Burro di frutta secca | Ricetta vegan in versione classica e crudista

Oggi vi propongo una fantastica e salutare alternativa al burro. Sapevate che semi e frutta secca possono essere trasformati in un burro favoloso? Io di solito lo preparo con mandorle e ancardi, ma voi potete sbizzarrirvi con la frutta secca che più preferite. Ecco la ricetta per il burro di frutta secca, ricetta vegan in versione classica e crudista. Viva l’autoproduzione!

Io autoproduco e tu?

 

Potete scegliere un solo tipo di frutto a guscio o miscelarle in base alle vostre preferenze.
Ricordate che le noci pecan non necessitano della tostatura.
Per una texture liscia e cremosa, ricordate che serve un cutter molto potente che frulli benissimo la frutta secca.

Burro di frutta secca | Ricetta vegan in versione classica e crudista
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 300 g di frutta secca a scelta tra mandorle, noci, nocciole, arachidi, pistacchi, pinoli, noci pecan, semi di girasole.

Preparazione

Preparazione a crudo

    1. Per un burro di frutta secca a crudo, ammollate la frutta secca in acqua per almeno 8-10 ore, in modo da ammorbidirla ed eliminare la pellicina.
    2. Eliminate l’acqua e mettete la frutta secca nel mixer, azionatelo alla massima velocità per qualche minuto, fino ad ottenere una sorta di farina che, a poco a poco, si trasformerà in crema.
    3. Il tempo di preparazione varia dalla potenza del mixer che utilizzate. E’ importante fare delle pause o mixare ad impulsi per evitare il surriscaldamento dell’impasto. Con l’aiuto di una spatola amalgamate il tutto.
    4. Trasferite il burro di frutta secca in un contenitore a chiusura ermetica e conservatelo in frigorifero per un mese al massimo.
    5. Poiché tende a separarsi, ricordatevi sempre di mescolarlo con una spatola prima di utilizzarlo.

Preparazione classica

    1. Tostate la frutta secca in forno caldo per 5 minuti.
    2. In caso di nocciole, pistacchi o mandorle non spellati, sfregateli quando sono ancora caldi con uno strofinaccio, in modo da eliminare la pellicina.
    3. Seguite le stesse fasi della preparazione a crudo.

Note

 

Se ti piace la mia raccolta di ricette

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Precedente Fagiotella di cannellini | Ricetta nutella di fagioli Successivo Crespelle di quinoa con spinaci e mandorle | Ricetta vegan e gluten free

Lascia un commento

*