Crea sito

Bunet piemontese (o bonet della nonna)







Il bunet è un dolce al cucchiaio tipico della tradizione culinaria piemontese, nello specifico delle Langhe. Le sue origini sono molto antiche: si fa riferimento a questo dolce nei banchetti del XIII secolo.
Esistono varie ipotesi sulle origini del nome e tra queste la più accreditata lega il nome del bunet alla forma dello stampo in cui viene cotto, uno stampo di rame chiamato bonèt ëd cusin-a, cioè cappello da cucina o berretto del cuoco.
Il bunet tradizionale, fatto in casa dalle nonne, non era a base di rum ma di Fernet perché, terminato il pasto, il Fernet serviva per velocizzare la digestione.
Scopriamo insieme come realizzare il bunet piemontese 🙂

bunet piemontese, cucina con sara
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni12 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 5uova intere
  • 5 cucchiaizucchero semolato
  • 1/2 llatte intero
  • 3 cucchiaicacao amaro in polvere
  • 200 gamaretti
  • 60 mlrum

Per il caramello:

  • 100 gzucchero semolato
  • 1 cucchiaioacqua

Per la decorazione:

  • q.b.amaretti interi

Preparazione

  1. Per prima cosa preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità statica.

    Frullate finemente gli amaretti in un mixer; dovrete ottenere una polvere simile alla farina. Unite lo zucchero semolato, il cacao amaro e mescolate con una frusta per amalgamare bene gli ingredienti.

  2. Unite le uova intere e mescolate; aggiungete infine il rum ed il latte leggermente intiepidito. Non preoccupatevi se la consistenza del composto risulterà molto liquida.

    Passate alla preparazione del caramello: mettete lo zucchero e l’acqua in un pentolino antiaderente e, a fiamma bassa, fate sciogliere completamente lo zucchero fino a quando assumerà un colore ambrato.

  3. Versate il caramello in uno stampo da plumcake, facendolo aderire bene su tutta la superficie. Versate quindi il composto del bunet.

    Disponete lo stampo da plumcake in uno stampo più grande per la cottura a bagnomaria: riempite lo stampo più grande con acqua bollente, fino ad arrivare a 2/3 dello stampo con il bunet.

  4. Infornate e cuocete a bagnomaria per 50 minuti. Il bunet sarà pronto quando inizierà a staccarsi dalle pareti dello stampo. Togliere lo stampo del bunet da quello usato per la cottura a bagnomaria e farlo raffreddare completamente a temperatura ambiente.

    Una volta freddo, mettetelo in frigorifero per 1 ora almeno; trascorso questo tempo, immergete rapidamente lo stampo del bunet  in acqua bollente per facilitare l’estrazione del dolce.

    Sformate delicatamente il vostro bunet piemontese, capovolgendolo delicatamente su un piatto da portata e decorate con gli amaretti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.