Crea sito

Verza e salsiccia

Da piccolo, era più forte di me, la verza proprio no! E poi crescendo ho imparato ad amare i piatti come verza e salsiccia in un modo che non so nemmeno descriverti. Un secondo piatto molto saporito, dalle note tipicamente calde per ristorare dopo una giornata di grande freddo. Immancabile, per accompagnare, un bel pezzetto di pane o un dorato letto di polenta.

Superato l’ostacolo dell’odore e del suo sapore, che in realtà si sposa bene con i gusti ricchi, la verza pian piano ha fatto breccia nel mio cuore al punto da aver provato ricette come le polpette, il riso, tipico della mia Napoli, e persino la cassoeula milanese. Ho scoperto che persino con il cotechino ci sta bene! Ti dicevo che ormai le verze mi piacciono, no? Le varietà di piatti di cui ti ho parlato, così come la ricetta della verza e salsiccia, dovrebbero essere proprio l’autentica testimonianza. Che ne dici adesso, ci mettiamo ai fornelli? Io ormai sono cresciuto, la verza mi piace e non vedo l’ora di provarla in questa nuova veste… iniziamo!

Intanto ti ho parlato della mia verza e salsiccia, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram Tiktok utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!
Gio’

ricetta verza e salsiccia peccato di gola di giovanni castaldi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • PorzioniDosi per 4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 850 gcavolo verza
  • 500 gsalsiccia (a punta di coltello)
  • 80 gvino bianco
  • 1 cucchiainopeperoncini (in pasta)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale fino

Preparazione della verza e salsiccia

  1. Verza e salsiccia peccato di gola di giovanni 1

    Per preparare la verza e salsiccia iniziamo dalla pulizia della verdura. Dopo aver tolto le foglie più esterne, se sono secche o ingiallite, togli la parte centrale e poi affetta sottilmente. Sciacqua per bene le listarelle di verza.

  2. Verza e salsiccia peccato di gola di giovanni 2

    Passiamo alla salsiccia, senza togliere il budello, taglia a tocchetti di 3 – 4 cm e spostiamoci ai fornelli. In una padella capiente fai giusto un giro d’olio, aggiungi uno spicchio d’aglio tagliato a metà e versa la salsiccia. Lascia sfrigolare a fiamma alta mescolando di continuo: in questo modo potrai dorare esternamente le salsicce e evitare che l’aglio si bruci (altrimenti diventa amaro!).

  3. Verza e salsiccia peccato di gola di giovanni 3

    Nel fondo di cottura aggiungi la pasta di peperoncini, o un peperoncino sminuzzato, e versa la verza ancora grondante d’acqua. Aggiungi un pizzico di sale, mescola e copri con il coperchio. Lascia cuocere a fuoco dolce per una mezzoretta mescolando di tanto in tanto.

  4. Verza e salsiccia peccato di gola di giovanni 4

    Quando l’acqua si sarà asciugata allora bagna con il vino e lascia evaporare, ancora a fuoco dolce e coprendo con il coperchio, per almeno 30 – 45 minuti o comunque fin quando la verza non avrà raggiunto la consistenza che preferisci (io per esempio non la amo poco cotta). A fine cottura puoi aggiungere le salsicce e lasciar sfrigolare a fiamma alta per amalgamare bene i sapori.

  5. ricetta verza e salsiccia peccato di gola di giovanni castaldi 2

    Ecco pronta la ricetta della verza e salsiccia, gusta subito!

I consigli di Giovanni

·      Ricorda che la verza, come viene venduta, in realtà è già stata pulita e quindi sfogliata, le prime foglie quindi non c’è bisogno di scartarle o al massimo riutilizzale per fare un brodo;

·      La verza potrebbe asciugarsi molto in fretta, se dovesse accadere bagna con un po’ di acqua o brodo vegetale caldi;

·      Se vuoi puoi togliere il budello dalle salsicce però la carne tenderà a sfaldarsi più facilmente;

·      Per un tocco di colore e cremosità aggiuntiva alla tua verza e salsiccia basta aggiungere un pochino di concentrato di pomodoro sciolto in acqua o della passata di pomodoro.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.