Crea sito

Spaghetti alle vongole: il segreto per farli cremosi

Gli spaghetti alle vongole sono una ricetta classica della cucina italiana, uno dei primi di pesce più apprezzati e replicati in tutto il mondo. La ricetta degli spaghetti alle vongole è molto semplice negli ingredienti ma per realizzarla a regola d’arte occorre seguire qualche piccolo accorgimento.
Il segreto per degli spaghetti alle vongole cremosi e ben legati, infatti, sta tutto nella mantecatura finale in padella, che deve avvenire assieme ad abbondante acqua di cottura (la pasta va quindi scolata molto al dente). Per quanto riguarda la cottura delle vongole io le faccio aprire in un tegame a parte, in modo da poter filtrare il sughetto che rilasciano ed eliminare eventuale sabbia prima di unirlo nella padella. La cottura nell’olio deve essere poi breve e a fiamma medio-bassa, in modo da non farle stracuocere.

Spaghetti alle vongole ricetta classica con il segreto per farli cremosi il chicco di mais - Copia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la versione senza glutine ho usato spaghetti di mais e riso glutenfree.
  • 400 gspaghetti
  • 800 gvongole veraci
  • 5 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 2 spicchiaglio
  • 1peperoncino piccante
  • q.b.sale grosso
  • 1 ciuffoprezzemolo

Strumenti

  • 1 Ciotola
  • 1 Pentola con coperchio
  • 1 Padella saltapasta
  • 1 Colino
  • 1 Mestolo forato

Come preparare gli spaghetti alle vongole cremosi

  1. Per preparare gli spaghetti alle vongole iniziate facendo spurgare le vongole per un paio d’ore in abbondante acqua in cui avrete sciolto un cucchiaino di sale (1). Sciacquatele accuratamente e mettetele in un tegame senza alcun condimento che coprirete con un coperchio (2) che deve chiudere perfettamente il tegame.

  2. Spaghetti alle vongole ricetta classica il chicco di mais 1 far aprire le vongole

    Se ne avete uno di vetro usatelo, è comodo per controllare la cottura senza far fuoriuscire il vapore. Accendete il fuoco a media intensità e lasciate cuocere per 5-10 minuti. Appena le vongole si saranno aperte (3) toglietelo dal fuoco.

  3. Scolatele con un mestolo forato e tenetele da parte. Filtrate il liquido che si è formato facendolo passare attraverso un colino a maglie strette (4), in modo da eliminare eventuali impurità.

  4. Passate quindi alla preparazione della pasta con le vongole: mettete sul fuoco abbondante acqua per la pasta e quando bolle salatela. In un’ampia padella fate soffriggere l’aglio sbucciato e il peperoncino tritato nell’olio (5).

  5. Spaghetti alle vongole ricetta classica il chicco di mais 2 soffriggre le vongole

    Aggiungete quindi le vongole (io non le sguscio, per evitare che a contatto con l’olio caldo i molluschi si cuociano troppo) e fatele saltare per circa mezzo minuto a fiamma media (6).

  6. Aggiungete quindi il liquido delle vongole stesse (7) e continuate a cuocere per un minuto circa. Completate con il prezzemolo tritato (8).

  7. Spaghetti alle vongole ricetta classica il chicco di mais 3 cuocere le vongole

    Scolate gli spaghetti molto al dente (un paio di minuti prima del tempo) e trasferiteli nella padella (9), mantenendo da parte un bel po’ della loro acqua di cottura.

  8. Spaghetti alle vongole ricetta classica il chicco di mais 4 mantecare la pasta

    Fate saltare gli spaghetti alle vongole per un paio di minuti, aggiungendo poco a poco un po’ di acqua di cottura della pasta (10) finché gli spaghetti saranno giunti a cottura e sul fondo si sarà formato un sughetto denso (11).

  9. Servite gli spaghetti alle vongole subito, spolverizzati con altro prezzemolo fresco tritato.

Note

Consigli e varianti

La ricetta classica degli spaghetti alle vongole è quella che vi ho mostrato, composta da pochi semplici ingredienti. È quindi una pasta alle vongole in bianco, ma se gradite potete aggiungere qualche pomodorino tagliato a metà nel soffritto iniziale.

Altri ingredienti che possono arricchire questi spaghetti alle vongole cremosi sono un cucchiaio abbondante di bottarga oppure un paio di cucchiai di colatura di alici di Cetara, entrambi da aggiungere sulla pasta a fine cottura e a fuoco spento.

Se cercate atre idee per primi di pesce facili guardate qui!

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

18 Risposte a “Spaghetti alle vongole: il segreto per farli cremosi”

  1. bravissima francè!!!!abbiamo prorpio gli stessi gusti si….una meraviglia di pasta,assolutamente in bianco e siamo daccordo anche sulla mantecatura!!!mamma chè voglia di pasta con le vongole…..:-)!!!
    buona giornata cara mia…..bacio

  2. Ottima spiegazione, anche se io alla fine metto anche le vongole sgusciate precedentemente e tenute da parte per la stessa ragione che lei ha spiegato.

  3. A me le vongole piacciono veramente poco poco cotte quindi le faccio aprire in olio aglio e peperoncino.Le metto da parte ,passo il liquido che rilasciano per evitare residui ,lo rimetto in padella e aggiungo gli spaghetti molto molto al dente faccio finire di cuocere con acqua di cottura e in ultimo aggiungo le vongole e abbondante prezzemolo.Provate e saprete dirmi

      1. Sì dopo aver sperimentato diverso “trucchetti” sono giunta alla conclusione che questo è il metodo più azzeccato 😉

  4. Brava io da meta cottura della pasta la risotto in padella con acqua di cottura e la finsco di cuocere con l’acqua delle vongole e in ultimo metto le vongole sgusciate solo 1/3 con i gusci (personalmente mi danno fastidio se sono troppi) il mio trucco è una generosa grattugiata di botarga di muggine

  5. Segreto dello chef: se mentre ripassate in padella, a pieno calore, non ci mettete mezzo bicchiere di acqua molto fredda, col cavolo che vi vengono cremose. Dilettanti allo sbaraglio.

    1. Mai sentito questo trucco, se mi capita proverò, anche se a me riescono sempre benissimo lo stesso. Per quanto riguarda la tua chiusa, sì, certamente sono una dilettante, in caso contrario avrei scelto di lavorare in un ristorante 😉

  6. sembrano buonissime, le farò in bianco la procedura è chiara , grazie si impara sempre qualcosa, io di regola ci metto sempre un po’ di pomodorini, questa volta non li metterò, a fine cottura ci aggiungo un cucchiaino di colatura di alici..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.