La pasta frolla spiegata ai bambini

la pasta frolla spiegata ai bambini

La pasta frolla è tra gli impasti base più usati in pasticceria ma anche uno dei più semplici da preparare. Per questo oggi cominciamo proprio da qui. La pasta frolla è un impasto abbastanza duro ma malleabile, un po’ come il pongo, che si può stendere con il mattarello. E’ fatto con farina, burro, zucchero e tuorlo d’uovo (cioè la parte gialla dell’uovo).

la pasta frolla spiegata ai bambini

 

 

Farina Quando vuoi preparare la pasta frolla, chiedi alla mamma di comperarti una farina “debole”, di quelle la pasta frolla spiegata ai bambinicioè che vanno bene per fare torte e biscotti. Non usare mai farina per pizza o quella che si chiama “farina manitoba”, perché contiene una gran quantità di proteine che rendono l’impasto troppo elastico.

 

 

 

la pasta frolla spiegata ai bambini

 

Burro Per fare la frolla buona ci vuole il burro! La margarina, che è fatta con oli vegetali, si può usare ma il sapore della frolla non sarà così buono.

 

 

Zucchero la pasta frolla spiegata ai bambini

E’ importante che ci sia perché da’ sapore ma anche croccantezza alla frolla. Nella frolla classica si usa sempre lo zucchero bianco granulare o lo zucchero a velo, ma qualche volta si può anche usare lo zucchero di canna.

 

 

la pasta frolla spiegata ai bambini

Uova

Di solito si usano i tuorli, ma certe volte anche le uova intere. E’ sempre importante usare uova fresche e a temperatura ambiente. Quindi tira  fuori dal frigo le uova almeno un ora prima.

 

 

 

Poi puoi aggiungere aromi come vaniglia e scorza di limone grattugiata. Usa sempre vaniglia fresca e non vanillina che è un prodotto chimico.

Se vuoi fare una frolla al cacao, togli farina e aggiungi cacao in ugual peso.

 

la pasta frolla spiegata ai bambini

 

RICETTE

Esistono tantissime ricette per fare la pasta frolla. Scegliere la ricetta giusta dipende anche da che cosa vuoi fare con la frolla. Se per esempio vuoi fare dei biscotti, userai una ricetta, se prepari una crostata seguirai un’altra e così via. Certe volte puoi pure aggiungere ingredienti “speciali” come la frutta secca oppure il cacao. Io qui ti voglio dare alcune ricette base, che vanno bene un po’ per tutto;  poi se diventi più esperto, imparerai altre varianti.

Frolla Milano (è una frolla classica che va bene un po’ per tutto)

125 g di farina

60 g di burro

60 g di zucchero

25 g di tuorli

un pizzico di vaniglia  (semi)

scorza grattugiata di limone

un pizzico di sale

 

Frolla sablée (più friabile, perfetta per crostate e biscotti)

125 g di farina

75 g di burro

50 g di zucchero a velo

20 g di tuorli

un pizzico di semi di bacca di vaniglia

scorza grattugiata di limone

un pizzico di sale

 

Frolla soffice (buona per biscotti da colazione o crostate morbide)

125 g di farina

50 g di burro

50 g di zucchero

30 g di uova intere

4 g di lievito per dolci

un pizzico di vaniglia (semi)

scorza grattugiata di limone

un pizzico di sale

 

la pasta frolla spiegata ai bambini

LAVORAZIONE DELL’IMPASTO

Metodo classico

Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Fai la fontana con la farina. Al centro metti i tuorli, lo zucchero e gli aromi e lavorali con le mani senza prendere farina fino ad ottenere una pastella. Aggiungi quindi il burro morbido e schiaccialo tra le mani insieme ai tuorli e lo zucchero. Solo a questo punto puoi iniziare ad aggiungere la farina sfregando con le mani il composto di burro con la farina stessa. Solo quando tutta la farina sarà stata “ingrassata” con il burro, impastare nella maniera classica giusto il tempo di ottenere un impasto liscio. Non impastare troppo per evitare di “bruciare” la frolla. Appiattisci  con le mani, copri con carta da forno e metti in frigo per almeno 1 ora.

Metodo sabbiato

Metti la farina sulla spianatoia e aggiungi il burro a piccoli pezzi. Lavora il burro e la farina sfregandoli insieme per ottenere delle piccole briciole. Quando il composto avrà assunto un aspetto “sabbioso”, aggiungi lo zucchero, gli aromi e quindi i tuorli. Lavora giusto il tempo necessario per ottenere un impasto liscio. Metti in frigo a riposare (vedi sopra).

Plastificare l’impasto

Dopo il periodo di riposo in frigo, riprendi la frolla e impastala brevemente di nuovo  per rendere l’impasto più lavorabile, “plastico” appunto.

Cottura

La pasta frolla può essere usata per molte preparazioni. Prima di tutto per fare crostate, con tanti ripieni diversi. Poi può essere usata per fare biscotti e dolcetti vari.

Per quanto riguarda le crostate, la pasta frolla può essere cotta “in bianco”, cioè senza ripieno, oppure già farcita. In entrambi i casi devi stendere la pasta, ungere la tortiera, foderarla con la frolla e bucherellare il fondo. Se fai la cottura in bianco, stendi sopra la frolla pronta nella tortiera, un foglio di alluminio e mettici all’interno dei fagioli secchi. Dopo circa 15 minuti di cottura, in forno statico a 180°, togli il foglio di alluminio e i fagioli e quindi fai finire la cottura.

Devi togliere la pasta frolla dal forno quando è ancora di colore marrone chiaro, per evitare che diventi troppo dura. Staccala dalla tortiera solo quando è completamente fredda. la pasta frolla spiegata ai bambini

Per fare i biscotti stendi la pasta frolla con il mattarello. Non ti dimenticare di infarinare bene il piano di lavoro. Taglia la frolla con gli stampini che preferisci e cuocili su una teglia da forno. Per i biscotti tieni il forno più caldo, a 200°, e lasciali in forno 10-15 minuti circa. Quando li togli dal forno lasciali raffreddare sulla teglia. Poi li puoi decorare con il cioccolato, la glassa o anche solo lo zucchero a velo. Puoi anche decidere di farcirli a due a due con marmellata o Nutella.

Related Post

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.