Rose di carnevale

Le Rose di carnevale sono una ricetta che sembra difficile, ma in effetti non lo è. Sono belle croccanti dolci e buone, e non è vero che sono solo dolci per carnevale, ma vanno bene anche in altre occasioni. Cosa c’è di più bello la sera della festa degli innamorati, per chiudere la cena romantica, gustare delle rose ripiene di dolce miele.

Rose di carnevale

Rose di carnevale

Rose di carnevale

Rose fritte di carnevale con marmellata

Ingredienti

  • 250 g di farina 0
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di grappa
  • 2 uova
  • 30 gr di burro
  • 1/2 buccia d’arancia o di limone
  • 1 bustina di vanillina o i semi di 1/2 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Per friggere

  • Olio di arachidi q.b.

Per guarnire

  • Miele millefiori

Lavare ed asciugare l’arancia, vi ricordo che deve essere biologica, grattugiarne finemente la metà

Iniziamo setacciando la farina sulla spianatoia, aggiungiamo la vanillina oppure aprire la 1/2 bacca di vaniglia e metterci i semi, lo zucchero, il sale, la buccia dell’arancia, mescolare gli ingredienti asciutti.

Fare una fontana al centro e iniziare ad aggiungere le uova e il burro morbido, per ultimo la grappa.

Impastare velocemente, regolatevi se dovesse volerci ancora grappa, oppure se fosse troppo morbida, basta aggiungere ancora farina fino a  quando avrete ottenuto un panetto liscio e sodo.

Avvolgerlo nella pellicola per trenta minuti circa.

Adesso bisogna stendere l’impasto, se siete brave usate il mattarello oppure usate nonna papera ossia la macchinetta per la pasta.

Passarla dal numero più piccolo e poi fino ad arrivare al penultimo, deve essere sottile un paio di mm.

Per fare le rose usiamo dei taglia biscotti a forma di fiore di tre misure diverse, sovrapporre i dischi ottenuti dal più grande al più piccolo e inumidendo tra l’uno a l’altro con un pennello intriso d’acqua.

Per friggere usare una padella dai bordi alti e con olio profondo.

Immergere le rose tenendole ferme al centro con il manico di una paletta di legno o una pinza, in questo modo si formeranno delle roselline gonfie di bolle e con dei bei petali, togliere dall’olio non appena sono dorate, basta pochissimo tempo.

Scolare su una gratella per evitare che restino unte.

Servire con il miele riscaldato a bagnomaria, io ho usato il millefiori, perché non avevo  quello di agrumi, che è molto profumato e da un sapore ancora più delizioso, si possono farcire come si preferisce con zucchero a velo, marmellata o crema pasticciera.

Che dire, la vostra Mire vi augura un Buon Carnevale:  😀

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved In cucina con Mire

Seguimi nella mia pagina facebook IncucinaconMire  mi trovi, anche, su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

 

 

 

 

Precedente Gnocchi con salsiccia Successivo Frascatula - Polenta con cime di rape

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.