Crea sito

Eggnog: lo zabaione di Natale

L’eggnog è una delle bevande natalizie più popolari nel mondo anglosassone: una sorta di zabaione preparato con uova, latte, spezie e, generalmente, una buona parte di liquore. Inventato a Londra nel Settecento, l’eggnog è ben presto diventato popolare oltreoceano, in Canada e negli Stati Uniti, come potrete notare anche dai riferimenti presenti in molti film e cartoni animati natalizi; anche in Lussemburgo viene preparata una bevanda molto simile, chiamata lait de poule (letteralmente ‘latte di gallina’). Dalla consistenza cremosa e vellutata, l’eggnog nella nostra cultura si potrebbe servire come dessert, poiché si tratta di una preparazione abbastanza sostanziosa: benché venga servito freddo, il suo sapore avvolgente e inebriante lo rende perfetto per le serate invernali.

Esistono innumerevoli versioni dell’eggnog, per cui è difficile rintracciare una ricetta originale; posto che gli ingredienti sono sostanzialmente uova, spezie, latte e liquore, le varie ricette dell’eggnog possono differire per la quantità e varietà di spezie, per l’aggiunta di panna e per l’utilizzo o meno di albumi. La mia ricetta dell’eggnog si ispira nei sapori a questa di Jamie Oliver. Poiché però non amo utilizzare le uova crude, ho preparato l’eggog usando solo i tuorli e cuocendoli brevemente sul fuoco. Anche il tipo e la quantità di liquore dipendono un po’ dai gusti; io ho preparato un eggnog mediamente alcolico usando 100 ml di rum bianco su 500 ml tra latte e panna.

eggnog bevanda allo zabaione americana ricetta senza uova crude il chicco di mais dolci di natale dal mondo
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaAmericana

Ingredienti

Se siete celiaci, ricordate che i liquori distillati sono sempre consentiti, a meno che non contengano aromi (in tal caso devono avere la scritta ‘senza glutine’)
  • 4tuorli (freschissimi)
  • 250 mlLatte intero
  • 250 mlPanna fresca liquida (non zuccherata)
  • 120 gZucchero
  • 1Baccello di vaniglia
  • 1/2 cucchiainoCannella in polvere
  • 3 pizzichiNoce moscata (grattugiata)
  • 100 mlliquore (rum, brandy oppure bourbon; la quantità può oscillare tra gli 80 e i 150 ml a seconda dei gusti)

Strumenti

  • Frusta elettrica
  • Ciotola
  • Tegame
  • Termometro

Come preparare l’eggnog di Natale

  1. Per preparare l’eggnog iniziate facendo scaldare il latte in un pentolino assieme alla stecca di vaniglia, alla cannella e alla noce moscata (mettetene una generosa grattugiata perché deve sentirsi). Portatelo a sfiorare il bollore, quindi spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente (1). Poi eliminate la stecca di vaniglia. Sgusciate le uova separando gli albumi dai tuorli; mettete questi ultimi in una ciotola con lo zucchero (2) e sbatteteli con una frusta elettrica fino a ottenere un composto gonfio e spumoso (3). Gli albumi potete utilizzarli per preparare questi biscotti al cocco o questa torta al cacao.

  2. Sempre continuando a sbattere con le fruste, incorporate il latte tiepido a filo (4). Mi raccomando se è ancora caldo aspettate che si raffreddi, altrimenti cuocerà le uova. Una volta incorporato il latte avrete un composto piuttosto liquido (5). Versatelo in una pentola dal fondo spesso e mettetela sul fuoco basso. Cuocete per circa 5 minuti (6), mescolando sempre e facendo attenzione che le uova non si cuociano.

  3. Questo passaggio infatti serve solo a pastorizzare i tuorli, quindi è sufficiente che il composto raggiunga i 60 gradi (7). Se ce l’avete potete usare un termometro da cucina, io ne ho uno che è adatto sia a misurare i liquidi che la carne. È un modello semplice ed economico, potete acquistarlo su Amazon qui. Dopo 5 minuti, trasferite l’eggnog in una ciotola per farlo raffreddare più rapidamente. Deve tornare a temperatura ambiente. Nel frattempo montate la panna (8); non deve essere montata a neve fermissima. Quando l’eggnog si sarà raffreddato unitevi il liquore (9).

  4. Mescolate bene e aggiungete anche la panna (10). Incorporatela lentamente, fino a ottenere un composto cremoso e omogeneo (11). Fate raffreddare l’eggnog in frigorifero per almeno un’ora; al momento di servirlo, suddividetelo in 4 bicchieri e guarnitelo con un pizzico di cannella o di noce moscata (12).

  5. Servite l’eggnog come dessert la sera di Natale.

    Dell’ eggnog è disponibile anche la videoricetta, seguimi sul mio canale YouTube!

Note

Conservazione

Potete conservare l’eggnog in frigorifero per 2 giorni al massimo.

Consigli e varianti

L’eggnog dovrebbe avere una consistenza cremosa ma comunque liquida, poiché va bevuto e non gustato al cucchiaio. Se riposando in frigorifero la panna dovesse addensarsi troppo, mescolatelo energicamente con un cucchiaio prima di servirlo. Se volete rendere questa ricetta adatta anche ai bambini, potete omettere il liquore o aggiungerlo nelle porzioni di eggnog riservate agli adulti solo al momento di servirlo.

Se stai cercando altre idee per i dessert di Natale, guarda questa raccolta!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Una risposta a “Eggnog: lo zabaione di Natale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.