Occhi di Santa Lucia

Gli occhi di Santa Lucia sono dei dolcetti tipici pugliesi, che si preparano, appunto, per il 13 Dicembre, il giorno più corto e buio dell’anno in cui si festeggia Santa Lucia, protettrice della vista e portatrice di luce.
E’ una ricetta molto semplice, preparata con pochi semplici ingredienti, come del resto tutti i dolci tipici natalizi di una volta!
Gli occhi di Santa Lucia non sono altro che dei tarallini dal gusto neutro, che vengono poi glassati con quello che in Puglia viene chiamato in diversi modi : sclèpp, scileppo, gileppo, scileppe, gileppe, ovvero una glassa a base di zucchero abbastanza spessa da riuscire a coprire completamente la superficie dei tarallini (questa viene usata, per esempio, anche per ricoprire i taralli dolci di Pasqua).

Prepararli è davvero semplicissimo, vediamo insieme la ricetta!
Se volete preparare un altro dolcetto sfizioso e buonissimo per la festività di Santa Lucia, provate i Lussekatter, ovvero i gatti di Santa Lucia!
..e se amate i dolci tipici pugliesi, non potete perdervi la ricetta delle famosissime Cartellate, delle pettole con vincotto o zuccherate, dei sosomelli, dei fichi secchi mandorlati al cioccolato e dei Calzoncelli o cuscinetti baresi!
Ah, in Puglia, poi, i panzerotti, il calzone di cipolla (rigorosamente con gli sponsali) e il baccalà fritto non possono proprio mancare nel periodo natalizio!

Seguimi anche su FacebookInstagram – Twitter –  Pinterest 
TORNA ALLA HOME.

occhi di santa lucia
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6-8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti per preparare gli occhi di Santa Lucia

  • 300 gfarina 00
  • 100 mlolio extravergine d’oliva
  • 100 mlvino bianco
  • 1uovo (da 55 g)
  • 1 pizzicosale

Per la glassa:

  • 200 gzucchero a velo
  • 1 cucchiainosucco di limone
  • 3 cucchiaiacqua

Strumenti

  • Ciotola
  • Spianatoia
  • Gratella per dolci

Preparazione degli occhi di Santa Lucia

Preparare questi tarallini dolci pugliesi è molto semplice. L’impasto dei tarallini può essere fatto tranquillamente a mano e non ha bisogno di tempi di riposo.
  1. In una ciotola mettete la farina, l’olio extra vergine d’oliva, il vino bianco, un pizzico di sale e un uovo piccolo.

    Amalgamate con le mani e impastate fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

  2. Mettete l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata, staccate dei piccoli pezzetti e create dei salsicciotti di circa 1-1,5 cm di diametro e lunghi circa una decina di cm (i tarallini non devono essere troppo grandi).

    Unite le estremità, creando la forma del tarallo e riponete su una teglia ricoperta di carta forno.

  3. Quando avrete finito di preparare l’impasto, infornate in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti: i taralli non devono scurirsi troppo.

    Per controllare la cottura, vi basterà dare un’occhiata alla base: se quest’ultima è dorata, i tarallini sono pronti.

    Tirateli fuori dal forno e fateli raffreddare completamente.

  4. A questo punto, preparate la glassa, che vi servirà per ricoprire gli occhi di Santa Lucia.

    In una ciotola mettete lo zucchero a velo, un cucchiaino di succo di limone e 3 cucchiai di acqua.

  5. Mescolate con il cucchiaio fino ad ottenere una glassa liscia e senza grumi.

  6. Preparate una gratella per dolci, sotto alla quale metterete un foglio di carta forno per raccogliere la glassa in eccesso.

    Con l’aiuto di una forchetta, immergete completamente un tarallo per volta nella glassa e poggiatelo poi sulla gratella per far scolare la glassa in più.

    Procedete così fino all’esaurimento degli ingredienti.

  7. Lasciate asciugare all’aria i vostri occhi di Santa Lucia e poi conservateli in un contenitore ben chiuso e lontano da fonti di calore!

    Si conservano bene anche per più giorni, quindi potete prepararli anche con qualche giorno di anticipo!

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.