Crea sito

Gelato alla mandorla

Gelato alla mandorla. Mi sono perso guardando una libellula, volava leggiadra nell’aria, sembrava non avere alcun peso. Passeggiavo fra le campagne vicino casa, e lei si librava trasportata da un vento invisibile, come danzasse una musica nota solo a lei e a me sconosciuta, poi disturbata dal mio passo pesante è volata via verso il sole basso del tramonto, e io son rimasto lì ancorato a terra, immobile. Vivo in Puglia, nell’estate, nella terra degli ulivi e dei mandorli. E tutto questo mi scorre nel sangue, la quiete del meriggio, il canto delle cicale, le spighe di grano mosse dal vento. E mi accorgo invece di dedicare troppo poco della mia cucina alla mia terra. Un gelato alle mandorle parla di me, della mia infanzia, della mia vita trascorsa qui fra tradizione, muretti a secco e scirocco. Un gelato alla mandorla con uno dei prodotti migliori delle nostre campagne, perchè la mandorla di Bari è una delle migliori al mondo e questa terra e i suoi figli ha bisogno di essere apprezzata di più, conosciuta meglio.

Sono tornato a casa rincuorato, camminare all’aria aperta fa sempre bene e fa pensare, cosa sempre più difficile con i ritmi della quotidianità. E mentre i miei figli già urlavano e si litigavano la playstation, mentre la confusione si contendeva lo spazio con la quiete, sul bordo del mio balcone c’era lei, a salutare il mio ritorno, o a me piace pensare che fosse la stessa libellula che mi aveva rapito prima venuta per dirmi di non lasciarmi trasportare dal vento degli eventi ma di seguire sempre una musica che solo io sento e di continuare a danzare.

Volò via subito, e io corsi in cucina per preparare questo gelato alla mandorla, e voi dovete per forza assaggiarlo perchè è buonissimo e aspetto i vostri commenti nel nostro gruppo (QUI), seguiteci su Instagram (QUI) dove condivideremo le foto in cui ci taggate, e mi raccomando, sorridete sempre,
Claudio.

Gelato alla mandorla
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 435 glatte intero (fresco)
  • 120 gzucchero
  • 12 gdestrosio
  • 150 gpanna fresca liquida
  • 30 glatte in polvere (magro)
  • 4 gfarina di semi di carrube
  • 60 gpasta di mandorle (per gelati)

Strumenti

  • Gelatiera
  • Termometro a sonda per alimenti

Preparazione

  1. Per preparare il gelato alla mandorla è indispensabile la pasta di mandorle. Parlo di una pasta di frutta secca adatta per creme e gelati, quindi non la classica più nota per preparare per esempio i dolcetti. Potete seguire la nostra ricetta per realizzarla QUI.

    In una ciotola ampia unire tutti gli ingredienti in polvere, ovvero lo zucchero, il destrosio, il latte in polvere e la farina di semi di carrube e mescolare con una frusta.

    Portare ad un lieve bollore il latte e la panna e poi versare sugli ingredienti in polvere, mescolando con una frusta fino al completo scioglimento senza formare grumi.

    Pastorizzare portando sul fuoco alla temperatura di 85°C misurata con un termometro e mantenendola per due minuti gestendo la fiamma. Un buon termometro da cucina è questo QUI.

    Togliere la miscela dal fuoco, unire la pasta di mandorle, e mixare per un paio di minuti con un frullatore ad immersione per emulsionare.

    Conservare la miscela del gelato alle mandorle in frigorifero coperta da pellicola e lasciar maturare per almeno 3-4 ore.

    Dopo la maturazione emulsionare nuovamente e porre nella gelatiera a mantecare per il tempo necessario, di solito 40-45 minuti.

    Della gelatiera non si può fare a meno per ottenere la giusta densità e struttura, un gelato perfetto. Un’ottima gelatiera è questa QUI.

    Traferire il gelato di mandorle dalla gelatiera alla vaschetta che useremo per conservarlo e lasciare in congelatore qualche ora prima di servire.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. Trovate tutti i nostri consigli, trucchi e segreti per fare un ottimo gelato fatto in casa nella nostra guida QUI.

    Potete variegare il gelato alle mandorle con dello sciroppo di mandorle per un gusto più intenso.

    Un bilancino di precisione come questo QUI è sempre utile in cucina per misurare piccole quantità come nelle ricette dei gelati.

    Non si può usare il latte di mandorle in sostituzione del latte fresco per realizzare un gelato al latte di mandorla.

    Se ti è piaciuta questa ricetta potrebbe interessarti anche il GELATO AL CAFFÈ o il GELATO ALLA MENTA oppure il GELATO ALLA NOCCIOLA.

CONSERVAZIONE

Il gelato alla mandorla si conserva in congelatore per due o tre mesi senza problemi.
Link sponsorizzati inseriti nella pagina.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.