Crea sito

Castagnole con la ricotta

Le castagnole con la ricotta tra tutti i dolci carnevaleschi sono quelle che preferisco…si e’ vero…sono fritte…ma che diamine…una volta l’anno ci si puo’ fare del male no????

La loro particolarita’ e’ la presenza della ricotta nell’impasto che le rendono molto ma molto soffici e il sapore della ricotta non si sente assolutamente.

Le adoro…e poi non sono dolci e basta un po’ di zucchero a velo per renderle straordinarie.

Anche se sono ben compatte con un pò di pazienza si prestano anche ad essere farcite..basta preparare un pochino di crema e fare spazio con la siringa.

Nonostante ogni anno vada alla ricerca della ricetta magica sul web, alla fine riprendo sempre questa…perché è semplice…senza rischi e restano asciuttissime sia dentro che fuori.

Attenzione che sono come le ciliege…una tira l’altra…e vicino un buon caffè è il modo migliore per farsi una bella chiacchierata con un’amica.

Ma detto ciò…veniamo alla ricettina.

Castagnole con la ricotta

Castagnole alla ricotta, dose per circa 30 castagnole

  • 2 uova
  • 70 gr di zucchero
  • 150 gr di ricotta
  • 20 ml di liquore (a vostro piacimento)
  • 1 limone grattuggiato
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 270 gr di farina circa 
  • olio per figgere

 

Fare le Castagnole alla ricotta è semplice e veloce.

Innanzitutto grattugiamo la buccia del limone, mischiamola alla ricotta e lavoriamola un po’ con una forchetta per ridurla a crema.

In una terrina quindi lavoriamo insieme le uova con lo zucchero…con una forchetta o una frusta elettrica,  la ricotta, il liquore e il lievito.

Poco alla volta iniziamo ad aggiungere la farina…e quando il composto inizia a diventare sodo trasferiamolo su un piano infarinato e continuiamo a far assorbire la farina restante.

Alla fine dobbiamo ottenere un impasto morbido…non duro.

A questo punto preleviamo dei pezzi della pasta allunghiamoli (aiutandoci sempre con un po’ di farina) formando dei cilindri non eccessivamente sottili. Piu’ li fate sottili e piu’ le castagnole restano piccole…e piu’ sono piccole e piu’ sono meno soffici…quindi regolatevi voi…io ogni volta faccio una piccola prova 😉

Tagliamo quindi i nostri cilindri in tanti pezzetti e lavoriamo ciascuno con le mani formando una pallina.

 

Ora non resta che versare abbondante olio in un capiente tegame,portarlo a temperatura e friggere le castagnole poco alla volta. Cerchiamo di mantenere la fiamma non troppo alta altrimenti si rischia di averle colorate fuori e crude dentro.

Una volta cotte trasferiamole in un vassoio con della carta assorbente e solo quando sono  ben fredde mettiamole su di un altro recipiente pulito e spolverizziamole con dello zucchero a velo.

Vi assicuro che restano asciutte sia dentro che fuori…tanto e’ vero che lo zucchero non a velo non attacca.

Se ora decidete di farcirle non resta che impugnare una siringa, riempirla di crema o cioccolata e terminare il lavoro.

Cliccando QUI c’è la ricetta della mia crema pasticcera

Ah dimenticavo….durante la frittura vi consiglio di mettere nell’olio uno spicchio di mela con tutta la buccia…aiuta ad assorbire l’odore di fritto!!!

Felice carnevale!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora sguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.