Valbona e orto botanico di Padova: aromantic day

Valbona e orto botanico di Padova: aromantic day.

Dallo scorso anno collaboro con grande soddisfazione con Valbona, azienda veneta specializzata nell’arte conserviera che ha deciso di investire sulle foodblogger per accrescere la propria reputazione nel web e raggiungere un numero maggiore di appassionati di cucina, stimolandoli a sperimentare i loro prodotti.

Se avete voglia di leggere la storia dell’azienda e il resoconto del mio primo e stimolante incontro con Valbona, cliccate qui.

Oggi, invece, voglio raccontarvi e farvi appassionare ad un altro grande progetto che Valbona ha ideato insieme all’Orto Botanico di Padova ed a noi foodblogger. Il 1 luglio 2016 (scusate, è passato un po’ di tempo ma sono stati mesi densi di impegni) siamo state invitate all’Aromantic day…un nome che la dice lunga sulla bellezza e sulle caratteristiche del progetto.

IMG_6838

Immancabile, e sempre molto interessante e stimolante, la visita allo stabilimento produttivo.

6

37

20

Dopo la visita ci siamo trasferite all’Orto Botanico di Padova per un pranzo strepitoso a cura di Daniele Zennaro, chef del Ristorante Artemisia di Veneziache ci ha deliziato con un menù completo a base di prodotti Valbona.

72

47

39

Abbiamo avuto il piacere di gustare:

  • millefoglie di caponata estiva aromatica realizzata con le veganette
  • risotto di erbe aromatiche e fiori realizzato con il pesto rosso bio
  • flan di carciofi con chips di pecorino e profumi orientali
  • insalata di fragole con sorbetto al limone e infuso di basilico

E, tra un piatto e l’altro, non abbiamo saputo resistere all’invito di Federico e Margherita ad assaggiare tantissimi altri prodotti della loro azienda…tutte donne ma con un appetito da lupi!!!!

Nel primo pomeriggio, sotto un sole cocente e dopo una bella abbuffata, abbiamo avuto il piacere di visitare l’orto botanico insieme a due guide eccezionali, due ragazzi giovani con una passione tangibile e una capacità espositiva in grado di catturare la nostra attenzione.

L’orto botanico di Padova è stato dichiarato patrimonio mondiale dall’Unesco nel 1997. E’ stato fondato nel 1545 per la coltivazione delle piante medicinali, i cosidetti “semplici” ovvero i medicamenti provenienti dalla natura; per tale ragione la denominazione primitiva dell’orto era “Giardino dei Semplici” (“Horti Simplicium“).

Quando l’orto fu fondato regnava una grande incertezza circa l’identificazione delle piante usate dai celebri medici dell’antichità: erano frequenti errori e frodi, con gravissimi danni per la salute dei pazienti. L’istituzione di un horto medicinale fu sollecitata su richiesta di Francesco Bonafede, che allora ricopriva la cattedra di Lettura dei Semplici presso l’università di Padova, per facilitare l’apprendimento ed il riconoscimento delle piante medicinali autentiche rispetto alle sofisticazioni. Nel 1545 un decreto del senato della Repubblica di Venezia ne approva la costituzione” – citazione wikipedia

L’orto botanico è di una bellezza indescrivibile. Ha una superficie di quasi 22.000 metri quadrati e contiene oltre 6.000 piante coltivate, e 3.500 specie differenti che rappresentano, seppur in forma ridotta, una parte significativa del regno vegetale.

La struttura è circondata da un muro circolare costruito nel 1552 per arginare i furti di erbe medicinali. All’interno quattro spalti sono a loro volta suddivisi in aiuole; al centro si trova una piscina per le piante acquatiche alimentata da un fiotto d’acqua calda proveniente da una falda posta a quasi trecento metri sotto il livello dell’orto.

All’interno dell’orto si trovano alcuni alberi storici, dei veri e propri “vecchietti”, come il PLATANO ORIENTALE situato vicino all’ingresso dal 1680, enorme, imponente e con un fusto cavo probabile conseguenza di un fulmine.

90

Ecco alcune immagini dell’orto botanico…ma vi consiglio vivamente di andare a visitarlo di persona perchè merita davvero!

105

84 85 87 91 94 100

Per concludere…cosa hanno a che fare Valbona, l’orto botanico e le foodblogger? Che progetto potrebbe legare e valorizzare queste tre realtà così differenti? Sorpresa…stay tuned e tra poco vi svelerò tutti i dettagli.

Buona giornata a tutti!

Per le foto si ringrazia ©Margherita Santimaria – Valbona srl

Pubblicato da cucinaconsara

Sara, psicologa per professione e foodblogger per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.