Crea sito

Vellutata di topinambur e finocchi

La vellutata di topinambur e finocchi è un ottimo piatto caldo che di questi periodi davvero non dispiace.

Come già detto in precedenti articoli, le zuppe in generale non sono il mio forte e anche le vellutate le ho sempre escluse se non altro perchè trovavo sempre ricette particolarmente grasse.

Poi un giorno mi sono imbattuta in una ricetta dalla quale ho imparato a farla in maniera diversa.

E da lì ho preso il via…con la stessa metodologia ne voglio provare diverse.

Dopo la Vellutata di cavolfiore  avendo da tempo del topinambur in frigo ho deciso di realizzarne un’altra .

Innanzitutto per chi non lo conoscesse, il topinambur non è niente altro che un tubero, simile alla patata, ma rispetto alla patata ha un grande vantaggio.

Il topinambur è infatti ricco di inulina, una sostanza che non innalza la glicemia.

Questa vellutata quindi è molto particolare e delicata, light ovviamente proprio per la presenza dei finocchi.

Il tocco finale è l’aggiunta di ricotta che la rende molto cremosa.

Quindi se avete voglia di qualcosa di diverso…seguitemi in questa ricettina.

Vellutata di topinambur e finocchi

 

Vellutata di topinambur e finocchi, dose per 4 persone.

  • 500 gr di topinambur
  • 2 finocchi
  • 200 gr di ricotta (anche light)
  • 2 fettine di pane raffermo
  • granella di pistacchi q.b.
  • sale
  • olio

Realizzare la vellutata di topinambur e finocchi è molto semplice, richiede solo un pochino di tempo.

Innanzitutto sbucciamo il topinambur, tagliamolo a tocchetti e tuffiamolo dentro una bacinella con dell’acqua acidula.

Togliamo dai finocchi le foglie esterne più dure e tagliamo il restante in fettine sottili.

Dopo averle lavate mettiamole in una pentola, aggiungiamo il topinambur e infine copriamo le verdure con dell’acqua. Attenzione l’acqua deve restare a filo delle verdure.

Copriamo con il coperchio e mettiamo a cuocere a fuoco moderato fino a quando sia il topinambur che i finocchi non saranno ben cotti.

A questo punto allontaniamo la pentola dal fuoco e con un frullatore ad immersione frulliamo il tutto.

Aggiungiamo la ricotta sciogliendola bene, aggiustiamo con un pizzico di sale grosso e rimettiamo sul fuoco facendo addensare se necessario ancora un pochino la nostra vellutata.

Nel frattempo facciamo a tocchetti le due fette di pane raffermo e tostiamoli in forno ottenendo dei crostini.

Bene, tutto è pronto.

Non resta che servire la nostra vellutata di topinambur e finocchi arricchendola con crostini, granella di pistacchi e un filo di olio.

Buon appetito!!!

Ti è piaciuta la mia ricetta? Allora seguimi anche su Facebook alla pagina Il Grembiulino Infarinato di Ale,

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.