Braciole di vitello al vino bianco

Le braciole di vitello al vino bianco sono un secondo piatto a base di carne di vitello davvero molto gustoso.

Le braciole, come vengono chiamate a Bari, non sono altro che grossi involtini di vitello (o di carne di cavallo) insaporiti con un trito di aromi e con il formaggio grattugiato, spesso preparati con il sugo, con cui si condiscono le orecchiette della domenica (se volete la ricetta del sugo con le braciole, la ricetta la potete trovare a questo link: Sugo con le braciole ).

Questa che vi propongo è una ricetta diversa, più semplice e veloce da preparare, ma ugualmente molto gustosa e saporita. E’ una ricetta che prepara spesso mia madre, come alternativa al solito sugo ed è veramente buonissima! Vi occorreranno pochi semplici ingredienti per insaporire il piatto ed il risultato è davvero strepitoso! Tranquilli, anche se non sono cotti nel sugo, la “scarpetta” la si può fare lo stesso nel sughetto buonissimo che otterrete a fine cottura!

Allora seguitemi e vediamo insieme come si prepara queste buonissime braciole di vitello al vino bianco!

Seguimi anche su Facebook –  Google+ –  Twitter –  Pinterest – Instagram 

Visita il mio nuovo blog DELATTOSANDO.., il blog interamente dedicato agli intolleranti al lattosio!

braciole di vitello al vino bianco
  • Difficoltà:Bassa
  • Porzioni:3-4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 6 fette Vitello sottili e dalla forma regolare
  • 6 fette Prosciutto cotto (in alternativa, se volete renderle ancora più gustose, potete mettere dei bastoncini di pancetta o di lardo all’interno, anche se – ovviamente – la vostra preparazione diventerà un po’ più “pesante”)
  • q.b. pecorino romano grattugiato
  • q.b. sale, pepe
  • 1 rametto Prezzemolo
  • 6 pezzetti di formaggio a pasta filata (la ricetta originale non lo prevede, ma se lo mettete all’interno della braciola, sarà ancora più buona!!)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • 1 costa Sedano
  • 1 Carote
  • 1 Cipolle
  • 5-6 Pomodorini ciliegino
  • 1 bicchiere Vino bianco
  • 1/2 bicchiere Acqua

Preparazione

  1. Per preparare le braciole di vitello al vino bianco, vi occorreranno delle fettine di vitello abbastanza sottili e dalla forma regolare, in modo da poterle chiudere al meglio.

  2. Sistemate le fettine di vitello su di un piano. Su ognuna di essa mettete una fettina di prosciutto cotto, una spolverata di pecorino romano grattugiato, aglio e prezzemolo tritati, sale, pepe e, se volete, anche un pezzetto di formaggio a pasta filata.

  3. Arrotolate le fettine su se stesse e formate gli involtini. Chiudeteli bene, aiutandovi con degli stuzzicadenti (che andrete a togliere prima di servire).

  4. Tritate con un coltello o in un mixer la carota, il sedano e la cipolla e metteteli in una padella capiente, insieme ad un po’ d’olio extra vergine d’oliva. Aggiungete anche i pomodorini tagliati in due.

  5. Adagiate le vostre braciole nella padella e accendete la fiamma a fuoco medio. Fate cuocere per circa 10 minuti, girando spesso gli involtini per fare in modo che si cuociano in maniera uniforme da tutti i lati.

  6. Quando saranno rosolati, aggiungete il vino bianco e fate sfumare, girando spesso le braciole e bagnandole in superficie con il fondo di cottura per non farle seccare.

  7. Quando il vino sarà quasi del tutto evaporato, unite mezzo bicchiere d’acqua e fate proseguire la cottura a fuoco basso per altri 10 minuti circa (i tempi di cottura dipendono molto dalla grandezza e dallo spessore delle fettine di vitello).

  8. Alla fine regolate di sale e servite insieme al fondo di cottura.

  9. Bene, le vostre braciole di vitello al vino bianco sono pronte per essere gustate! Provatele e fatemi sapere! 🙂

Potrebbero interessarvi anche

  1. Involtini di verza con carne e patate

    Involtini di pollo filanti con pomodoro e olive

    Bombette pugliesi

    Spezzatino misto con patate e piselli

    Bocconcini di carne alla pizzaiola

Note

E’ molto importante, quando cucinate la carne, non “bucarla” con la forchetta per evitare che i liquidi fuoriescano e la carne si secchi. Attenzione, quindi, quando girate gli involtini: aiutatevi con due cucchiai o con altri strumenti da cucina.

Precedente Pasta al forno zucchine e prosciutto Successivo Insalata di riso night and day di Montersino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.