Zucchero a velo per Pandoro

Zucchero a velo per Pandoro. Zucchero a velo per Pandoro

Quando ci capita di vedere un dolce servito con lo zucchero, che sia a velo o semolato, spesso non è una scelta estetica (o non solo) ma il completamento del gusto del prodotto stesso, altrimenti mancherebbe di dolcezza, che è quello che lo rende buono. Infatti la prima sensazione aromatica al morso, la prima che incontra le nostre papille, è proprio la dolcezza data dallo zucchero. Che sia un krapfen, una ciambella o come in questo caso il pandoro.Quest’ultimo ha un impasto ricco di grassi, ma povero di zuccheri. Lo zucchero a velo vanigliato completa e dona al pandoro quel gusto tipico e riconoscibile che lo rende apprezzato e tanto amato. Quindi oltre a donare sapore e dolcezza che caratteristiche deve avere lo ZUCCHERO A VELO PER IL PANDORO? Naturalmente non si deve sciogliere! Si chiama zucchero a velo non igroscopico, per dirla in parole povere è impermeabile non si scioglie, viene mixato con il burro di cacao per renderlo resistente all’umidità e l’alcool per renderlo conservabile. Questa ricetta è tratta dal libro di Massari “Non solo zucchero”.

ZUCCHERO A VELO PER PANDORO

(Dose per 1 kg circa) 

  • 20 g di burro di cacao
  • 20 g di alcool
  • 15 g di rum
  • 3 baccelli di vaniglia
  • 1000 g di zucchero a velo

Note:

  1. Il BURRO DI CACAO va sciolto, bastano pochi secondi nel microonde.
  2. Massari usa l’essenza di RUM, ma a livello casalingo va benissimo il rum classico.
  3. La dose consigliata dal Maestro è di 20 g per il pandoro da 500 g e 40 g per il pandoro da kg.
  4. In questo zucchero a velo per pandoro non c’è nulla con scadenza breve, ben conservato  in una scatola metallica o di plastica ermetica potete conservarlo per qualche mese.

Procedimento:

Per prima cosa sciogliete a microonde per qualche secondo il burro di cacao.

Incidete i baccelli della vaniglia e prelevate i semini al loro interno.

Ponete tutti gli ingredienti in un cutter: burro di cacao sciolto, alcool, rum, vaniglia e zucchero a velo e passateli per due minuti.

Successivamente setacciate e conservate in scatole metalliche o di plastica ermetiche

Cliccando QUI trovate tutte le nostre ricette per PANDORO.

Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo Gruppo Facebook, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

Precedente Cremoso al cioccolato Successivo Lasagna classica al forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.