiavo e Giancarlo Leone proprietari dell’Hotel La Playa che ci ha ospitati.

paestumIl viaggio prosegue verso il paese di Acciaroli,nel comune di Pollica..un paesino davvero incantevole completamente sul mare,bandiera blu da più di 20 anni per le sue splendide acque. Piccola sosta all Hotel La Playa,dobbiamo sbrigarci, ci attende l’aperitivo nella Torre Angioina sempre di proprietà della Famiglia Schiavo..l’aperitivo comprende 4 vini bianchi derivanti dall’uvaggio del Fiano e 4 vini rossi derivanti dall’ Aglianico,spiegati dettagliatamente da Giuseppe Fiore, proprietario dell’azienda vitivinicola Cantine Barone .Emozioni suggestive in una torre tutta medioevale,una compagnia splendida,e dei vini piacevoli che accompagnano degli antipastini di mare che si lasciano mangiare a meraviglia.

torre angioina

Proseguiamo la serata a cena al ristorante Il Rosso e Il Mare, di Antonio Vassallo,titolare giovanissimo accompagnato da una grande passione per il cibo e orgoglioso del luogo incantevole in cui vive..ci offre un’ottima cena di mare con le sue portate a base di alici di menaica appartenenti al Presidio Slow Food del Cilento..la loro caratteristica sta nel metodo di pesca: una volta intrappolate nella rete perdono velocemente gran parte del loro sangue donandole un gusto delicato e particolare..e fatto molto importante,non si utilizzano né il ghiaccio né altri tipi di refrigerante per il trasporto..vanno lavorate immediatamente: prima si lavano in salamoia e poi si dispongono in vasetti di terracotta, alternate a strati di sale,quindi inizia la stagionatura,qui le alici devono maturare, ma senza asciugare troppo, almeno tre mesi.Le alici di menaica sotto sale si distinguono per la carne chiara che tende al rosa e per il profumo intenso e delicato, che le rende assolutamente uniche.

Il rosso e il mare

Il giorno dopo,si parte con una colazione da re dove fa da padrona la splendida vista mare: ciambelle e crostate fatte in casa, ricottine di bufala e formaggio primo sale accompagnate da miele e confetture rigirosamante tutto fatto in casa..e qua entra in gioco l’Aloe..un centrifugato di mirtilli,miele e Aloe vera,tutto curato e preparato al momento;un pieno di energie per affrontare queste giornate di duro lavoro  😉 .

Colazione

Il seguito potrete leggerlo nel mio prossimo post,per adesso mi fermo qui!!

 

 

 

 

(Visited 98 times, 4 visits today)
Precedente Dolce alle pere Successivo Fegato alla veneziana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.