Crea sito

Supplì alla gricia (ricetta romana)

I supplì alla gricia sono delle goduriose crocchette di riso condito con gli ingredienti tipici della pasta alla gricia, ossia guanciale e pecorino. Ricetta che fonde in un unico piatto due grandi classici della cucina romana: i supplì e la pasta alla gricia. I supplì alla gricia possono essere serviti come antipasto, ma anche come primo piatto, poiché sono molto sostanziosi e anche abbastanza calorici. La prima volta che ho assaggiato i supplì alla gricia ero in una pizzeria di Roma e ne sono rimasta subito conquistata; assieme a una mia cara amica, una vera cultrice della gricia, abbiamo provato a ricostruirne la ricetta ed è stato abbastanza semplice, poiché gli ingredienti per i supplì alla gricia sono davvero pochi e alla portata di tutti. Servite i supplì alla gricia appena fritti, come antipasto o come primo piatto.

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais

Ricetta dei supplì alla gricia

Ingredienti per 4 persone:

Per 10-12 supplì alla gricia:

  • 250 g di riso parboiled o arborio
  • 160 g di guanciale
  • 40 g di pecorino romano grattugiato
  • 1 filo di olio extravergine di oliva
  • Una noce di burro
  • Una generosa macinata di pepe nero
  • 1 uovo
  • Acqua o brodo vegetale qb (qui trovate la ricetta)

Per impanare e friggere:

  • 1 uovo
  • Pangrattato qb (per la versione senza glutine ho usato il Pangratì Schar)
  • Abbondante olio di arachide

Procedimento (preparazione: 20 min. cottura: 30 min. riposo: 2 ore)

Per preparare i supplì alla gricia iniziate cuocendo il risotto, che si dovrà raffreddare per bene. Consiglio quindi di prepararlo almeno 2-3 ore prima di fare le crocchette di riso. Iniziate tagliando il guanciale a fette abbastanza sottili (1), eliminate la cotenna (2) e tagliatelo a listarelle piuttosto piccole (3) oppure a cubetti.

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 1Nella pentola del riso fate scaldare bene un filo di olio (4) e calate poi il guanciale (5). Fatelo soffriggere a fuoco basso per un paio di minuti, finché il grasso sarà divenuto trasparente e la parte magra sarà dorata (6). Scolatelo quindi con un mestolo forato e mettetelo da parte.

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 2Se era molto grasso eliminatene un po’ dal fondo di cottura, quindi fatevi sciogliere una noce di burro. Quando è completamente fuso calate il riso (7), salatelo leggermente e fatelo tostare per un paio di minuti. Sfumate quindi con del brodo vegetale caldo (8) e continuate a cuocere come un normale risotto, mescolando spesso e aggiungendo altro brodo caldo poco a poco (9).

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 3Quando il riso sarà giunto a cottura unitevi il guanciale (10) e il pecorino (11). Togliete dal fuoco e mantecate per un paio di minuti, aggiustate di sale e aggiungete anche una bella macinata di pepe (12).

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 4Quando il risotto sarà ben mantecato (13) lasciatelo raffreddare per 2 o 3 ore. Trascorso il tempo unitevi un uovo sbattuto (14) e mescolatelo accuratamente per distribuirlo in tutto il risotto (15).

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 5Procedete quindi alla preparazione dei supplì alla gricia: sbattete un altro uovo assieme a un pizzico di sale in una ciotolina e preparatevene un’altra con il pangrattato. Prelevate un cucchiaio abbondante di riso e, con le mani umide, formate una crocchetta leggermente allungata, compattandola bene (16). Passatela prima nell’uovo sbattuto (17) e poi nel pangrattato (18), facendolo aderire bene su tutta la superficie. Proseguite così fino all’esaurimento del riso.

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 6In una padella profonda o in una friggitrice fate scaldare abbondante olio di arachide (se avete la friggitrice impostate una temperatura di 180°), quindi immergetevi i supplì alla gricia pochi per volta (19) per non far abbassare troppo la temperatura dell’olio. Friggeteli per 5-6 minuti, girandoli da tutti i lati; quando sono dorati scolateli (20) e fateli asciugare su un foglio di carta da cucina (21).

Supplì alla gricia ricetta romana il chicco di mais 7Servite i supplì alla gricia subito, come antipasto o come primo piatto.

Nota: volendo potete preparare il risotto il giorno prima e conservarlo in frigorifero, oppure formare già i supplì alla gricia e conservarli sempre in frigorifero in un contenitore ermetico per un giorno. Un’altra alternativa è congelarli da crudi in un sacchetto per alimenti, disponendo i supplì alla gricia in piano e ben distanziati e friggerli ancora congelati: in questo caso i tempi di cottura si allungheranno di un paio di minuti.

Se ti è piaciuta la ricetta dei supplì alla gricia segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ e clicca qui per lo speciale sulla cucina romana!

4 Risposte a “Supplì alla gricia (ricetta romana)”

  1. francèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè bellissimi e fantastici!!!io li voglio….belilissima l’idea del ripieno alla gricia,bellissimo!!!
    t’ho lasciato altri commenti su altre ricette,ti sono arrivati?
    buona serata cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.