Crea sito

Pasta alla amatriciana

La pasta alla amatriciana è uno dei primi piatti più famosi della cucina laziale. La ricetta originale proviene da Amatrice, un paese del reatino, ed ha origini molto antiche: in passato era costituita semplicemente da pasta, pecorino e guanciale. Solo in seguito alla scoperta dell’America e all’arrivo del pomodoro in Europa si è cominciato a preparare la pasta alla amatriciana così come la conosciamo oggi.
Come tutti i grandi classici la pasta alla amatriciana subisce spesso numerose varianti, specialmente allontanandosi dal suo territorio di origine: c’è chi mette nella ricetta l’aglio o la cipolla, chi sostituisce il guanciale con la pancetta, chi non mette pecorino… Ognuno ha i suoi gusti, ma se volete preparare la pasta alla amatriciana secondo la ricetta originale dovete usare solo un filo di olio, guanciale, pomodoro e pecorino romano. Il guanciale infatti, molto più saporito della pancetta, garantisce al sugo un gusto eccezionale senza bisogno di aglio e cipolla, mentre l’aggiunta di pecorino dà alla amatriciana il suo caratteristico sapore. Potete preparare la pasta alla amatriciana con il formato di pasta che preferite: gli spaghetti sono un grande classico, ma io amo particolarmente anche i bucatini e i rigatoni romani, che raccolgono il sugo e il guanciale al loro interno.

pasta alla amatriciana ricetta originale di Amatrice cucina romana cucina laziale il chicco di mais
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Se siete celiaci, oltre alla pasta che deve essere ovviamente glutenfree, controllate anche che il guanciale abbia in etichetta la scritta “senza glutine”.
  • 360 gSpaghetti (o bucatini o rigatoni)
  • 180 gGuanciale (tagliato a fette spesse)
  • 1/2 bicchiereVino bianco secco
  • 350 gPomodori pelati (oppure passata di pomodoro)
  • 4 cucchiaiPecorino romano (grattugiato)
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicoSale

Strumenti

  • 1 Tagliere
  • 1 Coltello
  • 1 Padella
  • 1 Pentola
  • 1 Mestolo forato

Come preparare la pasta alla amatriciana secondo la ricetta originale

  1. Pasta alla amatriciana ricetta romana Il chicco di mais 1

    Per una buona pasta alla amatriciana scegliete un guanciale di qualità: deve avere il grasso molto bianco e una buona percentuale di parte magra (quello che ho trovato questa volta era particolarmente magro, in genere la parte grassa è un po’ più prevalente). Eliminate la cotenna, se ce l’ha, e tagliatelo a cubetti o a listarelle (1). Fate scaldare l’olio in un’ampia padella, quindi aggiungete il guanciale (2) e fatelo soffriggere a fuoco basso per due o tre minuti, finché sarà dorato e il grasso sarà diventato trasparente (3). Fate molta attenzione alla rosolatura del guanciale, fondamentale per la buona riuscita della ricetta: se infatti non è ben cotto risulterà sgradevole al sapore.

  2. Appena il grasso sarà trasparente sfumate con il vino bianco (4) e lasciate evaporare per un minuto circa. Scolate quindi il guanciale e mettetelo da parte (5). Aggiungete nella padella la passata di pomodoro (6), salate e fate cuocere coperto per circa 15-20 minuti a fuoco medio. Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata.

  3. Pasta alla amatriciana ricetta romana Il chicco di mais 3

    Quando il sugo della amatriciana si sarà addensato rimetteteci il guanciale (7) e un cucchiaio di pecorino grattugiato (8). Mescolate bene. Scolate la pasta al dente e conditela con il sugo alla amatriciana in un’ampia zuppiera (9).

  4. Servite la pasta alla amatriciana spolverizzata con abbondante pecorino grattugiato.

Note

Conservazione

Il sugo della pasta alla amatriciana si può conservare in frigorifero chiuso in un barattolo di vetro per un paio di giorni.

Consigli

La pasta alla amatriciana è costituita da pochi semplici ingredienti, la cui qualità è fondamentale per una buona riuscita del piatto. Lo stesso discorso vale per altri piatti della tradizione laziale e romana, come la carbonara o la gricia.

Se cercate altre ricette della cucina romana e laziale le trovate qui!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

9 Risposte a “Pasta alla amatriciana”

    1. Sì il vino rosso ha un gusto forte, che rischia di coprire un po’ gli altri sapori. Ma se piace o se si è sprovvisti di vinco bianco ve benissimo 🙂

  1. aaaaaahhhhhhhh io adoro la pasta alla’amtriciana….è il mio piatto preferito!!ne mangerei 10 piatti….mamma mia!!!però la preferisco con la pancetta,lo so che è un sacrilegio dirlo,ma purtroppo mi piace di più!!bravissima cara….:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.