Crea sito

Crocchette di patate con mozzarella

Le crocchette di patate con mozzarella sono uno degli streetfood più comuni e amati del nostro paese: trovano posto infatti sia nella tradizione romana, dove tra le altre cose vengono servite come antipasto insieme ai supplì in ogni pizzeria che si rispetti, sia al sud (Napoli, Sicilia) dove spesso sono chiamate crocchè. Le crocchette di patate si possono preparare in versione “semplice” – meglio note forse come polpette di patate – oppure possono essere farcite con un po’ di mozzarella, che rende il loro interno goloso e filante; a volte l’impasto delle crocchette di patate viene arricchito anche con cubetti di prosciutto cotto oppure con piselli.
Io vi propongo la mia versione preferita: crocchette di patate con mozzarella filante, una ricetta vegetariana che potete realizzare sia fritta che al forno. A fine articolo, inoltre, vi svelo qualche piccolo segreto per ottenere delle crocchette di patate che non si rompono in cottura, ma che risultano belle compatte pur rimanendo morbide. Con questa ricetta non correrete il rischio che la mozzarella fuoriesca in cottura e potrete portare in tavola delle crocchette di patate dalla forma perfetta!

crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte con il trucco per non farle aprire in cottura il chicco di mais
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni16 pezzi
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Se siete celiaci, oltre ad usare pangrattato senza glutine, assicuratevi che la fecola di patate riporti in etichetta la scritta “senza glutine”.

Per l’impasto delle crocchette

  • 800 gPatate
  • 1Uovo (medio)
  • 50 gParmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 30 gFecola di patate (circa)
  • 1 ciuffoPrezzemolo
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • q.b.Noce moscata
  • 100 gMozzarella

Per impanare e cuocere

  • 1Uovo
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Pangrattato
  • q.b.Olio di semi di arachide (per friggere; per la cottura in forno un filo di olio extravergine di oliva)

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Forno a microonde oppure Pentola normale o a pressione
  • 1 Schiacciapatate oppure Passaverdure
  • 1 Pentola dal fondo spesso per friggere oppure 1 Teglia per la cottura in forno
  • Carta assorbente
  • Carta forno per la cottura in forno

Come preparare le crocchette di patate con mozzarella

  1. Crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte il chicco di mais 1

    Per preparare le crocchette di patate con mozzarella, per prima cosa tagliate la mozzarella a listarelle (1) e mettetela in un colino in modo che perda gran parte della sua acqua. Quindi tamponatela con un foglio di carta da cucina. Se avete il microonde, cuocete le patate nel microonde intere e senza acqua, come spiegato qui. Altrimenti lessatele intere e con la buccia in acqua bollente, finché non saranno tenere (circa 40 minuti); volendo potete usare la pentola a pressione, in tal caso per delle patate medie ci vorranno all’incirca 20 minuti dal fischio. Scolatele, sbucciatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Finché sono ancora calde conditele con sale, pepe e noce moscata (2). Fatele raffreddare completamente e aggiungetevi il prezzemolo tritato, la fecola e il parmigiano (3); amalgamateli al composto.

  2. Crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte il chicco di mais 2

    Unite anche l’uovo (4) e impastate accuratamente, fino ad ottenere un composto omogeneo e piuttosto sodo (5). Se vi sembra ancora molle e appiccicoso aggiungete un po’ di fecola poca per volta: a seconda del tipo di patata usata e del metodo di cottura può esserne necessaria un po’ di più. Prelevate una cucchiaiata abbondante di impasto e formate una polpetta leggermente allungata, quindi praticatevi un incavo al centro (6).

  3. Crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte il chicco di mais 3

    Inseritevi un pezzetto di mozzarella (7) e richiudete con un pochino di impasto. Premete in modo da compattare il tutto (8). Procedete così fino all’esaurimento dell’impasto. Con queste dosi ho ottenuto 16 crocchette di patate lunghe circa 7 cm. Vi sconsiglio di fare delle polpette di patate molto grandi perché è più difficile cuocerle uniformemente senza romperle. Sbattete quindi un uovo in una ciotola insieme a un pizzico di sale e toccatevi le crocchette di patate su tutti i lati (9).

