Crea sito

Tarte tatin

La Tarte tatin è un grande classico della cucina francese!

Questo dolce, gustoso e particolare, ha una storia incredibile dove leggenda e realtà si incontrano. Si pensa che sia nata alla fine del XIX secolo, in un ristorante al centro della Francia, in Sologne.

Un giorno, le due sorelle Caroline e Stéphanie Tatin, infornarono un po’ di fretta una classica torta alle mele dimenticando la base di pasta brisée. Dopo aver imburrato e cosparso di zucchero la tortiera, misero direttamente le mele, che durante la cottura si caramellarono. Non volendo buttarle via, misero l’impasto sopra lo stampo (per non farle bruciare ulteriormente) e rimisero tutto in forno. Una volta cotta, la capovolsero e il miracolo fu compiuto. La loro tarte tatin fu un successone e divenne famosissima in tutto il mondo.

Per i francesi è un vero e proprio onore cucinarla e assaporarne il gusto, tanto che fondarono, nel 1979, la Confrérie des Lichonneux de Tarte Tatin de Lamotte-Beuvron con lo scopo di far rispettare la ricetta originale.

Io ogni volta che vado in Francia la ordino al ristorante ma adesso che ho imparato a prepararla a casa vi passo subito la ricetta.  Pronti? Mettiamoci al lavoro. E se avete voglia, accompagnatela con una pallina di gelato alla crema. Sarà ancora più buona!

Tarte tatin
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 200 gfarina 0
  • 100 gburro
  • 70 mlacqua fredda
  • 1 pizzicosale
  • 4mele

Caramello

  • 30 mlacqua
  • 1 cucchiainosucco di limone (facoltativo)
  • 150 gzucchero
  • 50 gburro + q.b.

Strumenti

  • 2 Ciotole
  • Coltello
  • Spremiagrumi
  • Spianatoia
  • Pellicola per alimenti
  • Pentola per caramello
  • Cucchiaio di legno
  • Tortiera 24 cm
  • Carta forno
  • Forchetta
  • Piatto da portata
  • Mattarello
  • Frusta a mano

Preparazione

  1. Tarte tatin

    IMPASTO

    In una ciotola, lavorare con le mani velocemente la farina, il burro e l’acqua. Una volta ottenuto un panetto liscio ed elastico, compattarlo e metterlo a riposare in frigo per un’ora avvolto nella pellicola trasparente.

    Nel frattempo proseguire con il resto della preparazione.

    Imburrare la tortiera e preparare il caramello.

    In un pentolino mettere lo zucchero con l’acqua e, se si vuole pochissimo succo di limone: lasciar sciogliere a fuoco molto basso.

    Ci vorranno 7 – 10 minuti affinché lo zucchero diventi bruno caramello. Girare ogni tanto. E’ molto importante che la temperatura sia bassissima.

    Quando lo zucchero è color caramello, togliere dal fuoco e aggiungere il burro e girare con una frusta a mano molto velocemente. Il caramello è pronto! 

    Versarlo immediatamente nella tortiera, facendo in modo che si sparga su tutta la superficie della tortiera.

    Preriscaldare il forno a 220°C statico.

    Pelare le mele e tagliarle a fettine. Disporle a raggiera sopra il caramello.

    Consiglio: metterle belle strette una all’altra affinché non ci siano spazi vuoti.

    Riprendere l’impasto, sistemare il panetto di pasta sopra un foglio di carta forno e stenderlo con il mattarello, formando un disco di 26 cm.

    Ricoprire le mele con la pasta brisée, rimuovere il foglio di carta e chiudere bene la pasta sui bordi.

    Bucherellare con i rebbi di una forchetta e cuocere in forno caldo (220°C) per mezz’ora.

    Togliere con attenzione dal forno e capovolgere subito su un piatto da portata.

    Servire tiepida o fredda.

Altre ricette

La tarte tatin è molto buona servita tiepida con un pallina di gelato alla crema o fiordilatte.

Potrebbero interessarvi anche la mia semplicissima tota di mele, il crumble di mele e pere, le mele in crosta, la crostata speziata con pere e mandorle, il crumble pistacchi e mele Annurche, la Tourta de Saint Grat, la crostata di mele, la torta di mele superba e la crostata ripiena di mele.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su  YouTube,   Facebook,   Instagram,   Pinterest,   Twitter   e Telegram.

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.