Tarka dhal, lenticchie alle spezie

Il Tarka dhal è una semplicissima quanto straordinaria ricetta a base di lenticchie diffusa in tutto il subcontinente indiano, anche se ci sono differenze nel tipo di spezie utilizzate e nella preparazione: per esempio, al sud si presenta più come una zuppa mentre, risalendo verso nord, assume un aspetto maggiormente denso e liscio, quasi come una purea.

Le tante differenze sono dovute anche alle innumerevoli varietà di lenticchie presenti nel territorio, dalle moong verdi alle kala urad con la buccia nera o alle lal masoor, le lenticchie rosse che ho utilizzato io oggi, tanto per citarne alcune. Il Tarka dhal può essere preparato anche con altri legumi, come piselli, fagioli e ceci.

La preparazione è davvero semplice: i legumi solitamente vengono cotti in acqua con (o senza) curcuma; a parte si fa poi il “tarka”, parola che indica proprio il particolare procedimento con il quale si prepara un saporito miscuglio di spezie, che vengono saltate nel burro (ghee) o nell’olio con cipolle e pomodoro e aggiunte al dhal ormai cotto.

Se si vuole, alle lenticchie si possono aggiungere altre verdure come zucchine, spinaci o anche patate: se i tempi di cottura delle verdure scelte sono simili a quelli delle lenticchie si possono cucinare insieme, altrimenti si uniscono già cotte al dhal di lenticchie, subito prima di aggiungere il tarka, in modo da farli armonizzare e insaporire bene.

Quella che segue è la variante della ricetta che ho seguito io 🙂 .

tarka dhal

Tarka dhal, lenticchie alle spezie

Ingredienti per 4 persone

  • lenticchie rosse, 300 grammi
  • curcuma in polvere, un cucchiaino
  • zenzero fresco tritato, due cucchiaini

Per il tarka

  • pomodori pelati (o freschi in stagione), tre tritati grossolanamente 
  • una cipolla ramata
  • aglio, due spicchi
  • coriandolo in grani, un cucchiaino
  • cumino in grani, un cucchiaino
  • senape in grani, un cucchiaino
  • peperoncino q.b.
  • olio extravergine d’oliva (o burro), q.b.(due cucchiai circa)

 

Per guarnire

  • coriandolo fresco
  • peperoncino

Preparazione

Sciacquare le lenticchie sotto l’acqua corrente dopo averle tenute a bagno per una mezz’ora eliminando quelle che affiorano.

Coprirle abbondantemente con acqua fredda (circa il doppio della loro quantità), aggiungere un cucchiaino di curcuma e uno di zenzero fresco grattugiato e portare lentamente a cottura, coperto, per 25-30 minuti circa.

Poco prima di spegnere, aggiungere il sale. 

Le lenticchie saranno pronte quando legumi e liquido di cottura non appariranno più separati, ma formeranno un insieme amalgamato.

Intanto, in un piccolo tegame riscaldare l’olio con l’aglio, fare tostare brevemente le spezie in grani, dopo averle prima pestate insieme in un mortaio. Togliere l’aglio e unire la cipolla affettata sottilmente.

Far cuocere finché non diventa trasparente.

Aggiungere i pomodori (se freschi, liberarli prima dalla buccia e dai semi, e farli a pezzetti) e il peperoncino.

Far cuocere a fiamma bassa finché il liquido dei pomodori non si sarà completamente assorbito.

Versare questa preparazione sulla zuppa, mescolare, completare con il coriandolo tagliuzzato e – se piace – con altro peperoncino fresco.

Servire caldo, eventualmente accompagnato da riso basmati. 

Se questa ricetta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter e Pinterest!

Precedente Insalata di salmone in cestino di pasta phyllo Successivo Cipolline in agrodolce all'arancia, ricetta facile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.