Ciambelle di patate fritte sofficissime – con e senza Bimby

Le ciambelle di patate sono dei dolci fritti sofficissimi, che si possono preparare a Carnevale, ma anche in ogni momento dell’anno! Sono troppo buone per prepararle solo nel periodo di Carnevale!

La loro sofficità è data dalle patate lesse nell’impasto e la loro preparazione è molto semplice.
Potete utilizzare una planetaria o il Bimby: la cosa importante, ai fini della loro perfetta riuscita, è lavorare bene e a lungo l’impasto.

L’unica difficoltà che potrete riscontrare è sulla consistenza dell’impasto: questo, infatti, dipende molto dal tipo di patata che utilizzate. Vi consiglio le patate a polpa farinosa; nel caso utilizziate le classiche patate a pasta gialla, l’impasto potrebbe venirvi un po’ molliccio…ma niente paura! Basterà aggiungere un po’ di farina all’impasto fino a raggiungere una consistenza morbida, appiccicosa, ma lavorabile con le mani!

Prima di lasciarvi alla ricetta di queste buonissime ciambelle di patate, vi lascio anche il link della mia raccolta di dolci di Carnevale..ne troverete tanti e di tutti i tipi!

ciambelle di patate
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni15-20 ciambelle
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gPatate a polpa farinosa (pesate a crudo e al netto degli scarti)
  • 125 gFarina 00 (più altra eventuale da aggiungere all’impasto, se è troppo morbido)
  • 100 gFarina Manitoba
  • 1Tuorlo
  • 20 gBurro
  • 40 gZucchero (più quello necessario per la finitura finale)
  • 10 gLievito di birra fresco
  • 1 pizzicoSale
  • Buccia grattugiata di un limone o arancia
  • q.b.Olio di semi di girasole per friggere

Strumenti

  • Planetaria
  • Padella
  • Termometro
  • Schiacciapatate

Preparazione

  1. Preparare le ciambelle di patate è molto semplice. Vediamo insieme il procedimento.

  2. Per prima cosa, pesate le patate, lavatele e lessatele per circa 20-25 minuti.

    Lasciatele raffreddare una mezz’oretta e poi schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate.

  3. Mettete le patate nella ciotola della planetaria e aggiungete un pizzico di sale, il tuorlo, lo zucchero, le farine, il burro fuso, la buccia grattugiata di un limone o di un’arancia e il lievito stemperato in pochissima acqua tiepida.

  4. Cominciate a lavorare gli ingredienti con il gancio, prima a bassa velocità, poi aumentatela leggermente.

    Lavorate l’impasto per almeno 10-15 minuti. Capirete che è pronto quando si incorderà, ossia quando si attaccherà al gancio e si staccherà dalle pareti della ciotola della planetaria, facendo il classico rumore “scoppiettante”.

  5. A questo punto, controllate la consistenza dell’impasto: se è troppo morbido, aggiungete un cucchiaio di farina alla volta, fino a che non raggiungerà una consistenza più soda.

    Viceversa, se l’impasto è troppo sodo, aggiungete pochissima acqua per volta.

  6. Una volta pronto, trasferite l’impasto in una ciotola e fate lievitare fino al raddoppio: ci vorranno 2-3 ore.

  7. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto, fate delle palline di circa 40 gr (potete decidere voi la grandezza delle vostre ciambelle di patate, se preferite potete farle più grandi o più piccole), lavoratele leggermente con le mani e con le dita create un buco al centro.

  8. Sistematele su un piano infarinato (ancora meglio se mettete ciascuna ciambella su un quadrato di carta forno) e fate lievitare ancora un’ora.

  9. Procedete poi alla frittura. Mettete in una padella dal fondo spesso abbondante olio di semi di girasole e fate scaldare. Mi raccomando, le ciambelle dovranno galleggiare.

    Se avete un termometro da cucina, la temperatura ideale è di 180°-190°. Se, invece, non lo avete a disposizione, vi basterà mettere nell’olio un pezzettino di impasto: se risale subito a galla facendo le bollicine, l’olio avrà raggiunto la temperatura giusta.

  10. Friggete un paio di ciambelle alla volta, senza toccarle troppo.

    Friggetele un paio di minuti da un lato, poi giratele una sola volta e fatele dorare anche dall’altro lato.

  11. Mettetele a scolare su un vassoio coperto di carta assorbente, senza accavallarle e quando sono ancora calde, passatele da entrambi i lati nello zucchero semolato (vi conviene prepararvi già un piatto fondo con lo zucchero).

  12. Le vostre ciambelle di patate sono pronte per essere gustate in tutta la loro bontà!

    Sono buonissime anche il giorno dopo: vi basterà metterle qualche secondo nel microonde e torneranno sofficissime come appena fatte!

Procedimento con il Bimby

  1. Le ciambelle di patate possono essere preparate anche con il Bimby. Vi lascio il procedimento per la preparazione dell’impasto..per il resto ovviamente seguite la ricetta con il procedimento tradizionale.

  2. Lessate le patate per 20-25 minuti e schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate. Mettete da parte.

  3. Nel boccale mettete la buccia di limone o di arancia e lo zucchero: 10 sec vel 10. Riunite sul fondo con la spatola.

  4. Aggiungete la purea di patate, un pizzico di sale, il tuorlo, le farine, il burro fuso e il lievito stemperato in pochissima acqua tiepida: 7 min vel spiga.

    Controllate la consistenza dell’impasto: se troppo duro, aggiungete pochissima acqua alla volta fino a raggiungere una consistenza soda, ma morbida e un po’ appiccicosa.

    Viceversa, se è troppo morbido, aggiungete un cucchiaio di farina alla volta.

  5. Trasferite l’impasto in una ciotola, fate lievitare fino al raddoppio e poi proseguite come da ricetta.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.