Crea sito

La Tourta de Saint Grat o torta di San Grato

La Tourta de Saint Grat o torta di San Grato è un dolce a base di mele renette tipico del comune di Gressan in Valle d’Aosta.

Mi piace andare alla ricerca della nostra storia e delle nostre radici culturali attraverso la riscoperta di ricette tradizionali che ci fanno ricordare da dove veniamo e ci fanno riflettere su dove stiamo andando… a sbattere, dico io!

Con la ricetta degli “Streppa e caccia là” della cucina bianca di Katia abbiamo approfondito, ad esempio, la cultura alimentare di un’ampia area delle Alpi Liguri che unisce un territorio a metà tra Italia e Francia.

Questa volta ci occupiamo di cultura valdostana a cui sono particolarmente legata.

La mia amica Erika Guichardaz, che è anche assessore alla cultura e all’istruzione di Gressan, mi ha inviato questa ricetta, proveniente da una delle famiglie del paese e rivisitata dal pasticcere Giacomo Cornaz, in occasione del suo diploma all’ALMA. Di questa torta, infatti, esistono diverse varianti.

Un tempo, il 7 settembre, i Gressaens cuocevano lo pan ner nel forno di Moline e poi lo facevano essicare per un periodo di circa 100 giorni, ottenendo quello che era chiamato il “pane centenario”, fondamentale nell’alimentazione contadina invernale per la sua grande capacità di conservazione.

In quest’occasione gli abitanti di Gressan, per sfruttare il calore del forno e non gettare via le mele di Sèn Grat, cadute dagli alberi ancora acerbe, preparavano la Torta di San Grato.

Questo dolce ha un sapore deciso, fatto di ingredienti “poveri” e facilmente reperibili come la farina gialla, il burro e le mele, il tutto aromatizzato con cannella e basilico.

Il basilico, oltre ad aromatizzare la torta, serviva alle donne del paese per riconoscere, a seconda di come era disposto, la propria torta visto che i dolci cuocevano tutti insieme nello stesso forno.

Ecco a voi la ricetta originale, che ho provato ed è buonissima…

La Tourta de Saint Grat o torta di San Grato
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1200 gMele renette
  • 2.5 cucchiaiFarina 00
  • 3.5 cucchiaiFarina gialla di mais
  • q.b.Cannella in polvere
  • 150 gZucchero (la quantità varia a seconda che le mele siano più o meno mature)
  • 150 gBurro
  • Mezza bustinaLievito chimico in polvere
  • 1 pizzicoSale
  • MezzoBicchiere di acqua
  • Foglie di basilico (Facoltativo)
  • q.b.Pangrattato

Strumenti

  • Pentola
  • Teglia
  • Coltello
  • Cucchiaio

Preparazione

  1. La Tourta de Saint Grat o torta di San Grato

    Sbucciare e tagliare le mele a tocchetti.
    Cuocere le mele in una pentola dai bordi alti insieme a burro, la cannella, acqua, zucchero fino ad ottenere un composto simile alle mele cotte, ma con ancora qualche pezzo intero.
    Far raffreddare il composto per almeno mezz’ora e poi aggiungere le farine, il sale e il lievito.
    Accendere il forno in modalità ventilata a 190°C.
    Imburrare una teglia (26/28 cm di diametro), cospargerla di pangrattato e stendervi il composto aggiungendo sopra piccoli fiocchetti di burro, cannella e se volete qualche foglia di basilico (io non l’ho messo).
    Cuocere nel forno ventilato a 190°C per 35 minuti. Lasciare raffreddare e servire a fette. La consistenza avendo poca farina e tante mele è molto morbida e umida.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

2 Risposte a “La Tourta de Saint Grat o torta di San Grato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.