Crea sito

Zucca al forno

La zucca al forno è il mio contorno autunnale preferito. E’ veramente una ricetta facile e veloce, ma molto gustosa. Per chi mi conosce da un po’, questa ricetta è della serie “ZeroSbatti”, cioè taglia, inforna e non ci pensare. Le mie preferite!

La qualità di zucca più adatta per questa cottura è la delica, perchè la affettiamo lasciando la buccia che cotta al forno diventa tenera e saporita, a mio parere ha un sentore di castagne. La zucca delica ha il vantaggio di essere di piccole dimensioni, si aggira attorno ai due chili e quindi di facile consumo. Potete comunque usare anche altri tipi di zucca e seguire lo stesso procedimento.

Cuocendo la zucca al forno, potete anche non mettere niente, zero olio, zero condimenti. Ottenendo così la zucca al forno senza grassi. Soprattutto se la dovete utilizzare poi per altre preparazioni, come ad esempio usare la polpa per dolci, tortelli di zucca, lasagna di zucca, pane alla zucca ecc.

Fidatevi di me e iniziate ad affettare la zucca, questo nuovo contorno facile e gustoso conquisterà tutti! Venite a trovarci nel nostro gruppo (QUI) e ricordatevi di seguirci anche su Instagram (QUI) usando l’hashtag #fablesdescure se fate una nostra ricetta! Alla prossima, Eva

Zucca al forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1zucca delica
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchiaglio

COME CUCINARE LA ZUCCA AL FORNO

  1. Per prima cosa la zucca va lavata intera, strofinate bene la buccia se dovesse essere necessario, visto che la cuoceremo la zucca al forno con la buccia.

    Tagliatela a metà, con un cucchiaio prelevate i semi e i filamenti interni, una volta pulita possiamo iniziare ad affettarla.

    Tagliate la zucca a fette dallo spessore di 1,5 centimetri circa, cercate di fare le fette tutte con lo stesso spessore per una cottura omogenea.

    Foderate una teglia con la carta forno, adagiate man mano le fette di zucca senza sovrapporle, usate due teglie se necessario.

    zucca al forno griglia

    Una volta completata la teglia, cospargete le fette di zucca con sale, pepe e olio extravergine d’oliva, rigiratele per ungerle in maniera uniforme. Aggiungete se vi piace due/tre spicchi d’aglio e qualche foglia di salvia o in alternativa del rosmarino.

    Cuocete in forno preriscaldato in modalità statica a 180°C per circa 30 minuti. Verificate la cottura punzecchiando la polpa con una forchetta, dovrà risultare morbida.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. Il tempo di cottura varia a seconda dello spessore delle fette di zucca. Potete tagliarle anche più spesse prolungando la cottura.

    Se state storcendo il naso per la buccia, vi consiglio comunque di cuocerla come ho detto sopra, eliminarla post cottura sarà molto più semplice!

    Sia l’aglio che la salvia possono essere sostituiti con altre erbe aromatiche. Ad esempio: rosmarino o prezzemolo ci stanno benissimo.

    Potete aggiungere anche spezie come ad esempio paprika o cannella. Oppure spolverizzarle leggermente con pangrattato o formaggio grattugiato prima della cottura.

    Come ho già detto nella premessa, la cottura della zucca al forno può essere fatta anche senza aggiungere nulla. Soprattutto se poi utilizzate la zucca cotta in altre preparazioni, oppure la volete conservare per il giorno successivo.

    Se ti è piaciuta questa ricetta potrebbero interessarti anche la CREMA DI ZUCCA, CAVOLFIORE AL FORNO LIGHT e le ZUCCHINE SABBIOSE FACILISSIME!

Conservazione

Conservata in un luogo fresco e asciutto la zucca intera può attendere per sei/sette mesi.

Tagliata si conserva per tre/quattro giorni, in frigorifero coperta da pellicola per evitare che si secchi.

Una volta cotta invece potete conservarla in frigo per un paio di giorni in un contenitore ermetico.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.