Crea sito

Cartellate pugliesi con vincotto – ricetta tipica natalizia

Cartellate pugliesi con vincotto..ovvero forse il dolce tipico natalizio più conosciuto al di fuori della Puglia. Sono delle roselline di pasta a base di farina, olio e vino bianco, che viene “pizzicata” e arrotolata su se stessa. Vengono poi tuffate nel vincotto..la bontà delle cartellate sta proprio nel fatto che il vincotto va a riempire gli spazietti che si formano tra una “pizzicata e l’altra”..e sono veramente golosissime, soprattutte se mangiate qualche giorno dopo averle fatte! Infatti, le cartellate ben si prestano ad essere conservate a lungo..per questo, all’inizio del periodo natalizio si fanno in gran quantità, perchè “in teoria” dovrebbero durare per tutte le festività..nella pratica, però, finiscono molto prima!

La ricetta tradizionale dell cartellate pugliesi prevede che vengano fritte, ma possono essere fatte anche in forno, però, diciamocelo, le cose fritte sono più buone! L’impasto tradizionale prevede come ingredienti solo farina, olio e vino bianco, però c’è chi ci aggiunge anche un bicchierino di liquore secco, che aromatizza ancora di più l’impasto.

Sarebbe preferibile utilizzare la macchina per la pasta per tirare le sfoglie, in quanto devono essere molto sottili per la buona riuscita della ricetta.

Passiamo agli ingredienti e al procedimento e vediamo come si preparano le cartellate pugliesi con vincotto.

Seguimi anche su Facebook –  Google+ –  Twitter –  Pinterest – Instagram 

Iscriviti alla Newsletter

Indirizzo Email *

N.B. RICORDATI DI CONFERMARE L’ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER NELLA TUA EMAIL!

cartellate pugliesi con vincotto
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 1 kg Farina 00
  • 200 g Olio extravergine d'oliva
  • 1 pizzico Sale
  • 1 pizzico Zucchero
  • 150 g Vino bianco
  • 100 g Liquore secco
  • 100 g Acqua (l'acqua può servire o meno, dipende dalla durezza dell'impasto e sta a voi regolarvi se aggiungerne più o meno o non aggiungerla affatto)
  • 1 pizzico Cannella in polvere
  • 1 l olio di semi di girasole per friggere

Preparazione

  1. Preparare le cartellate pugliesi con vincotto richiede un po’ di tempo e di “pratica, soprattutto per realizzare le roselline, ma ne vale assolutamente la pena, perchè sono squisite e si mantengono a lungo (quindi potete prepararle anche con un certo anticipo.

    Se volete preparare in casa il vincotto di fichi, potete seguire questa ricetta leggendo QUI: VINCOTTO DI FICHI .

  2. Su una spianatoia mettete la farina, fate un buco al centro e versatevi l’olio e il vino bianco (ed eventualmente il bicchierino di liquore, se decidete di metterlo). Metteteci anche un pizzico di sale, di zucchero e di cannella e procedete ad impastare. Lavorate l’impasto a lungo, finchè non ottenete una palla liscia e omogenea. Se l’impasto è eccessivamente duro, potete aggiungere un pochino d’acqua; al contrario, se ottenete un impasto troppo molle, aggiungete farina.

  3. Fate riposare una mezz’ora, poi procedete a tirare le sfoglie con la macchina per la pasta, messa alla seconda posizione.

  4. Una volta ottenuta la sfoglia, con una rotella smerlata tagliate delle striscioline di pasta larghe circa 3-4 cm e lunghe circa 15-20 cm (dipende dalla grandezza delle cartellate che volete ottenere. Più lunga è la striscia, più grande sarà la cartellata).

  5. Piegate in due la striscia ottenuta nel senso della lunghezza e con il pollice e l’indice pizzicate la pasta, creando tra i due pizzichi una piccola cavità. Proseguite fino alla fine della striscia. Prendete poi un capo e cominciate a rotolarla su se stessa, creando una sorta di rosa. Attaccate bene la parte finale esterna per evitare che si srotoli durante la frittura. Lasciate riposare le cartellate ottenute per qualche minuto su un canovaccio.

  6. Nel frattempo mettete sul fornello la padella con abbondante olio per friggere e quando sarà arrivato a temperatura, immergete una cartellata alla volta. Mi raccomando, il fuoco non deve essere troppo forte, altrimenti le vostre cartellate si scuriranno troppo e troppo in fretta! Appena cominciano a dorarsi, toglietele e posatele su carta da cucina.

  7. Fate scaldare in un tegamino il vincotto. Se risulta troppo denso, diluitelo con un pochino d’acqua. Quando arriva a bollore, immergete le vostre cartellate pugliesi, girandole da entrambi i lati. Poggiatele poi in un piatto da portata una sull’altra. Il vincotto rimanente in pentola…versatelo sulle cartellate pronte! Saranno ancora più buone!

  8. Se non amate il vincotto, le cartellate pugliesi possono essere gustate semplicemente cosparse di zucchero semolato oppure potete intingerle nel miele tiepido e cospargerle con confettini colorati.

  9. In alcune zone della Puglia, si usa anche cospargere le cartellate con il vincotto di cioccolato fondente grattugiato e/o buccia di limone grattugiata.

  10. Insomma, come vedete ci sono tante versioni di cartellate, ma le cartellate con vincotto sono sicuramente le più tradizionali..provatele e fatemi sapere!

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.