Crea sito

Crostata speziata con pere e mandorle

La crostata speziata con pere e mandorle è una torta buonissima, dal gusto particolare dovuto all’utilizzo dei semi di cardamomo.

Questa spezia di origine indiana è piuttosto costosa (è seconda solo alla vaniglia e allo zafferano) ma possiede numerose proprietà e indiscusse proprietà terapeutiche.

Si tratta di un piccolo baccello con all’interno semi di colore nero dall’aroma delizioso. Sicuramente conoscete il famoso tè aromatizzato tanto utilizzato in India.

Il cardamomo è noto per le sue proprietà afrodisiache e come rimedio popolare per il trattamento dei dolori di stomaco. In India lo usano anche per rinfrescare l’alito. Le gomme da masticare al cardamomo sono efficaci per coloro che vogliono smettere di fumare.

Le pere sono frutti molto succosi e gustosi, anche loro ricchi di proprietà benefiche per la salute. Sono molto digeribili e adatte anche ai bambini e agli anziani.

Siccome io non amo tantissimo le pere crude, cerco di cucinarle cotte in vario modo, come vi ho già mostrato nella ricetta della crostata di pere e cioccolato al rum.

Questa crostata che abbina questi sapori così diversi e particolari è davvero ottima… provatela e fatemi sapere!

Crostata speziata con pere e mandorle
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Pasta frolla alle mandorle

  • 175 gFarina 00
  • 120 gZucchero semolato
  • 120 gBurro
  • 50 gFarina di mandorle
  • 1Uovo
  • 5 gLievito in polvere per dolci
  • Semi di due bacelli di cardamomo

Ripieno e completamento

  • 1 kgPere (anche miste)
  • 70 gMandorle a lamelle
  • 50 gZucchero di canna
  • 1Limone
  • q.b.Burro e latte
  • 1 pizzicoNoce moscata

Strumenti

  • Ciotola
  • Pellicola per alimenti
  • Tortiera da 24/26 cm per crostata
  • Padella

Preparazione

Pasta frolla

  1. Crostata pere 2

    Lavorare il burro morbido con lo zucchero poi unire l’uovo e infine le due farine e il lievito.

    Fare un panetto e mettere a riposare avvolto nella pellicola in frigorifero per mezz’ora.

Ripieno e completamento

  1. Crostata speziata con pere e mandorle

    Sbucciare le pere, togliere semi e torsolo. Tagliarle a pezzi.

    Sciogliere 30 gr di burro in una padella con lo zucchero di canna e i semi di cardamomo spezzettati con un pestello.

    Quando lo zucchero comincia ad iscurirsi (caramelizzazione), unire le pere, la noce moscata e dopo due minuti anche la scorza grattugiatata del limone e il suo succo. Cuocere 5 minuti. Spegnere il fuoco.

    Aggiungere 50 gr di mandorle a lamelle. Far raffreddare.

    Accendere il forno a 180°C statico.

    Imburrare e infarinare la tortiera. Dividere la pasta frolla in due parti (una un po’ più grande). Rivestire con quella più grande la tortiera (vedi note). Rifilare il bordo.

    Distribuire sopra le pere e poi sbriciolarci sopra l’altro pezzo di pasta sfoglia. Bagnare con qualche goccia di latte, spargere lo zucchero di canna e le restanti mandorle a lamelle.

    Infornare per 40 minuti a 180°C statico. Sfornare e lasciare raffreddare. Servire a fette. Se ne avanza conservare uno o due giorni in luogo fresco.

Come stendere la pasta frolla alle mandorle

Questa pasta frolla è piuttosto appiccicosa ed è difficile da stendere. Vi consiglio di stenderla col le mani umide direttamente nella tortiera. La parte di copertura invece va benissimo sbriciolata che durante la cottura permette al ripieno di far evaporare l’eccesso di liquidi delle pere.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.