Crea sito

Cotechino con verza e purè

In quanti siete che a capodanno fate avanzare il cotechino? Io non ne faccio parte, perché lo adoro, e addirittura ne compro sempre un po’ in più per poter preparare nuovi piatti come il cotechino con verza e purè! Io ho utilizzato un cotechino fresco ma va bene anche quello precotto e soprattutto potrai usare le fettine che ti sono avanzate dal cenone.
Questo secondo piatto con due ricchi contorni, uno a base di purè di patate e l’altro con le verze farà leccare i baffi a tutti i tuoi commensali. Del resto si sa che verza e maiale stanno benissimo insieme, quindi non potevo davvero sbagliare il colpo!

Un abbinamento davvero particolare quello tra verze, rossastre grazie al concentrato di pomodoro, e il purè di patate morbido e cremoso. Accompagnare il cotechino non è mai facile, il più classico degli abbinamenti, lo sappiamo, è con le lenticchie ma ti dirò che stavolta resterai davvero sorpreso dal risultato. Il mio unico consiglio? Non eccedere con le quantità anche se in questo caso ci starebbe davvero bene il bis!

Intanto ti ho parlato del mio cotechino con verza e purè, adesso aspetto le tue foto taggandomi su Instagram Tiktok utilizzando l’hashtag #giovannicastaldi.

A presto!
Gio’

ricetta cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni castaldi
  • DifficoltàAlta
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura2 Ore 20 Minuti
  • PorzioniDosi per 4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gcotechino (fresco)
  • 1 costasedano
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 1 fogliaalloro
  • q.b.chiodi di garofano
  • q.b.bacche di ginepro
  • q.b.pepe nero in grani
  • q.b.sale fino

Per la verza

  • 1 kgcavolo verza
  • 20 gconcentrato di pomodoro
  • 1 bicchiereacqua
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.pepe nero

Per il purè di patate

  • 1.5 kgpatate
  • 375 glatte intero
  • 90 gburro
  • 75 gparmigiano Reggiano DOP
  • q.b.noce moscata
  • q.b.sale fino

Preparazione del cotechino con verza e purè

  1. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 1

    Per preparare il cotechino con verza e purè cominciamo proprio dalla cottura dell’insaccato. Pulisci e taglia a tocchetti sedano, carota e cipolla. Schiaccia le bacche di ginepro con il dorso di un coltello dopodiché avvolgi il cotechino in un canovaccio pulitissimo. 

  2. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 2

    Legalo con uno spago da cucina e poi spostiamoci ai fornelli. In un pentolone versa le verdure, le spezie, il cotechino legato nel canovaccio 

  3. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 3

    e copri con abbondante acqua. Chiudi con il coperchio e lascia cuocere per circa un paio d’ore.

  4. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 4

    Quando sarà cotto togli il canovaccio, il budello e lo spago. Infine affetta a circa 1 cm di spessore.

  5. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 5

    Nel frattempo che il cotechino cuoce puoi dedicarti alla verza. Togli le foglie più esterne, se un po’ appassite, e stacca anche il fusto centrale. Dopodiché affetta sottilmente, sciacqua e versa in una padella scaldata con un giro d’olio e uno spicchio d’aglio da rimuovere. Scogli il concentrato di pomodoro in un bicchiere colmo d’acqua e versalo in padella assieme a un pizzico di sale, copri con il coperchio e cuoci a fuoco dolce per circa un’ora.

  6. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 6

    Infine prepara il purè versando le patate in abbondante acqua, dal momento del bollore conta 30 – 50 minuti, per assicurarti sulla cottura pungi con una forchetta, e spellale mentre sono ancora calde.

  7. Cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni 7

    Schiaccia le patate sbucciate e versale in pentola con il latte, sale e la noce moscata. Mescola per qualche istante a fuoco basso dopodiché spegni e aggiungi burro e parmigiano. 

  8. ricetta cotechino con verza e purè peccato di gola di giovanni castaldi 2

    Non ti resta che impiattare il tuo cotechino con verza e purè, un soffio di pepe nero e buon appetito a te!

I consigli di Giovanni

·      Se utilizzi un cotechino precotto ometti la parte di bollitura con le verdure;

·      Per smorzare la nota dolciastra delle verze bagnale con un po’ di vino bianco;

·      Io accompagnerei il cotechino con verza e purè con delle erbette amare ripassate in padella! 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Giovanni Castaldi

Giovanni classe 86, sono un partenopeo doc, con la grande passione per la cucina! Adoro sperimentare dal dolce al salato indistintamente e ho questo piccolo spazio dove condivido le mie ricette. Segui anche le mie video su Giallo Zafferano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.