Cappelletti in brodo di cappone

cappelletti in brodo di cappone

I cappelletti in brodo di cappone, ovvero il piatto delle feste in Romagna! Passato e presente che si riuniscono in un piatto fumante di minestra! Sulla mia tavola di Natale non può mancare e, da oggi, spero anche sulla vostra!

cappelletti in brodo di cappone
  • Difficoltà:Alta
  • Preparazione:3 ore
  • Cottura:3 ore
  • Porzioni:8 persone

Ingredienti

Per il brodo

  • Cappone (Pulito, eviscerato e fiammeggiato ) 1
  • Cipolla grande 1
  • Carote 2
  • Sedano 2 coste
  • Sale grosso 2 cucchiaini

Preparazione

Cuocere il brodo

  1. cappelletti in brodo di cappone

    In una pentola molto capiente ponete il cappone e copritelo abbondantemente con acqua fredda. Quando si prepara un brodo infatti, si usa acqua fredda quando si vuole ottenere un buon brodo, invece si aggiunge la carne nell’acqua già bollente quando si vuole preservare la carne. Il brodo in quest’ultimo caso risulterà più povero. Siccome però noi vogliamo ottenere un buon brodo per cuocere i cappelletti, useremo acqua fredda.

    Aggiungete in pentola anche gli aromi, sedano, carota e cipolla, tagliati a pezzi grossolani. Infine uniamo anche il sale.

    Portate a bollore. A questo punto è molto importante togliere con la schiumarola, o mestolo forato, la schiuma e le impurità che vengono a galla. Abbassate la fiamma, coprite la pentola lasciando però una lieve apertura, e cuocete così per circa 3 ore. Se il livello del liquido si dovesse abbassare molto aggiungete dell’acqua calda per riportare a livello. In alternativa potete usare anche la pentola a pressione. In quest’ultimo caso la cottura si riduce ad 1 ora, ricordandosi però di chiudere la pentola solo dopo aver schiumato il brodo.

     

  2. Mentre cuoce il brodo potete procedere alla preparazione dei cappelletti, come spiegato nella ricetta che trovate QUI. Se invece volete fare come faccio io, li avrete già preparati i giorni prima e messi in freezer!

Cottura dei cappelletti

  1. cappelletti in brodo di cappone

    Il brodo del cappone che avrete ottenuto sarà molto grasso. Prima di tutto togliete la carne del cappone e tenetela da parte e quindi filtrate il brodo attraverso un ampio colino. Potete scegliere quindi se usare il brodo così com’è, oppure se ridurre la quantità di grasso. In questo caso, fate raffreddare in frigo il brodo, magari anche fino al giorno dopo.

    Togliendolo dal frigo, noterete come sulla superficie si sarà formato uno spesso strato di grasso, che essendo più leggero rispetto all’acqua sarà venuto a galla. Con il freddo poi si sarà solidificato e sarà semplicissimo togliere la parte in eccesso. Vi consiglio comunque di togliere sempre solo una parte del grasso perché è proprio questo  a dare al brodo il suo caratteristico sapore.

    A questo punto portate di nuovo a bollore il brodo filtrato e buttate i cappelletti pochi per volta nel brodo in piena ebollizione. Cuocete poco, 1 minuto per cappelletti freschi appena fatti, 4-5 minuto per quelli congelati. Servite subito, fumanti, accompagnati dal brodo.

    Se ne avete cotti troppi, toglieteli subito dal brodo e conservateli a parte, per evitare che diventino molli.

Note

Se ti è piaciuta questa ricetta della crostata di zucca e vuoi sempre rimanere informato sui miei nuovi articoli, puoi iscriverti alla newsletter, oppure mettere MI PIACE alla mia pagina Facebook https://www.facebook.com/blog.zuccherolievitoefarina/, Twitter https://twitter.com/zuccherolievito, Instagram https://www.instagram.com/zuccherolievitoefarina/ ,   Pinterest https://www.pinterest.it/zuccherolievito/ oppureG+ https://plus.google.com/u/1/113541737177885349098

A PRESTO!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.