Minestra di pane alla Toscana

La Minestra di Pane conosciuta anche con il nome di Zuppa di Pane e poi, nella sua versione riscaldata, di Ribollita è uno dei piatti tipici della cucina toscana, in particolare di quella fiorentina. Piatto  a base di verdure, fagioli e di pane raffermo.  La zuppa “ribollita” deriva il suo nome dal fatto che si trattava di un avanzo del piatto del giorno che la sera veniva fatto nuovamente bollire per scaldarlo e presentarlo di nuovo in tavola.

Il piatto del giorno in questione, era la minestra di pane, un piatto povero realizzato con una serie di verdure, fra le quali quella più tipica è il cavolo nero, e un altro, fondamentale componente di tutto il mangiare toscano, il pane, che ricordiamo è senza sale.
La minestra di pane, e quindi anche la ribollita, è un piatto tipicamente invernale, anche perché uno dei suoi ingredienti di base, il cavolo nero appunto, si trova fresco sul mercato solo in inverno. Questa ricetta era di casa da mia nonna Nara, peccato che al tempo non gradivo le zuppe di verdura, soprattutto quelle con “i pezzi”, quindi ne posso ricordare solo il profumo ma non il sapore…..La mia versione è a base di cavolo nero, cavolo riccio, verza, fagioli borlotti, carota, sedano, cipolla, pomodoro e pane sciocco di Altopascio dop. E’ una zuppa buona, sana e nutriente, d’ Estate può essere tenuta in frigo e mangiata fredda, sempre con l’aggiunta di olio extra vergine ( buono) Toscano!

 

  • Preparazione: 30-40 Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 1 kg Fagioli borlotti (freschi congelati)
  • 2 carota
  • 2 coste Sedano
  • 1 cipolla
  • 1 mazzetto Cavolo nero
  • 1 mazzetto Cavolo riccio (Kale)
  • 1/2 Verza
  • qualche foglie Bietola
  • 2 cucchiai Concentrato di pomodoro
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Mettere a bollire i fagioli borlotti, io ne surgelo sempre un pò, li compro e sgrano a fine Estate e poi mi faccio “la scorta” per l’Inverno.

  2. Mettere a bagno con bicarbonato le foglie del cavolo, la bietola e la verza. Sciacquarle bene.

  3. Tagliare a listarelle le foglie del cavolo, la verza e la bietola, tagliare a rondelle una carota, a pezzi una costa di sedano e affettare mezza cipolla. Far bollire poca acqua in una pentola capiente e aggiungere le verdure.

  4. A parte rosolare la carota, il sedano e metà della cipolla con olio evo. Aggiungere il concentrato e stemperare con un pò del brodo di verdure.  Scolare i fagioli (dopo 15-20′) e aggiungerli con parte della loro acqua nella pentola delle verdure. Aggiungere anche il soffritto e lasciar cuocere 40′

  5. La minestra deve rimanere brodosa. A questi punti si può gustare così (normale zuppa di cavoli e fagioli) oppure si aggiunge il pane sciocco.

    Tagliare a fette abbastanza sottili il Pane di Altopascio vecchio di un paio di giorni, foderare una zuppiera o una pirofila. Versare sopra la zuppa.

  6. Far riposare un 20 minuti e poi servire con un filo d’olio buono Toscano.

    Se avanza scaldate la zuppa in modo da avere la Ribollita.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »

Enjoy this blog? Se vi piace il blog condividetelo!