Risotto cacio e pepe

Primo piatto semplice e gustoso della cucina romana

Il risotto cacio e pepe è un primo piatto facile e saporito, la cui ricetta, costituita da pochi semplici ingredienti, trae origine dalla pasta cacio e pepe, uno dei piatti più noti della cucina romana. Il risotto cacio e pepe con la sua cremosità e il gusto leggermente pungente è il piatto ideale per stupire i vostri ospiti in ogni occasione, dalla più informale alla più elegante.

Nonostante le origini tutto sommato povere del piatto, il risotto cacio e pepe se ben eseguito può risultare anche un piatto gourmet: non a caso, alcuni grandi chef  – su tutti Cannavacciuolo – si sono cimentati in questa ricetta e l’hanno resa popolare. Il risotto cacio e pepe è sì una ricetta semplice, ma per riuscire a realizzarla al meglio dobbiamo seguire alcuni piccoli accorgimenti sia nella preparazione che nella scelta degli ingredienti, che esaminerò nel dettaglio a fine ricetta.

risotto cacio e pepe ricetta romana e consigli il chicco di mais
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    17 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 360 g Riso Carnaroli
  • 60 g Pecorino romano
  • 30 g Burro
  • q.b. Pepe nero

Preparazione

Ricetta del risotto cacio e pepe

  1. Per preparare il risotto cacio e pepe iniziate grattugiando il pecorino e tenendolo da parte. Il pepe invece è meglio macinarlo al momento dell’uso. Tostate il riso a secco (1).

    Come tostare il riso a secco

    La tostatura a secco del riso permette ai chicchi di rimanere integri durante la cottura. Procedete in questo modo: prendete una casseruola dal fondo spesso e mettetela sul fuoco, senza aggiungere burro o olio. Versatevi il riso e mescolatelo spesso, lasciandolo tostare per un paio di minuti. Per verificare che sia ben tostato potete toccarlo: deve risultare caldo. Procedete quindi a sfumarlo.

    Sfumate il riso con un po’ di brodo vegetale caldo (2). Salatelo pochissimo e cuocetelo per circa 15 minuti mescolandolo di tanto in tanto e aggiungendo altro brodo quando quello messo in precedenza sarà stato assorbito (3).

    risotto cacio e pepe ricetta romana e consigli il chicco di mais 1 tostare il riso a secco
  2. Quando il riso sarà quasi cotto procedete alla mantecatura: unite il burro a pezzetti (4), spegnete il fuoco e mescolate per un minuto circa, finché il burro non si sarà bene amalgamato al riso. Aggiungete quindi il pecorino grattugiato e il pepe macinato al momento (5) e continuate a mantecare il risotto cacio e pepe per un minuto circa, fino a che tutti gli ingredienti non si siano amalgamati alla perfezione. Durante quest’ultimo passaggio assaggiate e, se serve, regolate di sale.

    risotto cacio e pepe ricetta romana e consigli il chicco di mais 2 mantecare con pecorino e pepe
  3. Servite il risotto cacio e pepe subito, guarnito con altro pepe nero fresco macinato e con qualche scaglia di pecorino.

Risotto cacio e pepe: la scelta degli ingredienti

  1. Come detto pochi sono gli ingredienti per il risotto cacio e pepe, ma devono essere scelti con cura.

    Il pecorino

    Per il risotto cacio e pepe si usa il pecorino romano, che dovrebbe essere preferibilmente non troppo stagionato, per non rischiare che il risotto risulti eccessivamente salato. A tal fine è opportuno salare molto poco il riso e il brodo, aggiustando il sale eventualmente a fine cottura. Importante è che la mantecatura con il pecorino avvenga a fiamma spenta.

  2. Il pepe

    Come per la pasta, anche per il risotto cacio e pepe il pepe deve essere rigorosamente nero, in grani e macinato al momento, per non perdere tutto il suo aroma. La dose varia un po’ in base ai gusti, per questo vi consiglio di non esagerare con la quantità in fase di mantecatura, e di aggiungerne un po’ sul piatto finito, portando in tavola il macinapepe in modo che ogni commensale possa aggiungerne a piacere.

    Il brodo

    Per il risotto cacio e pepe io utilizzo generalmente un brodo vegetale semplice, preparato con cipolla, sedano e poca carota: questo sia perché i sapori del brodo non devono essere coprenti, sia per un fatto puramente estetico, ossia per evitare che il risotto cacio e pepe perda il suo bel colore bianco. Alcuni utilizzano anche un brodo di carne leggero, ma vi dirò che, in mancanza di brodo, a volte ho preparato il risotto cacio e pepe anche utilizzando della semplice acqua calda. Essendo già di per sé saporito, la mancanza del brodo non si sente poi tanto.

    v_ risotto cacio e pepe ricetta romana e consigli il chicco di mais
  3. Il burro

    Se vogliamo essere fedeli alla tradizione, potremmo preparare il risotto cacio e pepe senza burro, mantecandolo solo con pecorino e pepe, proprio come si fa per la pasta. Io l’ho provato in entrambi i modi, ma devo dire che lo preferisco con un po’ di burro, sia perché ovviamente risulta più cremoso, sia perché ne addolcisce leggermente il sapore.

    Il riso

    Come per ogni buon risotto, anche per quello cacio e pepe è fondamentale usare un riso di qualità, carnaroli o arborio. Queste due varietà sono le più indicate perché, ricche di amido, vi consentiranno di ottenere un risotto cacio e pepe cremoso, anche usando poco burro o eliminandolo del tutto. La tostatura a secco, ossia senza aggiungere grassi come olio o burro, permette ai chicchi di rimanere integri durante la cottura.

Note

Se ti è piaciuta la ricetta del risotto patate e pancetta segui il Chicco di Mais anche su Facebook Twitter e Pinterest; inoltre qui trovi lo speciale dedicato alla cucina romana e qui tutte le ricette di risotti!

Precedente Carciofi alla pizzaiola Successivo Chiacchiere senza glutine

Un commento su “Risotto cacio e pepe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.