Crea sito

Gelato su stecco

Gelato su stecco, ma facciamo subito una premessa che farà felici tante persone: il ripieno di questo delizioso gelato su stecco ricoperto di cioccolato non è un vero gelato! Per una volta abbiamo voluto permettere a chiunque, anche chi non ha la gelatiera, di preparare un dessert fresco e goloso come un gelato ma fidatevi della mia parola: questi gelato stecco non hanno nulla da invidiare ai famosissimi “magnum”, “cremino” o non ricordo quale altro nome hanno avuto in passato i ricoperti alla panna industriali. Ma nulla vieta a voi amanti del gelato fatto in casa di usare un vero gelato al fiordilatte o alla vaniglia, alla crema o al cioccolato, per riempire questi stampini in silicone. E la cosa bella è che non è neanche indispensabile avere degli stampini in silicone ad hoc, perchè si possono usare anche dei bicchierini di carta usa e getta. Certo non saranno belli e perfetti, simili a quelli comprati. Ma chi se ne frega, l’importante è che siano buoni e golosi, e per una volta, FACILISSIMI da realizzare. Perchè non ve l’ho ancora detto ma si realizzano in 10 minuti e senza cottura. Dai, che cosa si vuole di più? Una ricetta facile, veloce, o come va tanto di moda dire, una ricetta furba 😀
Allora dai, fateci vedere i vostri gelati su stecco postando le vostro foto nel nostro gruppo (QUI) e seguiteci su Instagram (QUI) dove condivideremo le foto in cui ci taggate. Buon divertimento, e mi raccomando, sorridete sempre,
Claudio.

gelato su stecco
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Porzioni6 gelati da 9 cm
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il finto gelato

  • 200 glatte condensato
  • 300 gpanna fresca liquida

Per la copertura

  • 50 ggranella di nocciole (facolatativa)
  • 300 gcioccolato fondente al 70% (O quello che si preferisce)
  • 100 golio di semi

Strumenti

  • Stampo in silicone per ghiaccioli (facoltativo)

Preparazione

  1. Montare la panna ben fredda fino ad una consistenza morbida e spumosa, ancora lucida, o come si suol dire “semi-montata”.

    Mischiare con una frusta un terzo della panna con il latte condensato.

    Unire al resto della panna semi-montata mescolando con una spatola larga delicatamente dal basso verso l’alto senza smontare il composto.

    Riempire con il nostro finto gelato gli stampi in silicone già posti su di una teglia per poterli muovere in tranquillità. Livellare e lisciare con una spatola o un tarocco.

    Infilare lo stecco nell’apposita fessura con delicatezza. Se preferite potete mettere lo stecco prima di versare il composto nello stampo movimentando con un cucchiaino il composto affinché riempia tutti gli spazi.

    Online potete trovare stampi più economici come il mio (QUI) con cui però mi sono trovato benissimo, o stampi di qualità superiore come questo QUI.

    Coprire con pellicola o con il coperchio in silicone degli stampi ove previsto e porre in congelatore per almeno 6 ore. Meglio se per una notte intera.

    Quando i nostri gelati su stecco sono perfettamente congelati possiamo glassarli. Sciogliere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato fondente fino alla temperatura di circa 40°C (deve risultare tiepido al labbro).

    Aggiungiamo l’olio di semi mescolando fino ad avere un cioccolato omogeneo e fluido. Versiamo in un bicchiere da bibita alto e stretto.

    Riprendiamo i nostri stecco gelati e sformiamoli dallo stampo in silicone. Copriamo con carta forno una teglia che avremo tenuto in congelatore e poggiamoveli sopra.

    Se vogliamo possiamo passarli prima nella granella di nocciole, che avremo sistemato su di un piattino. Quindi schiacciamo i gelati sulla granella in modo che questa si attacchi per bene.

    Immergere i gelati su stecco fatti in casa uno alla volta nel cioccolato fino all’inizio dello stecco. Tiriamoli su velocemente e lasciamo sgocciolare qualche secondo dall’eccesso di glassa, poi poggiamo sulla carta forno su teglia fredda.

    Poniamo in congelatore a rapprendere e a far solidificare per bene la copertura al cioccolato prima di servire.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. Cercate di usare un latte condensato abbastanza denso come quello della nota marca che lo vende in barattolo o tubetto. La proporzione fra questo e la panna è data per avere una quantità di zuccheri tale da mantenere morbido il finto gelato anche in freezer e mangiabile ancora da congelato.

    Se preferite potete usare per questi gelati su stecco il nostro GELATO AL FIORDILATTE o il GELATO ALLA CREMA o uno qualsiasi dei gelati che trovate nella nostra raccolta QUI. Gli stampi vanno riempiti con il gelato appena mantecato e ancora morbido.

    Diluire il cioccolato con l’olio di semi serve a renderlo più fluido e ad avere così una copertura più sottile e facilmente masticabile. Il cioccolato solo resterebbe troppo spesso. L’olio più delicato è quello di riso ma potete usare anche quello di girasole o di mais totalmente insapori.

    Il cioccolato al 70% leggermente amaro bilancia la dolcezza del finto gelato che ha una buona dose di zuccheri. Se preferite potete usare il cioccolato fondente che preferite, o quello al latte o bianco sempre con le stesse dosi.

    Potete omettere del tutto la granella di nocciole o sostituirla con altra frutta secca, oppure versarla sui gelati appena glassati in modo che si attacchi e non sia coperta dalla glassa. O potete sostituirla usando codette di cioccolato o zuccherini che spargeremo sulla glassa prima che si asciughi.

    In mancanza degli stampi in silicone adeguati potrete usare qualsiasi stampo da ghiacciolo anche in plastica rigida. Una volta congelati vi basterà immergere lo stampo per qualche secondo in acqua calda e provare a tirar fuori il gelato su stecco fino a che non riuscirete a liberarlo dallo stampo. Oppure potrete usare semplici bicchieri di carta usa e getta sformandoli poi nello stesso modo.

CONSERVAZIONE

Potete conservare i gelati su stecco nei loro stampi per due o tre mesi. Oppure potete sformarli, glassarsi, e una volta raffreddati nuovamente ricoprili con pellicola e conservarli in congelatore sempre per due o tre mesi.
Link sponsorizzati inseriti nella pagina.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.