Crea sito

Cullurialli

I Cullurialli, Cudduriaddi, culluraci, crispelle ecc.. sono conosciuti con nomi diversi. È una ricetta tipica della Calabria a forma di ciambella. In genere si preparano per le festività natalizie, nei tempi passati si preparavano per San Martino, l’Immacolata e per il 23 dicembre. Se ne preparavano in grande quantità, così erano disponibili anche il giorno di Natale e se ne regalavano a parenti, amici e vicini di casa che non li potevano fare per motivi di lutto o altro. un antico detto “Amara chira casa ndo unse frije”, così che in tutte le case non mancavano. Anche il capo famiglia aiutava ed era il suo compito era la frittura. Adesso si fanno in qualsiasi momento, ed è una buona scusa per stare in compagnia e bere un buon bicchiere di vino casareccio in compagnia. Ogni famiglia ha la sua ricetta, gli ingredienti sono simili ma ognuno li fa in modo diverso. Con questa ricetta resteranno morbidi per più giorni,  naturalmente se ne avanzerano, il che è difficile!

Cullurialli e Natale

I Cullurialli, Cudduriaddi, Culluraci, Crispelle, morbidi con le patate

Un’altra versione sono i panzerottini con le alici salate e” monachelle” o e “sardare”. Con lo stesso impasto, si prendono piccoli pezzi, si stendono con le mani anche forma irregolare, al centro viene messo un filetto di acciuga dissalata, chiuso a forma di panzerotto e fritto, sono ottimi!

Cullurialli e Natale

Ingredienti per i cullurialli (ciambelle)

  • 1 kg di patate
  • 1 kg di farina 0 (o semola di grano duro) Oppure 500 gr farina 0 e 500 gr semola
  • 250 ml d’acqua
  • 30 gr di sale
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 1 litro di olio e.v.o. o arachidi per friggere

Procedimento

cullurialli

Pelare le patate e farle bollire (C’è chi fa bollire le patate con la buccia io preferisco pelarle prima). salare, dopo cotte farle intiepidire, passarle allo schiacciapatate, raccogliendole in una ciotola. Nella ciotola stessa aggiungere il lievito sciolto in metà acqua della cottura delle patate e metà acqua normale, poi mettere la farina e per ultimo il sale, regolarsi con l’acqua e la farina, la pasta non deve essere troppo dura ma neanche troppo molle. Impastare e mettere a lievitare in luogo caldo, di solito ci vuole da una a due ore, dipende anche dalla temperatura se la tenete in luogo più caldo o meno, quando è raddoppiata di volume è pronta.

Preparare le ciambelle, si possono stendere a filoncini lunghi circa 20 cm e grossi poco più del pollice, o prendere direttamente con le dita bagnate in poca acqua, allargare e mettere direttamente in padella.

Friggere in abbondante olio e.v.o. (il fuoco deve essere abbastanza forte, ma non troppo altrimenti si rischia che restino crude all’interno) farle cuocere da una parte e quando sono dorate girarle e farle cuocere dall’atro lato (girate una sola volta).

Ed ecco pronti i Cullurialli per Natale, buoni non solo a Natale ma tutto l’anno!

Se la ricetta ti piace, lasciami un commento e condividila su Facebook o nel social che preferisci, a te costa poco, per me è importante, Grazie  😆 

É quasi rutunnu ed é dorata,
si mangia a vijilia da ‘Mmaculata,
po essa certe vote d’uagliu ‘nzivatu
ma u sapuri delizia tuttu u palatu….
Senza nente é davero cosa beddra,
ma ccu l’alici diventa vecchiareddra!
Farina e patate ammassate a puntino,
a morte sua é ccu nu bicchiari i vino!
Crespelle, ciambelle,o atri numi strani,
ma cca si sbagli ti ciuncanu i mani…
Cumu u chiamano fora ti frichi d’iddri,
ma cca a Cusenza, su i CUDDRURIADDRI !!!”

Poesia in vernacolo di Alessandro Augieri

Crispelle-Monacelle- Ricetta calabrese

Qui trovate tutte le mie ricette

Se vi piacciono le mie ricette venite a trovarmi nella mia pagina Facebook mettete mi piace e spuntate ricevi le notifiche, mi trovate anche su Twitter. Pinterest  Google + Linkedin

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

16 Risposte a “Cullurialli”

  1. Ciao Mira, proverò sicuramente la tua ricetta quando li farò la prossima volta, non vedo l’ora! Grazie per essere passata dal mio blog e per le utilissime indicazioni che mia hai dato, un grandioso saluto
    Maria Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.