Ravioli alle ortiche novelle | Ricetta pasta fresca senza uova

Noi li chiamiamo “urtighit”, ovvero ortiche novelle. Dalle mie parti, oltre che preparare i classici ravioli alle ortiche, si usano per la minestra di riso e urtighit, un piatto del tradizione contadina, ricetta tramandata a mia suocera dai nonni. La ricetta di oggi non prevede l’uso delle uova nella preparazione della pasta fresca e l’utilizzo della farina di semola integrale rimacinata per un gusto più leggero e più rustico.

A proposito di ravioli:

ravioli alle ortiche novelle
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:1 ora minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:3
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

Per la pasta fresca senza uova

  • 200 g Farina di semola intregrale rimacinata
  • 100 ml Acqua
  • 2 cucchiai Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale

Per la farcia

  • 300 g Ortiche novelle
  • 120 g Ricotta
  • 50 g Parmigiano reggiano
  • q.b. Noce moscata
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

Per la farcia

    1. Pulite molto molto bene le ortiche novelle, che andranno lavate e sciacquate almeno 4-5 volte prima di eliminare tutta la terra.
    2. Sbollentate le ortiche novelle in acqua salata, scolatele bene e passatele in padella per qualche minuto con un poco di olio extravergine d’oliva e poco aglio se vi piace.
    3. Una volta raffreddate le ortiche, tritatele velocemente al coltello e  unitele alla ricotta in una terrina, aggiungendo poi il Parmigiano reggiano, la noce moscata, il sale e il pepe.

Per la pasta fresca

  1. Preparare la pasta fresca miscelando la farina di semola integrale rimacinata con l’olio extravergine d’oliva e il sale. Questa pasta fresca senza uova va lavorata almeno 15 minuti, per cui vi consiglio l’uso di una planetaria. Inoltre richiede un riposo di 24 ore, ma potete anche lasciarla riposare in frigorifero e lavorarla dopo qualche ora se avete fretta.

     

Montaggio dei ravioli alle ortiche

    1. Stendere la pasta in sfoglie lunghe e sottili.
    2. Con l’aiuto di un sac à poche o semplicemente utilizzando un cucchiaino, farcite una sfoglia creando tanti mucchietti ben ordinati e distanziati 2 cm circa. Spennellare i bordi con poca acqua e richiudete la sfoglia, premendo sui lati.
    3. Ricavate ora con una rotella apposita i ravioli, depositandoli delicatamente su un vassoio infarinato con farina di semola. Premete i lati con le rebbie di una forchetta.
    4. Cuocete in acqua salata per 1 minuto circa dal bollore.
    5. Il condimento? Burro e timo o burro e salvia. E la morte loro..

Note

L'immagine può contenere: pianta, spazio all'aperto e natura

Ortiche, energia allo stato puro

Diuretiche, depurative e antiinfiammatorie, ricostituenti e rimineralizzanti. Aggiungo altro? Le ortiche, dal latino “Urere” ovvero “Irritare, bruciare”, sono un concentrato di silicio e manganese che insieme stimolano il metabolismo, e donano molta energia. Vi ammalate spesso? Mangiate le ortiche!

Rinforzare i capelli con le ortiche

Fate bollire per 15 minuti 300 g di ortica in 5 litri d’acqua e sciacquate i capelli dopo il normale lavaggio.

Ortiche contro punture di vespe e api

Per combattere il dolore e il prurito provocato da una puntura di vespa o di ape, preparate un pestato di foglie di ortiche o ricavatene il solo succo e applicate sulla puntura. Donerà solllievo immediato.

 

Se ti piace la mia raccolta di ricette

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Precedente Insalata di cicorino grumolo, mele, piselli freschi e pane nero di Coimo Successivo Cucinare con i fiori | 7 ricette imperdibili

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.