Crea sito

Bombette pugliesi

Le bombette pugliesi sono dei piccoli involtini, generalmente fatti con carne di maiale (ed, in particolare, con il capocollo), che vengono farciti nei modi più disparati. Il loro nome deriva proprio dalla loro forma piccolina a “bombetta” che assumono una volta farciti. Sono un secondo piatto gustosissimo e sfizioso, diffusissimo sulle tavole pugliesi.

In realtà, sulle bombette pugliesi si potrebbe fare un trattato, perchè ci sono tantissimi modi diversi di prepararle a seconda del paese in cui ci si trova: in genere vengono farcite con il caciocavallo o il canestrato pugliese, ma quando si parla di bombette pugliesi, non c’è limite alla fantasia. C’è chi le prepara con speck e scamorza affumicata, piccanti, con prosciutto, avvolte da pancetta o impanate nel pangrattato..insomma, ci si può sbizzarrire davvero!

Pensate che, soprattutto nell’entroterra barese, molte macellerie si sono attrezzate con delle salette interne, in cui si possono gustare gli svariati tipi di bombette (oltre ovviamente ad altra carne), che si possono scegliere al bancone della macelleria e che ti cucinano sulla brace al momento…immaginate che delizia! Ebbene sì, “la morte” delle bombette pugliesi è proprio sulla brace, ma sono ugualmente buonissime fatte in padella o sulla piastra di casa..il loro ripieno si scioglierà, formando una gustosissima cremina al formaggio!

Prepararle in casa è molto semplice! Tornando alla mia ricetta, io le ho preparate proprio in padella e tirate col vino, personalmente le ho farcite semplicemente con pecorino, prosciutto cotto e caciocavallo, ma come ho detto prima, non c’è limite alla fantasia, potete farcirle come preferite, l’importante è che ci sia un formaggio a pasta filata, che si scioglierà durante la cottura!

Ma passiamo subito alla ricetta!

bombette pugliesi

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 fettine di capocollo di maiale
  • 4-5 fettine di prosciutto cotto (o altro affettato)
  • caciocavallo o canestrato pugliese (o altro tipo di formaggio a pasta filata o scamorza affumicata)
  • pecorino romano grattugiato
  • 50-60 ml di vino bianco
  • sale, pepe.

Procedimento:

Disponete le fettine di capocollo di maiale su un piano. Se sono troppo grandi, dividete le fettine a metà: gli involtini dovranno essere abbastanza piccoli. Battete le fettine con un batticarne per rendere più tenera la carne e assottigliare un po’ lo spessore.

Fatta questa operazione, salate e pepate le fettine. Cospargete ogni fettina con un po’ di formaggio grattugiato e poi adagiate pezzetti di prosciutto cotto su tutta la lunghezza della fettina, avendo l’accortezza di lasciare un pochino di spazio dai bordi.

Mettete poi dei pezzettini di caciocavallo o canestrato (o altro formaggio a pasta filata) ed, infine, arrotolate su se stesse le fettine, chiudendole con degli stuzzicadenti per fare in modo che il ripieno rimanga al loro interno.

Scaldate un po’ d’olio in una padella dal fondo pesante. Quando sarà ben calda, mettete le bombette pugliesi e fate rosolare a fuoco alto da tutti i lati. Quando si sarà formata la crosticina, sfumate con il vino bianco, continuando a girare le bombette. Una volta evaporati quasi tutti i liquidi, spegnete il fuoco e servite caldissimi!

Suggerimenti:

  • Per un risultato più gustoso, potete avvolgerle in fettine sottili di pancetta.
  • Se decidete di farli alla brace, consiglio di infilzarli in spiedini lunghi in modo che sia più facile girarli in cottura.
  • Sconsiglio di utilizzare la mozzarella per il ripieno: è troppo acquosa e potrebbe compromettere il risultato.
  • Se cuocete le bombette pugliesi sulla piastra, metteteci un po’ d’olio e fatela scaldare bene prima di metterle sul fuoco.

Molte mie Ricette sono state pubblicate nel Sito→ #RicetteBloggeRiunite
Grazie al Gruppo @RBR♥

Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori


SEGUIMI ANCHE SUGLI ALTRI SOCIAL!

*************************************************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.