Crea sito

Castagne al forno

Castagne al forno morbide da sbucciare, come fare? Anche in casa è possibile cuocere le castagne al forno senza dover rimpiangere le caldarroste comprate! Bastano dei semplici passaggi per ottenere delle golose e morbide castagne al forno perfette e facili da sbucciare.

Sapete la differenza fra castagne e marroni? Erroneamente vengono tutte chiamate “castagne”, in realtà sono parenti ma hanno caratteristiche diverse.
La castagna è il frutto di un albero selvatico, sono piccole da un lato piatte, un riccio ne contiene fino a sette. Hanno la buccia scura, le pellicola che le ricopre è più spessa per questo sono anche più difficili da sbucciare. Il marrone invece è il frutto di una pianta coltivata, più grande e tondeggiante, un riccio ne contiene massimo tre. La buccia è più chiara, rossiccia, la pellicola più sottile di conseguenza più facile da eliminare. I marroni sono nettamente più dolci e saporiti rispetto alle castagne.

Le castagne vengono consumate arrostite, ma anche bollite, si ricava la farina, trasformate in creme o dolci come ad esempio: i marron glacé, il castagnaccio o il montblanc, giusto i primi tre classici che mi sono venuti in mente. Aggiunte a zuppe, risotti, secondi di carne e primi, a tal proposito non perdetevi le nostre REGINETTE CON SALSICCIA E CASTAGNE.

Insomma sono certa che troverete il modo per gustarle al meglio, nel frattempo vediamo come cucinare le castagne al forno di casa. Se avete bisogno di aiuto, domande o curiosità, vi ricordo il nostro gruppo su Facebook (QUI) e vi ricordo anche il nostro profilo Instagram (QUI) e di usare l’hashtag #fablesdesucre se fate una nostra ricetta! Alla prossima, Eva

castagne al forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgcastagne
  • q.b.acqua
  • q.b.sale

Preparazione

COME PREPARARE LE CASTAGNE AL FORNO
  1. Per prima cosa dovete praticare un taglio orizzontale nella parte bombata del frutto lungo almeno un paio di centimetri.

    Potete avvalervi anche dell’aiuto dell’apposito attrezzo (tipo questo) che ho usato anch’io per farlo, altrimenti basta un semplice coltellino.

    Man mano raccogliete le castagne in una ciotola e quando le avrete tagliate tutte, versate anche l’acqua, quanto basta per ricoprirle. Lasciate le castagne in ammollo per circa due ore, questo trucco vi permetterà di riuscire a sbucciarle meglio una volta cotte.

    castagne al forno

    Passate le due ore, scolate e raccoglietele in un canovaccio per asciugarle e tamponatele. Distribuitele ora su una teglia rivestita da carta forno in maniera omogenea, senza sormontale.

    Scaldate il forno a 200°C in modalità statica, quando raggiunge la temperatura cuocete le castagne per circa 25/30 minuti in base alla dimensione. A metà cottura è consigliato mescolarle per una cottura omogenea.

    Una volta cotte, potete raccoglierle in una ciotola rivestita da una canovaccio pulito, aggiungere un pizzico di sale (facoltativo) e ricoprirle per una decina di minuti. Oppure raccoglierle in un sacchetto di carta e chiuderlo all’estremità lasciandole riposare sempre per dieci minuti. Così facendo sarà facilissimo sbucciarle!

    Passati i dieci minuti di riposo sono pronte per essere gustate.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. In alternativa al forno, potete cuocere anche le castagne in padella, utilizzando l’apposita padella forata. Incidete le castagne, fate l’ammollo esattamente come sopra e scolatele. Sistemale nella padella forata con l’incisione verso l’altro e fatele cuocere per circa 30/40 minuti, scuotendole molto spesso.

    Oppure se avete poco tempo potete decidere di cuocere le castagne al microonde: procedete come sopra fino alla cottura, distribuite le castagne con l’incisione verso l’alto su di un piatto e cuocetele a 750W per circa 5/7 minuti. Verificate la cottura in base alla dimensione.

    E infine le castagne bollite: Incidete le castagne, per 1 kg di castagne ci vogliono 3 litri di acqua, potete aggiungere una foglia di alloro e un po’ di sale. Mettete tutto freddo sul fuoco, quando va in ebollizione calcolate circa 40/60 minuti, dipende sempre dalla grandezza dei vostri frutti.

    Per ogni metodo di cottura per le castagne è comunque essenziale l’incisione per non farle scoppiare. Vale sempre anche che per sbucciarle con facilità lo dovete fare quando sono ancora calde.

  2. Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbero interessarvi anche il VIN BRULÈ ottimo da gustare assieme alle castagne, le MANDORLE PRALINATE fatte in casa e la nostra RACCOLTA DI RICETTE DI HALLOWEEN!

Conservazione

Si consiglia di consumare le castagne appena fatte, ancora calde.

Se volete consumarle in un secondo momento, sbucciatele comunque quando sono ancora calde, altrimenti sarà davvero difficoltoso. Potete conservarle senza buccia in un sacchetto e congelarle, oppure in un contenitore ermetico.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.