Crea sito

Confettura di Bacche di Goji

Confettura di Bacche di Goji
Confettura di Bacche di Goji, rara e pregiata, perfetta spalmata sul pane a colazione o a merenda, si fa il pieno di vitamine e antiossidanti.
La pianta delle bacche di Goji è il Lycium barbarum originaria delle regioni asiatiche: Tibet, Mongolia, Cina. Il nome deriva dalla traduzione di bacca in cinese.
Un antica leggenda narra che vi erano di questi alberelli carichi di bacche rosse, vicino ad un tempio tibetano, sotto a questi alberi vi era un pozzo dove cadevano le bacche. I pellegrini che passavano e che facevano uso di quest’acqua aveva una lunga vita e non si ammalavano, naturalmente questa è una leggenda, che ho letto sul sito Favella.
Le bacche sono piccole di un rosso arancio, piene di piccolissimi semi, Hanno un sapore che va tra il mirtillo ed il lampone, non sono dolcissime ed hanno un retrogusto un po acido. Sono ricche di vitamine, minerali, antiossidanti e flavonoidi che fanno tanto bene alla salute. Un validissimo frutto, ricco di sostanze nutritive ed un prezioso dono della natura, un vero elisir di lunga vita.
Facendo delle ricerche ho scoperto che In Calabria nella piana di Sibari vi è una grande coltivazione di questa preziosa pianta.
In commercio si trovano le bacche secche, le fresche non le ho mai viste nei banchi della frutta.
Bacche di goji
Voglio raccontarvi la storia delle mie bacche di Goji; ho iniziato ad usare le bacche secche di Goji parecchi anni fa, un giorno di febbraio/marzo del 2014 (non ricordo bene) ho avuto l’idea di aprire e seminare i semini di alcune bacche. La mia voleva essere semplicemente una prova, invece con mia sorpresa sono nate tante piantine, crescevano tanto lentamente che alla fine le avevo quasi abbandonate. Dopo un annetto c’erano rimaste poche piantine piccole e sottili, ho deciso di trapiantarle prima in vasi separati, poi nel terreno. Ho scelto i posti più belli per le piante più grandicelle, la più piccola, giusto per non buttarla tanto era piccola e striminzita, l’ho piantata nel posto meno soleggiato e meno bello secondo il mio punto di vista, non speravo in sua crescita!

bacche di goji
Invece in poche parole, tutte le piante sono deperite e in seguito morte, l’unica che è rimasta in vita è stata proprio questa piccola piantina. dopo due anni ha fatto due bacche, man mano ogni anno produceva qualche bacca in più. Quest’anno c’è stata l’abbondanza, ho già raccolto più di 500 g, ma ancora è in produzione. Sono proprio felice di questo risultato, in questi giorni ho fatto un bel raccolto consistente 320 g, ho deciso di fare la confettura di bacche di Goji. Con le prossime farò delle ricette tipo un risotto o un primo con la pasta, vedrò!

Confettura di Bacche di Goji
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 vasetti da 120 gr
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la Confettura di Bacche di Goji

  • 300 gbacche di goji
  • 75 gzucchero
  • 1/2succo di limone (piccolo)

Strumenti da lavoro

  • Pentola (piccola)
  • Frullatore / Mixer
  • 2 Vasetti (piccoli) da 120 g
  • Cucchiaio di legno
  • Mestolo
  • Imbuto

Preparazione della confettura di Bacche di Goji

Farò una confettura con le bacche intere complete di semi e buccia, senza sprecare nulla.
  1. Lavare molto delicatamente e velocemente le bacche, disporle su un canovaccio per farle asciugare.

  2. Togliere i piccoli peduncoli, metterle nella pentola con lo zucchero, aspettare mezz’oretta circa ed iniziare la cottura.

  3. Fate cuocere a fiamma bassa, aggiungere il succo di mezzo limone piccolo (non usarne troppo per evitare che il limone sovrasti il sapore delle bacche)

  4. Dopo circa 10 minuti frullare con il mixer ad immersione, continuare la cottura girando, spesso, con un cucchiaio di legno per evitare che attacchi al fondo.

  5. Aspettare la cottura, fare la prova sul piattino, versatene una piccola quantità, se raffreddandosi non scivola via è pronta.

  6. Riempire i vasetti, lavati con acqua calda, ben asciutti e con tappi nuovi, chiudere bene e fare il sottovuoto mettendoli capovolti per 15/20 minuti e poi girarli con il tappo all’insù.

  7. Io però per evitare sorprese, visto che è una confettura che non avevo mai fatto prima, ho preferito fare bollire i vasetti per 15 minuti.

Consigli

Le Bacche di Goji fresche hanno 110 Kcal, mentre essiccate ne hanno 320.

Sono della famiglia delle solanacee, la pianta delle patate e pomodori, chi è allergico deve fare attenzione.

Può fare abbassare la pressione ed avere interazione con il diabete, prima di assumere Bacche di Goji assicurasi di poterle consumare senza avere problemi.

Ti ricordo che su Facebook è presente la mia pagina In cucina con Mire  mi trovi anche su Twitter.  Pinterest. Instagram

Scopri le mie ricette cliccando Qui Per le foto clicca Qui

Pubblicato da incucinaconmire

Mi chiamo Mirella, sono una mamma/nonna, calabrese di fatto e nel cuore. Amo la mia terra e mi piace preparare i piatti della tradizione, piatti che mi hanno accompagnato fin dall'infanzia, rivisitati alla mia maniera con gusto e originalità, mi piace condividerli e farli conoscere, sono ricette semplici e facili da rifare, troverete anche ricette attuali, mi piacciono anche le novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.