Chiffon cake

Prima di provare la chiffon cake non mi spiegavo il grande successo di questo dolce americano che, confrontato con gli altri dolci popolari negli Usa, può risultare a prima vista molto banale: niente creme, niente glasse né cioccolato, la chiffon cake si presenta all’aspetto come una ciambella molto semplice. Dopo averla assaggiata ho capito il motivo di tanta popolarità: la chiffon cake ha una consistenza veramente unica, soffice e leggera, un intenso profumo di vaniglia e letteralmente si scioglie in bocca!


Gli ingredienti per preparare la chiffon cake sono i più tradizionali: uova, zucchero, farina, olio di semi, acqua e lievito. Deduco quindi che la straordinaria morbidezza di questa ciambella americana sia da imputare all’aggiunta di una sostanza poco usata nella nostra pasticceria, ma molto presente in quella anglosassone, il cremor tartaro. Con questo nome si designa un composto – il bitartrato di potassio (leggo da Wikipedia, le mie nozioni di chimica sono piuttosto elementari) – che, a contatto con l’acqua, provoca l’idrolisi del bicarbonato (contenuto nel lievito per dolci) e quindi lo sviluppo di anidride carbonica, che poi è quello che fa lievitare le torte. Quindi per preparare la chiffon cake il cremor tartaro è necessario e non può essere sostituito. L’opzione di sostituirlo con pari quantità di lievito per dolci può essere una soluzione se proprio non riuscite a procurarvelo, ma sappiate che il risultato non sarà il medesimo. Per fortuna il cremor tartaro si trova facilmente anche con la scritta “senza glutine” (l’ho trovato in un normalissimo supermercato), così che ho potuto preparare anch’io la mia chiffon cake glutenfree usando la ricetta tradizionale e sostituendo alla farina la stessa quantità di farina per dolci senza glutine.


La chiffon cake viene cotta in uno stampo a lei dedicato, più alto rispetto agli stampi a ciambella che usiamo noi e, soprattutto, dotato di tre piedini che vi consentiranno di farla raffreddare a testa in giù e di far uscire tutta l’umidità del dolce. Se volete arricchire la chiffon cake, potete accompagnarla con una ganache al cioccolato, oppure con una crema al limone leggera come il lemon curd. Io vi consiglio però di gustare la chiffon cake in purezza, guarnita semplicemente con un po’ di zucchero a velo. * Se siete celiaci gli ingredienti contrassegnati con asterisco sono a rischio, devono quindi riportare in etichetta la scritta “senza glutine”

  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaAmericana

Ingredienti

Se siete celiaci vanillina, lievito, cremor tartaro e zucchero a velo sono ingredienti a rischio, devono quindi riportare in etichetta la scritta “senza glutine
  • 6Uova
  • 280 gFarina (per la versione senza glutine ho usato un mix per dolci)
  • 300 gZucchero (meglio quello extrafine)
  • 200 mlAcqua
  • 120 gOlio di semi di girasole
  • 1 bustinaVanillina
  • 1 bustinaLievito in polvere per dolci
  • 8 gCremor tartaro
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Zucchero a velo (per decorare)

Strumenti

  • 1 Tortiera da Angel Cake di 25 cm di diametro
  • 1 Ciotola
  • Frusta elettrica
  • 1 Spatola

Come preparare la chiffon cake tradizionale o senza glutine

  1. Per preparare la chiffon cake, iniziate dividendo in due ciotole gli albumi dai tuorli. A questi ultimi aggiungete prima l’olio (1), poi l’acqua a temperatura ambiente (2). Mescolate brevemente con una frusta a mano, per amalgamare tra loro i liquidi (3). Non c’è bisogno di montarli.

  2. Unite quindi lo zucchero (4) e incorporatelo con la frusta. Quindi setacciate all’interno della ciotola la farina mescolata con il lievito e la vanillina (5). Alla fine dovrete ottenere un composto fluido e omogeneo (6).

  3. Passate quindi ad occuparvi degli albumi: aggiungetevi un pizzico di sale, quindi montateli con le fruste elettriche fino a ottenere un composto schiumoso. A questo punto unitevi il cremor tartaro e continuate montarli con le fruste elettriche finché non saranno montati a neve (7). Unitene un cucchiaio o due al composto di tuorli (8) e mescolate delicatamente, cercando di non smontarli. Aggiungete quindi il resto degli albumi e incorporateli con movimenti lenti dal basso verso l’alto (9).

  4. Alla fine otterrete un composto gonfio e spumoso (10). Versatelo in uno stampo da chiffon cake di 25 cm di diametro (se non ne avete uno di queste misure, consultate questo articolo che vi aiuterà a ricalibrare le dosi in base allo stampo in vostro possesso) e livellatelo bene con il dorso di un cucchiaio (11). Non imburrate la teglia, non ce n’è alcun bisogno, anzi, farlo potrebbe compromettere la riuscita del dolce. Cuocete la chiffon cake nel forno già caldo a 160° (statico) per un’ora, posizionando il dolce nel ripiano più basso. Non aprite mai lo sportello del forno durante la cottura, solo negli ultimi 10 minuti, se il dolce vi sembra cotto, potete verificare con uno stecchino di legno se l’interno è ancora umido. Sfornate la chiffon cake (12) e fatela raffreddare a testa in giù, posizionando un piatto al di sotto nel caso si staccasse da sola durante il raffreddamento. Sformatela solo quando sarà completamente fredda.

  5. Servite la chiffon cake spolverizzata con zucchero a velo.

Note

Conservazione

La chiffon cake si conserva soffice per 3-4 giorni sotto una campana di vetro

Consigli

In molti mi chiedono se si può preparare la chiffon cake senza lo stampo specifico, ma usando magari un classico stampo per ciambellone. Tutto si può fare, ma penso che il risultato non sia proprio lo stesso e soprattutto è difficile ricalibrare temperatura del forno e tempi di cottura. Lo stampo da chiffon cake si trova abbastanza facilmente in vendita, quello che ho io e con cui mi trovo benissimo lo trovate anche qui su Amazon.

Chiffon cake o angel cake?

La chiffon cake non va confusa con l’angel cake, un dolce che nell’aspetto può sembrare uguale perché viene cotto nello stesso stampo, ma ha una ricetta, un sapore e una consistenza molto diverse. Provatele entrambe e fatemi sapere quale vi è piaciuta di più.

In questo articolo sono presenti link di affiliazione

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

3 Risposte a “Chiffon cake”

  1. Salve, vorrei sapere cosa poso usare al posto del lievito, sono intollerante sia al glutine sia al lievito, ma questa chiffon cake mi ispira troppo. Grazie mille Gabriella

    1. Ciao Gabriella,
      non saprei purtroppo cosa consigliarti, perché in questa ricetta c’è sia il lievito che il cremor tartaro ed entrambi sono indispensabili. Vediamo se qualche altro utente che legge ha qualche consiglio da darti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.