  4. crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte con il trucco per non farle aprire in cottura il chicco di mais 4 friggere le crocchette

    Passatele quindi nel pangrattato, facendolo aderire bene (10). A questo punto, se non consumate subito le crocchette di patate, potete conservarle in frigorifero anche per 12 ore; in questo modo si compatteranno anche meglio. Al momento di cuocerle, se decidete di farle fritte scaldare abbondante olio di arachide in una pentola o in una padella dal fondo spesso. Quando l’olio avrà raggiunto i 180-190° (potete verificare anche senza termometro, immergendo uno stecchino di legno farà le bollicine) friggete le crocchette di patate con mozzarella poche per volta, per non abbassare troppo la temperatura dell’olio (11). Cuocetele per 3-4 minuti girandole di tanto in tanto, finché non saranno dorate, quindi scolatele con un mestolo forato e fatele asciugare su un foglio di carta da cucina (12).

Cuocere le crocchette di patate al forno

  1. crocchette di patate con mozzarella al forno o fritte con il trucco per non farle aprire in cottura il chicco di mais 5 cuocere le crocchette al forno

    Se decidete di cuocere le crocchette di patate al forno, adagiatele su una teglia rivestita di carta da forno e irroratele con un filo di olio extravergine di oliva (13). Cuocetele nel forno già caldo a 200° (meglio se ventilato) per circa 15 minuti o finché non saranno dorate (14).

  2. Servite le crocchette di patate con mozzarella ben calde, come antipasto o come spuntino.

Note

Conservazione

Prima di cuocerle potete conservare le crocchette di patate in frigorifero per un giorno, oppure congelarle ben distanziate su un vassoio. Una volta congelate potete metterle in un sacchetto di plastica per alimenti e, quando vorrete cuocerle, potete farlo senza farle scongelare ma prolungando la cottura di qualche minuto.

I segreti per non far aprire le crocchette di patate con mozzarella durante la cottura

Fermo restando che qualche incidente di percorso può sempre capitare, vi lascio qualche utile consiglio per fare in modo che le crocchette di patate non si aprano in cottura:

– usare preferibilmente patate farinose a pasta bianca che, ricche di amido, risultano più compatte una volta lesse;

– evitare di far assorbire acqua alle patate durante la cottura: il metodo migliore per lessare le patate, a mio parere, è la cottura al microonde senza acqua. In questo modo le patate perdono parte della loro acqua e l’impasto risulta meno molle. In alternativa potete lessarle intere e con la buccia: evitate invece di sbucciarle o peggio di lessarle a pezzi per fare prima, perché assorbiranno molta acqua.

– aggiungere un amido (la fecola oppure amido di mais) all’impasto delle patate, anziché il pangrattato. L’amido rende l’impasto delle crocchette più compatto. La quantità può variare in base al tipo di patate e a come sono state lessate: regolatevi aggiungendone poco a poco, finché non otterrete un impasto morbido ma compatto e non appiccicoso.

– asciugare molto bene la mozzarella: l’acqua presente nella mozzarella a contatto con il calore può rompere le crocchette e, se le cuocete fritte, far schizzare olio ovunque. Asciugatela molto bene con un foglio di carta da cucina, oppure scegliete una mozzarella più asciutta come quella che si usa per la pizza o ancora della scamorza.

Le crocchette di patate con mozzarella sono perfette per l’aperitivo: potete accompagnarle con altri fritti sfiziosi, come i supplì, gli anelli di cipolla fritti o delle verdure in tempura!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Crocchette di patate con mozzarella”

  1. Adoro le crocchè, come le chiamano a Napoli.Ma non le avevo mai fatte farcite con l’amata mozzarella.Non mi faccio scappare questa tua golosissima idea e mi metto la ricetta tra i preferiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.