Speciale Natale: salvare la linea

natale in linea

Oggi vi voglio presentare un curioso articolo di Virginia Lorè, pubblicato sul sito Melarossa.it in cui ci impartisce consigli utili e molto validi per affrontare le festività di Natale in tranquillità e senza pensiero fisso: la dieta. Tanti trucchi per godersi il Natale e non sentirsi in colpa. Grazie Virginia. E allora leggiamo: Speciale Natale: salvare la linea.

A Natale si festeggia!

Il Natale dovrebbe essere un momento di condivisione e gioia, quindi inizia subito a predisporti al meglio a questo periodo. Ricorda che le feste vanno celebrate, quindi rilassati e goditi quei momenti in assoluta tranquillità: stare a dieta non vuol dire soffrire per il cibo, ma ritrovare con lui un nuovo salutare rapporto in grado di aiutarci e supportarci nei momenti sì come in quelli no. Bisogna imparare a concedersi anche un momento di sgarro (evitando di farlo diventare un’abitudine) col sorriso sulle labbra.

Occhio alle porzioni!

Prima di tutto ricorda che bisogna mangiare fino a sazietà, senza esagerare con le golosità tipiche di questo periodo. Limita le porzioni e ricorda sempre di assumere le fibre, il primo passo per non perdere una regolarità intestinale che con gli eccessi delle feste viene spesso messa a rischio da una cattiva digestione. Hai paura di non riuscirci? Prova allora ad apparecchiare la tavola con piatti piccoli e colorati, ti aiuteranno a contenerti nelle porzioni. Il trucco… è nella misura!

Gli alleati? Crudités e torte salate

Sarai tu la padrona di casa per questo Natale? Sfrutta la situazione a tuo vantaggio preparando delle crudités di verdure per gli antipasti: una proposta alla moda, veloce da preparare ed in grado di soddisfare tutti i palati! Sgranocchiare le verdure aiuta a tenere a bada l’appetito e a controllare le voglie.
Ti hanno invitata casa di amici? Porta loro in regalo una torta salata con verdure per un antipasto in compagnia, farai bella figura e ti sarai assicurata almeno un una portata light!

Sì alla frutta secca!

Anche la Dottoressa Stefania Giambartolomei, nutrizionista S.I.S.A., consiglia di mangiare la frutta secca: “Il consumo quotidiano dovrebbe essere di circa 10 gr per chi è a dieta e di circa 20 gr per chi non è a dieta”. Quindi perché negarsela quando anche il periodo sembra essere propizio? Potresti inserirla al posto di uno spuntino, l’immagine di una persona che mangia frutta secca davanti al caminetto acceso poi è così romantica!

Bollicine!

Brindare è una tradizione cara a tutti… chi riesce a sottrarsi ad un bel cin-cin in compagnia o ad un bicchierino di amaro a fine pasto?
Per limitare i danni, però, evita i super alcolici, meglio lo champagne o un bicchiere di vino.

Attenta alle decorazioni golose!

Addobbare l’albero con i cioccolatini? No, grazie! Quest’anno puoi dedicarti a decorazioni fai-da-te molto più particolari, come quelle con pasta di sale e cannella di Melarossa, un’idea diversa per un Natale veramente unico!

I dolci

Limita ad un assaggio di fine pasto i dolci di Natale a base di cioccolato, come i torroni, magari accompagnandoli ad una bevanda calda che rilassi e riempia lo stomaco: il nostro consiglio è una tisana digestiva, per unire l’utile al dilettevole e prevenire gonfiori post-feste. E ricorda, è festa anche per te, quindi goditi il momento fino in fondo evitando inutili sensi di colpa, uno sgarro è concesso a tutti!


Photo Credits: flickr.com/photos/robfon/2097194919.

Fonti: melarossa.it

 

 

Precedente Sfoglie vegan di riso con lenticchie e sesamo Successivo Danubio salato semi integrale ecosostenibile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.